Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2008

Rapinare disperati

È stata segnalata questa notizia al blog. Dall’articolo si apprende che i carabinieri hanno arrestato tre balordi che da tempo (questa estate) rapinavano gli ambulanti in attività a Martinsicuro. Le vittime dei furti avrebbero temporeggiato prima di avvertire le forze dell’ordine a causa dei loro permessi di soggiorno irregolari.
Una volta è la rapina, una volta è una vetrina spaccata, un'altra volta solo botte. In merito a quest'ultimo fatto e alla luce dei precedenti viene da chidersi, ma gli ambulanti venivano sistematicamente rapinati senza altro scopo oppure erano costretti con cattive maniere al pagamento periodico di una concessione o protezione? È solo degrado urbano o esisite un disegno criminoso più ampio ed organizzato?
Scoprire quale delle due situazioni è stata riscontrata significherebbe sapere contro quale male stiamo combattendo e soprattutto in che tipo di città stiamo vivendo.
Per il momento, ci sono tre denquenti in meno in circolazione. Ed è già qualcosa.

Una grave accusa per Di Salvatore

Vebbè la notizia è di quelle che sanno tutti ma questo blog non poteva non riportarla. L’ex capo della polizia municipale di Martinsicuro Giulio Cesare Matè in un esposto presentato Questura di Teramo accusa il sindaco Abramo Di Salvatore di avergli proposto un avanzamento al massimo livello dirigenziale in cambio di un prepensionamento. In pratica, tentata concussione.
Chiaramente il sindaco non può fare altro che definire come false le accuse rivoltegli da quello che attualmente è un dirigente del settore Protezione Civile.
L’unica cosa che ci si può augurare è che il magistrato titolare delle indagini possa compiere tutti gli accertamenti necessari con velocità, scrupolo e precisione fino a scoprire la realtà dei fatti.
Poi è naturale che si spera che Di Salvatore sia del tutto estraneo alla vicenda, perché se così non fosse sarebbe una sconfitta per tutti i martinsicuresi.
Qui, l'articolo.

Pim, pum ,pam!

Riassumendo i progetti che l’amministrazione comunale regolarmente annuncia,e facendo il saldo ad oggi, a Martinsicuro si dovrebbero realizzare nell’ordine:
La nuova illuminazione del lungomare
Un impianto fonico sempre sul lungomare (che negli anni ottanta andava fortissimo)
Un sistema di antierosione dell’arenile
Il nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta
Una nuova chiesa
Un centro di aggregazione giovanile/informagiovani
Il teatro
Il ponte ciclopedonale sul Tronto
Lo spostamento del depuratore
Il 30 novembre e 1 dicembre 2008 si voterà per l'elezione del Presidente della Regione Abruzzo. Se la campagna elettorale dovesse durare altri sei mesi Martinsicuro soffierebbe certamente l’ Expo 2015 a Milano.
Update: oggi all'elenco si è aggiunto un sistema di videosorveglianza.

Voglia di capire

Qualche giorno fa è iniziata una discussione molto accesa e molto varia su tema dell'istruzione. Di seguito riportato il più completo tra quelli ricevuti.
INIZIO CITAZIONE
Se la scuola è oggetto di discussione vuol dire che non è un argomento logoro ma che ancora suscita emozioni forti e contrastanti.Ovviamente le opinioni sono diverse,non tutte concordanti ma vanno tutte rispettate.Si può affrontare l’argomento dal punto di vista dei genitori,dal punto di vista dei bambini ma anche dal punto di vista degli insegnanti. Tutti potremmo avere ragioni da vendere ma è ovvio che molte cose vanno chiarite.La lettura esterna potrebbe sembrare inadeguata,sbagliata,soggettiva…questo perché? Perchè ovviamente nessuno di noi è tuttologo,perché ognuno di noi conosce bene i punti forza e di debolezza del proprio lavoro e della propria professione e nel contempo valuta il lavoro degli altri attraverso percezioni ed esperienze più o meno negative e/o positiveNon ritengo tutto ciò una colpa. Se la l…

Tornano i maghi

Tutto bello e tutto necessario, ma non si può fare a meno di notare che ogni volta che le elezioni si avvicniano la scena politica si popola di autentici maghi della riqualificazione. In questo periodo circolano capacità e progetti che durante un mandato stranamente non riesconono ad emergere, ma appena la poltrona traballa tornano in bella mostra come la migliore esca di un pescatore.
Secondo loro, noi siamo fatti così, ci basta una parola per convincerci a dagli la nostra fiducua. Secondo noi, invece, dovrebbero cogliere l'occasione per mostrare cosa sono riusciti a fare in tutti questi anni e rimettere nelle nostre mani qualunque decisione.
Qui un esempio.

Fuori due

Il Partito Democratico continua senza sosta il suo cammino di riforma e rinnovamento interno. Mentre a livello di dirigenza nazionale il duemilanove si preannuncia come l’anno dell’abbandono di Veltroni e del probabile ritorno di D’Alema, a Martinsicuro succede che due dei più attivi ed intraprendenti membri del circolo PD di Martinsicuro prima sono stati costretti, per mancanza di spazio e voce, ad auto confinarsi in un “sottocircolo”, ed ora, forse anche traditi da chi inizialmente li aveva lanciati anche come elemento di rottura tra le due correnti interne, non trovano una via migliore di quella dell’uscita di scena attraverso dimissioni.
Il Partito Democratico si è dimostrato ancora una volta per quello che è, ovvero una festa dove si entra solo su invito nominale. Se questo è uno strumento della democrazia italiana forse dovremmo controllare lo stato di salute della nostra repubblica democratica o al massimo cambiare il significato della parola stessa. Almeno quelli del PdL senza …

La loro scuola e la nostra società

Non nascondiamoci dietro un dito. L’attuale governo Berlusconi, come già i precedenti, punta alla privatizzazione della scuola. Cioè vuole fare con le scuole private ciò che già avviene con le cliniche private. Brutalizzando il concetto in un'unica espressione: i finanziamenti sono pubblici ma i guadagni sono privati.
Dunque tutte le manovrine che il ministro Gelmini si preoccupa di difendere hanno il solo scopo di indebolire la capacità di istruzione della scuola pubblica spingendo le famiglie (sempre alla ricerca del meglio per i propri figli) a trovare istituti migliori e se poi queste scuole sono private, non fa di certo differenza.
Il governo sta semplicemente creando una nuova domanda simile ma diversa da quella che fino ad oggi poteva essere soddisfatta dalla scuola pubblica. Vogliono spingerci a diventare consumatori di un servizio che in pratica già abbiamo.
Poi, in tutto questo apparato di idiozie montate insieme come un carro allegorico, ci stanno anche le venature di fol…

Vigili e consapevoli

Ogni volta che si sente parlare di ponte ciclopedonale tra San Benedetto e Martinsicuro e delocalizzazione del depuratore viene voglia di fiondarsi fuori e di correre a guardare dove e in che quantità quest’opera può influenzare il nostro futuro.
Ad osservare le cose dal vero, sono due le considerazioni che si fanno strada:
non è più tollerabile che a Martinsicuro ci sia un depuratore funzionante ad un chilometro dal centro e a pochi passi dalle abitazioni più vicine. E poi, però:
quanto la dimissione del depuratore, la creazione di un percorso ciclabile e nuove condutture con annesso ponte che colleghi le due regioni oggi appaia un’opera di enorme impegno finanziario. Un’opera come mai ne sono state realizzate nella storia della nostra città.
Va benissimo parlare ora di questi grandi lavori che senza ombra di dubbio incontrano le necessità della cittadinanza ma la cosa ancora più importante e che di ciò si parli anche dopo la prossima tornata elettorale.
Eccessiva sfiducia? No, è solo …

La nuova logica

Bobo ha lasciato un commento ricco di ottimismo ed iniziativa che merita di essere riportato. Commenti che forse tutti vorremo aver ragione di lasciare.

INIZIO CITAZIONE
Finalmente leggo un'intervista degna della figura di sindaco, chiara e concreta, che se perseguita porta a un nuovo modo di pensare e agire sul territorio con più attenzione al tessuto urbano che non può più rispondere alle logiche del paesotto.La settimana scorsa è apparsa un'altra notizia confortante (vedere pagina Martinsicuro di sambenedettoggi.it) eriguarda il progetto della delocalizzazione del depuratore con annesso ponte ciclopedonale sul Tronto; quale occasione migliore per riqualificare il territorio del lungotronto con spazio verde e una dolce rivoluzione alla mobilità dei cittadini, meno motori e più bici.Sulla stessa pagina invito a leggere attentamente l'articolo del resoconto dell'incontro con gli amministratori di condominio.Mi chiedo: ma un'altra via non è possibile? magari razionali…

Raccolta differenziata riufiuti Martinsicuro

Andiamo a completare momentaneamente il discorso della raccolta differenziata riportando il grafico dell'andamento attuale:(quando il segmento rosa va in sù è segno brutto per il nostro portafogli) e la tabella sintetica dei giorni e luoghi di raccolta:

Grazie a "d." per la segnalazione. Chi vuole può fare riferimento anche a questa pagina web.

Compito nostro

Dalla scorsa primavera a Martinsicuro la Poliservice è subentrata alla Manutencoop nel servizio della raccolta dei rifiuti solidi urbani. A parte il fumosissimo processo di assegnazione dell’incarico (leggi qui e qui) l’altra cosa che la cittadinanza percepisce è il peggioramento del servizio.
Al momento non esistono dati per permettere un confronto, forse si tratta della solita diffidenza dovuta ai cambiamenti oppure la campagna d’ informazione da sempre rimandata inizia a diventare una vera necessità. Con tutta probabilità ce ne accorgeremo solo quando ci chiederanno di mettere mano al portafogli.
Per il momento l’unica cosa che noi possiamo fare è ridurre al meglio la produzione di rifiuto non riciclabile (rifiuto secco) ovvero portare in discarica solo lo stretto necessario.
È per la nostra economia, per la qualità della nostra vita, per l’ambiente, per il futuro.

Ecco qualcosa per saperne di più:
Cos’è la raccolta differenziata
Consigli utili 1
Consigli utili 2
Discarica
Idee dal blog

Campagna di denigrazione

In risposta a quanto scritto qui. Per quanto riguarda questo blog.
Offrire uno spazio libero dove scambiarsi opinioni su argomenti riguardanti la realtà martinsicurese per genesi non può essere definito in nessun modo “campagna di denigrazione”.
Ognuno scrive quello che vuole ed è normale che non si possano sempre leggere commenti altissimi o di particolare spessore tecnico, ma il filtro sta sempre nella testa di chi legge. L’unica cosa che può avere una lettura assoluta è questa: per risolvere i problemi bisogna conoscerli fino in fondo e da tutte le prospettive raggiungibili.
Omettere l’esistenza di alcune realtà o indorare un po’ la pillola in nome della salvezza dell’immagine è proprio una delle cause dell’impercettibile ma costante diminuzione della qualità della vita a Martinsicuro. Questo atteggiamento ha fatto sedere gli amministratori che negli anni si sono avvicendati alla guida di questo posto. C’è bisogno di onestà morale e molta riflessione per sgomberare il campo dai falsi …

Disagio e sfiducia

Il traffico di stupefacenti, lo spaccio di droga, la tossicodipendenza, i prestiti ad usura, i furti, la distruzione delle famiglie, le malattie, la paura del contagio, la morte.
Quando si parla di droga tutte queste parole potrebbero essere tranquillamente snocciolate in una unica frase senza neppure il bisogno di mettere una virgola. Sarebbe una frase fatta a forma di cono rovesciato dove addirittura si rimane incastrati ancora prima di poter toccare l’acutissimo fondo.
Certe cose spaventano al punto di far parte di quella sfera di problemi di cui spesso solo con grande pudore se ne ammette l’esistenza.
A volte, come per un riflesso condizionato, si cerca di immaginare certe cose lontane da noi, dalla nostra famiglia, dal nostro controllo. Altre volte invece, la voglia di cambiare e migliorarci, spinge la mente alla riflessione e al confronto, oltre i sistemi e malgrado il presente.
Il confronto diretto è un’enorme strumento di crescita di cui dobbiamo assolutamente imparare a servirci.

Loscamente al chiuso

In questi giorni pare che il sindaco sia molto irritato a causa di un articolo pubblicato sull’inserto del “Corriere della sera”: “io donna” che parlava della massiccia presenza di prostituzione in diverse città della costa abruzzese, tra cui naturalmente, Martinsicuro.
La frase che secondo alcuni avrebbe dovuto offendere la cittadinanza e penalizzarla economicamente sarebbe stata pronunciata da una prostituta straniera in attività a Villa Rosa che avrebbe affermato: “Il 90% degli abitanti di Villa Rosa sono prostitute”.
Appresi contesto e fonte, non sarebbe difficile neppure per uno scimpanzé capire che siamo di fronte ad un’affermazione palesemente falsa. Sembra infatti di risentire le dichiarazioni di certi politici dopo tangentopoli che beccati sul fatto dicevano: “… rubavano tutti …” come se la criminosità di altri soggetti avrebbe potuto rendere meno grave i reati di cui erano stati accusati. Tutto qui.
Naturalmente la giornalista ha subito etichettato come esagerata l’affermazion…

La cancellazione dei nomi dei Santi

Questa settimana è stata una vera e propria “full immersion” nella questione “degrado urbano”. Ancora una volta ci si è potuti rendere conto che solo una forma di democrazia diretta, possibile finalmente grazie alla rete ed altre forme di aggregazione sociale, potrà fare in modo che emergano i veri bisogni. Cittadini ed amministrazione devono essere solidali come componenti dello stesso sistema.
Qui sotto è riportato un commento di bobo che con l'ausilio di un significativo sforzo di memoria (ed il motore di ricerca dell’archivio del corriere adriatico) riporta alla luce le precedenti intenzioni della città in materia di Comitati di Quartiere.

INIZIO CITAZIONE
bobo ha detto...
Mentre nella vicina San Benedetto il prossimo 25 e 26 Ottobre si tengono le elezioni per il rinnovo dei direttivi dei Comitati di Quartiere a Martinsicuro non si capisce ancora bene se questi hanno una legittimizzazione o devono essere considerate delle libere associazioni.
M condivido il tuo pensiero, siamo indi…

Appena all’inizio

Uno degli autori di MartinsicuroCity racconta ai lettori quanto visto ieri.
INIZIO CITAZIONE
Ieri dopo il lavoro ho fatto un giro sul cavatone per vedere se a seguito delle tante parole spese, si stavano intraprendendo iniziative di qualche genere. Vuoi per il traffico, vuoi per la mite giornata d’autunno, vuoi per lo stress accumulato la camminata è stata davvero godibile e … sorpresa delle sorprese, il cavatone è stato pulito e le erbacce tagliate. Certo, si vede che è stata una cosa fatta in fretta e resta qualche confezione di siringhe qua e là ma nel complesso si può dire che il lavoro è stato fatto, rimangono sporchi ed incolti solo i pezzi di terra confinati di proprietà privata (per i quali per ordinanza comunale dovrebbe esserci una multa). Ho percorso il cavatone per quasi tutta la sua lunghezza (parlo della zona Tronto) e ad ogni passo non potevo non notare che finalmente noi martinsicuresi stavamo reagendo. I cittadini hanno segnalato, l’amministrazione ha agito con prontezz…

La voglia di non rappresentare nulla

Per ragioni di popolazione a Martinsicuro non è prevista la nascita di circoscrizioni comunali, dunque per formare un organismo di partecipazione e consultazione l’unico modo è creare un comitato di quartiere , del quale però statuto e peso partecipativo sono definiti dall’ amministrazione comunale.
È comunque desolante scoprire solo per mezzo di sambenedettoggi.it che a Martinsicuro si è costituito il Comitato di quartiere Tronto. Nessuno sapeva niente delle elezioni di direttivo e presidente. Dove si sono tenute? Quanti i votanti? Qual è lo statuto?
La risposta sta in questa frase detta dal Presidente Francavilla:
“… Ma le dirò che dei quasi 100 iscritti al comitato solo una quindicina sono originari del posto, il resto sono tutte persone di fuori che abitano però da diversi anni in città.”
Da qui si può evincere che si è trattato di un semplice passaparola tra conoscenti e non di una convocazione di tutti i residenti.
Dove risiede allora la forza partecipativa e rappresentativa di quest…

Debiti e turismo

G. ha un pensiero da condividere.
INIZIO CITAZIONE
E un pò che non ci sentiamo e non certo perchè non ci sarebbero argomenti o vicende da sviscerare ma magari in futuro avremo modo di farlo, questa volta non voglio dilungarmi troppo....ho letto ancora in questi giorni le ennesime dichiarazioni del nostro Sindaco riguardo alle intenzioni di voler vendere il terreno dietro all'ufficio postale a Villa Rosa per coprire i debiti (Franchi e La Torre in particolare)che sono maturati in seguito ad espropri effettuati tanti anni fa da chi ormai è noto a tutti) e giunti a sentenza definitiva di recente.A dire il vero c'è la novità per cui,affermato dallo stesso Sindaco dietro interrogazione della minoranza in Consiglio, pare si vogliano vendere degli appezzamenti di terreno minori che alcuni privati stanno già utilizzando come giardini o orti...sembra pacifico che saranno appezzamenti collocati nei pressi delle abitazioni di ciascuno...praticamente si intende premiare chi si è arrogato i…

Rabbia e vergogna

Si prova contemporaneamente rabbia e vergogna quando si vedono immagini come queste (1,2,3,4). Il cavatone, la soluzione alla viabilità ciclopedonale di Martinsicuro, è diventato una specie di rifugio dei tossici. Non una casa privata abbandonata o un piccolo parco pubblico incustodito. Qui stiamo parlando di un' intera strada. Ci hanno portato via una strada.
Sabato sono arrivate queste foto al blog. E’ bastato fare due passi per verificare quanto immortalato negli scatti. Una siringa ad ogni passo. Una situazione che le fotografie non possono neppure lontanamente mostrare nella sua interezza. Da via Marconi a via Roma fino a distributore automatico della farmacia sembra di rivivere una versione macabra della fiaba “Pollicino”. Confezioni di siringhe, scatole e fialette di soluzioni saline, siringhe, siringhe senza cappuccio, siringhe senza ago, aghi senza siringhe e senza cappuccio, siringhe schiacciate dal calpestio dei passanti.
L’intera passeggiata del cavatone è in condizione …

Teatro Ambra

Il premio teatrale "Una rosa per il palcoscenico", organizzato dall'associazione "Villa Rosa Cultura" è una cosa assolutamente campata in aria, senza storia, senza giuria e pure senza teatro. Perché si dovrebbe cercare di appioppare un simile riconoscimento ad attori ed addetti ai lavori? Che hanno fatto di male per meritarsi di passare un giorno a Martinsicuro? E’ solo pura cattiveria degli organizzatori?
Per fortuna no. In questa mossa c’è molto di buono.
Perché?
Perché tutti appena apprendono la notizia dicono: “Ma se Martinsicuro nemmeno ce l’ha, un teatro?”. Ecco, il punto sta qui. Martinsicuro un teatro non ce l’ha ma lo vorrebbe tanto avere e questa manifestazione, apparentemente così fuori luogo, serve per aprire un dialogo, per attirare l’attenzione e per far annusare ai cittadini un po’ di quell’aria che si respirerebbe se l’ex cinema Ambra risorgesse come “Teatro Ambra”.
Quali influenze sulla città?
Bar e ristoranti si risveglierebbero dal loro torpore gr…

Numeri utili

Sul sito del comune di Martinsicuro è pubblicata questa paginetta. Contiene i numeri di emergenza (cellulari) di polizia municipale, ufficio tecnico, ufficio anagrafe, pubblica illuminazione.
Quando si ha una reale necessità o un serio ed urgente problema da segnalare chiamate senza alcun timore. Le persone che vi risponderanno sono in“ reperibilità” (che non è riposo), sanno benissimo che qualcuno potrebbe aver bisogno del loro aiuto all’improvviso.
Bisogna migliorare la connessione tra cittadino e municipio.

Mercoledì casual

ALITALIA. Siglati gli accordi con i sindacati. Definita anche l’intesa con i piloti: per ottimizzare i costi la nuova compagnia assumerà solo piloti aereomuniti.

USA. America nel caos. Il presidente degli Stati Uniti George W. Bush è arrivato ad implorare il Congresso di approvare subito il finanziamento di settecento miliardi di dollari a sostegno della grave crisi finanziaria. Quanta paura, si vede che non hanno mai sentito parlare di parmalat e di lire.

EGITTO. Tornati in Europa i 5 tedeschi, 5 italiani ed un rumeno rapiti durante una vacanza in Egitto. Peccato perché Maroni stava elaborando una solidissima tesi che avrebbe dimostrato che l’unico rumeno sequestrato era anche unico responsabile del sequestro. Un capolavoro. Sarà per la prossima volta.

ITALIA. Previsto un autunno di rincari. Sulla lista ci sono già le bollette di luce (0,8%), gas (+5,8%) e treni ad alta velocità. Per l’aria respirata si prevede solo un conguaglio a fine anno.

SPETTACOLO. Valeria Marini si tuffa da un eli…