Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2009

Fumo di ronda

Ecco la questione delle ronde vista chi di sicurezza si occupa ogni giorno.
INIZIO CITAZIONE
ASmadROmaX ha detto...
La teoria delle finestre rotte è quella che ispira il mio servizio ogni giorno....solo così si può veramente cercare di portare qualche beneficio alla comunità intera. Qualche beneficio non significa risolvere radicalmente i vari problemi. Quello che si verifica in questa cittadina è a dir poco curioso. Accade che per vendere più giornali e far vivere i cittadini nel terrore (giornali sponsorizzati dai vari partitelli e sovvenzionati dallo Stato con i nostri soldi) si gonfiano le notizie oppure succede che (e questo ve lo posso garantire in prima persona) un "fattarello" di cronaca accaduto a diverse decine di chilometri da Martinsicuro, "magicamente"...con il teletrasporto.... il luogo ove si è verificato il "fattaccio".......è proprio la cittadina truentina!!! Sono disgustato, ma continuo a lavorare. Per quanto riguarda le ronde mi viene da r…

Cattiva amministrazione?

Una mail di G.

INIZIO CITAZIONE
Esco fuori dal tema sicurezza, se ritente opportuno pubblicarlo o aspttare fate voi, se è troppo lungo pazienza , nessun problema se non riuscite a pubblicarlo.Buon lavoroE' un po' che non dedico un pò del mio tempo a scrivere su quelle che sono le vicende del Paese in cui vivo(nessuna presunzione nel credere che qualcuno ne abbia sentito la mancanza). A essere sincero mi ero ripromesso di tornare a farlo allorquando ci fosse stato, in conseguenza di quello che dovrebbe essere un normale svolgimento dell'attività amministrativa, qualche argomento degno di essere commentato, criticato o elogiato. Purtroppo bisogna ogettivamente ammettere che a partire dal mese di ottobre del 2008, in contemporanea più o meno con l'inizio ufficiale dei litigi tra la componente di An, presente al'interno della coalizione di governo cittadino, e gli altri loro colleghi amministratori di maggioranza il nostro sfortunato Comune sembra essere sprofondato in …

Who watches the watchmen?

Ancora un po’ e l’Italia tornerà indietro nel tempo fino al 1919. La differenza tra squadre d’azione e ronde leghiste c’è ma è davvero minima.
Continuare ad usare sempre nuovi mezzi per delegittimare le forze dell’ordine è uno sbaglio che questo paese pagherà a peso d’oro. Prima l’esercito in città, poi le ronde dei cittadini. Mantenere l’ordine pubblico è compito di giudici, poliziotti e carabinieri e di ogni buon cittadino, non di un branco sceriffi con in tasca la tessera della Lega Nord, Forza Nuova, Alleanza Nazionale, La Destra e altri partitucci parafascisti.
Loro tra poco saranno lì a controllarci “ma chi controllerà i controllori?”

PS
Da qualche parte in Italia esistono già dei gruppi di cittadini autonomamente organizzati che offrono protezione ad altri cittadini. Si fanno chiamare mafie. Ma ronde suona decisamente meglio.

E allora?

I primi di marzo dovrebbe partire il nuovo sistema di raccolta differenziata. Forse si tratta del ritiro della spazzatura più annunciato del mondo.
Il sedici di febbraio si è tenuto l’ultimo dei cinque incontri tra amministrazione comunale e cittadini per parlare appunto delle problematiche legate a questo, sempre pernicioso, tema. I cittadini hanno più o meno partecipato, alcuni sono andati giusto per “buttarla un po’ in politica”, altri invece avevano semplicemente voglia di dire qualcosa di utile alla comunità. Finito il momento di ascolto e confronto diretto sarebbe il caso di fornire alla cittadinanza una relazione con dei feedback definitivi tanto per fissare quali sono i dati emersi da questa pregiata iniziativa.

Controllare e ragionare

Alain ha fatto quello che ogni Italiano, specialmente in questo momento politico, dovrebbe preoccuparsi di fare: ha verificato a distanza di tempo le dichiarazioni di un politico. Anche se il politico in questione si chiama Augusto di Stanislao e da lui di certo non ci si aspettava la svolta.
Clicca qui per leggere il post.

Come da copione

Il post di ieri parlava proprio dell’inadeguatezza e l’arroganza dei vertici del Partito Democratico. Ora, come già successo per Prodi, Veltroni è andato via assumendo su di se ogni responsabilità. Da domani i soliti manovratori (che non si dimettono mai) potranno di nuovo rifarsi una verginità semplicemente cambiando uomo di facciata e scaricando ogni mancanza del passato sulla “testa di legno” di cui si sono appena disfatti.
Tutto per il bene del Paese, si intende.

A buon intenditor

Matteo Renzi è nato nel 1975. Nel 1994 vinse 48 milioni di lire in gettoni d’oro alla “Ruota della Fortuna” di Mike Bongiorno. A 29 anni è diventato presidente della Provincia di Firenze. Il 15 febbraio 2009, contro il volere dei vertici del suo partito, vince le primarie del PD . Ora a 33 anni è candidato sindaco di Firenze per il centrosinistra.
Nel frattempo l’intera segreteria del PD può comodamente iniziare a vergognarsi di se stessa.

Famose 'na bella risata

Con questo post il blog prende coscienza del fatto che il carnevale è l'unica esperienza socio-culturale che è riuscita a crescere e consolidarsi a Martinsicuro.
Qui il programma 2009 della manifestazione.
Ognuno poi tragga le sue private e personalissime conclusioni.

Precisazione

Ad integrazione delle informazioni riportate nel post di lunedì scorso, scrive al blog la caporedattrice della casa editrice che organizza la ”I edizione del premio letterario internazionale città di Martinsicuro”.
INIZIO CITAZIONE
Spett.le redazione,
sono Valeria Di Felice (caporedattore della casa editrice Leonida). Vi
ringrazio di aver inserito la comunicazione relativa al Premio Letterario di
Martinsicuro nel vostro blog. Volevo specificare che la quota di iscrizione
degli autori alla casa editrice "di Reggio Calabria" è richiesta solo per
coprire le spese di segreteria del concorso del suo ufficio di rappresentanza
che si trova a Martinsicuro e che è gestito da me (telefonate, spedizioni,
smistamento via posta delle opere per i giudici, realizzazione antologia
poetica, ecc). Sto cercando di promuovere al meglio questo premio, fiduciosa
che sia una bella esperienza per tutti coloro che vi parteciperanno e
soprattutto per Martinsicuro (io sono martinsicurese!!!). Spero di poter
conta…

Servito quasi a nulla

Città Attiva ha pubblicato il report dell’ultimo scoppiettante consiglio comunale. A nostre spese e con dispendio di tempo per i presenti è stato possibile constatare che riunire quest’ organo assembleare per discutere 13 interpellanze e interrogazioni (più o meno interessanti, non importa) tutte insieme è una fesseria. Magari la cosa è fattibile in un consiglio dove maggioranza ed opposizione lavorano in modo organico, ma a Martinsicuro, per il momento non possiamo concederci questo livello di efficienza.
Nota negativa: non si capisce cosa AN speri di ottenere con questo comportamento.
Nota positiva: questa cosa del report di Città Attiva dopo il consiglio funziona molto bene, ma bisognerebbe avere diverse soggettive.

Premio letterario a Martinsicuro

A questo link ci sono bando e domanda di partecipazione per prendere parte alla ”I edizione del premio letterario internazionale città di Martinsicuro”.
Si tratta dell’ iniziativa ideale per chi ritiene che questo genere di competizioni possano essere un divertente banco di prova del proprio talento.
Unico neo (in pieno stile Martinsicurese) è l’invio delle quote di iscrizione direttamente alla casa editrice di Reggio Calabria.

Diversità

E’ indicatore di una società sana la capacità di coltivare ed alimentare confronti generati dalla diversità di pensiero.
L' eterogeneità delle idee è uno dei cardini della democrazia moderna. Nessuno è depositario dell’unica verità ed allora la differenza del pensiero è l’unica garanzia di un futuro alternativo possibile.
In questo momento a Martinsicuro il dialogo politico è inesistente o meglio basato sui concetti “dentro o fuori” e “amici e nemici” senza manifestare alcuna voglia di crescita ed evoluzione.
Mai come oggi questa città ha bisogno di nuove idee e nuovi punti di vista. Ricordiamocene.

Appendice un corno

In risposta a questo commento.
Tutti i bisogni della cittadinanza sono prioritari per un'amministrazione attenta alle necessità dei cittadini. L’attuale maggioranza è senza ombra di dubbio in una condizione di difficoltà politica e gestionale. Un’opposizione che “spara nel mucchio” tanto per attirare l’attenzione però nuoce a tutta la città, sia che si tratti di città attiva, sia che si tratti di Paci o Antonini (a qualunque partito facciano riferimento).
Quello di cui bisogna prendere coscienza, con tutta l’onestà intellettuale di cui si dispone è che l’azione di opposizione fin’ora espressa è inadeguata ad affrontare la situazione.
La maggioranza compie passi incerti e malfermi ma la cosa ancor peggiore è che la minoranza ad oggi non è ancora in grado di offrire una chiara direzione alternativa da seguire. PS��������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������������…

Mani in alto

L'interrogazione che Paci ed Antonini (riuniti per l'occasione) presenteranno al prossimo consiglio comunale sarà in grado di rovinare la giornata a chiunque.
Il documento presentato denuncerà la scarsità di loculi cimiteriali a Martinsicuro e chiederà al comune di prendersi cura del problema.
Sembra che da queste parti sia più difficile portare in consiglio i problemi dei vivi che quelli dei morti.

Alla faccia di chi?

Attualmente sfugge il motivo per cui un paio di politici escono di casa un sabato sera di fine gennaio, si recano in un bel risrtorante, mangiano bevono ridono e poi ritirano un "premio" attestante il loro pessimo operato con conseguente spreco di denaro pubblico.
Non si riesce davvero a capire se a sentirsi presi in giro debbano essere i cittadini o gli organizzatori della serata.

Dimenticare la memoria

Quel che è successo su martinsicuro.org nei giorni scorsi è senza dubbio interessante. Prima il post su Turone, poi il commento del figlio ignaro dell'esistenza di una via di Martinsicuro dedicata a suo padre. Chiaramente nel mezzo ci siamo anche noi, la stragrande maggioranza dei martinsicuresi che aveva dimenticato o non sapeva nulla di nulla. Siamo stati capaci di dimenticare e sottovalutare anche i gesti degni una comunità viva ed ispirata.