Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2010

Come spiegarsi

Massimo Vagnoni cerca di rispondere agli interrogativi del post "Far quadri dei conti".
INIZIO CITAZIONE
Mi ero ripromesso di non intervenire ulteriormente sull’argomento in quanto pensavo di averlo
chiarito in sede consiliare a tutte le forze di opposizione; ma, evidentemente, l’onestà intellettuale di dire le cose come stanno, non appartiene a tutti.
Quindi, siccome di tale argomento se ne sta facendo una divulgazione non corrispondente alla
realtà, ritengo doveroso un intervento .
La storia è un po’ lunga, ma merita attenzione.
Il contributo è stato previsto all’interno della c.d. “legge mancia” ed era destinato a finanziare
l’iniziativa di rilevanza nazionale ed internazionale denominata “popoli del mare”organizzata
dall’associazione Eidos e finanziata da una miriade di enti pubblici e privati di rilevanza nazionale. Nel frattempo, avendo richiesto un contributo allo Stato, per finanziare alcune iniziative culturali, tra le quali il Martinbook, la persona alla quale mi sono rivo…

Far quadri dei conti

Tra tutte le osservazioni sulle spese riservate agli eventi culturali della stagione estiva, riportate in questo interessante post del sito Città Attiva, la più sconvolgente è senza ombra di dubbio quella riguardante i ventimila euro destinati all'associazione EIDOS di Ortona che nel contesto dell' l'iniziativa "I popoli del mare" ha esposto presso l'Antiquarium di Martinsicuro dei materiali concernenti macchine di Leonardo e stampe di alcune opere del Caravaggio. Passando sopra il fatto dell'impraticabilità del museo causata da queste mostre giudicate dai visitatori imbarazzanti, inadeguate e prive di criterio oltre ad essere sgangherate e dozzinali quello che fa venire più rabbia è la facilità con cui l'amministrazione abbia reso disponibile una somma così rilevante per avere praticamente nulla. Almeno la fiera del libro è stata sotto gli occhi di cittadini e turisti per giorni ed è stata ingombrante quanto fitta di eventi, se poi la pioggia ne ha r…

La visione indotta

Un progetto che fa sognare, entusiasmare, quasi godere. Una nuova Martinsicuro. Un nuovo posto che iniziamo ad immaginare in questi mesi. Nuove proposte su ammassano su nuove proposte, sempre più belle, sempre più scintillanti, sempre più interessanti, sempre più convincenti, sempre più allettanti. Una lunga corsa, in cui la linea d'orizzonte non potrà fare altro che muoversi con il panorama. Sempre lontana, sempre immobile. Fino alle prossime elezioni. Poi, la realtà.

Gemelli e fraterni amici

Sono in molti i cittadini che per giorni hanno tenuto il fiato sospeso e che finalmente da sabato scorso hanno iniziato a guardare il futuro con occhi diversi. Ebbene si, Martinsicuro ha raggiunto il più importante del traguardi, ovvero ratificare l'atto simbolico di gemellaggio con Las Palmas. Fino ad oggi questo rapporto "particolare" tra le due città ha prodotto solo delle targhe commemorative, bei viaggi ed un grandioso indotto di cene e suonate di bande. Per il futuro, staremo a vedere.

Il lato marginale delle cose gravi

Alcuni vandali-ladri hanno portato via dalla scuola elementare un vecchio computer e Caputi pare esserne tanto risentito fino a rilasciare dichiarazioni come:
INIZIO CITAZIONE
“E’ uno sfogo contro gli atti di vandalismo – conclude il dirigente – che si ripercuotono contro l’intera comunità. I balordi che scassinano le porte, rovistano tra i documenti buttando tutto all’aria, svuotano gli estintori nelle aule, dimostrano poca attenzione nei confronti di un luogo importante per la crescita delle nuove generazioni. Spero che i responsabili vengano presi e perseguiti senza nessuna indulgenza”
fonte: rivieraoggi.it
FINE CITAZIONE
Bhè una cosa va aggiunta: preso atto che rubare in una scuola sia peggio che rubare in una chiesa (ma molto peggio), il fatto che i ladri-vandali dimostrino poca attenzione nei confronti della scuola è semplicemente una conseguenza della loro condizione di persone ridotte a rubare pochi spiccioli e spaccare per divertimento delle cose in edifici pubblici. Di questi te…

Il positivo dei buoni propositi

Per sentirsi snocciolare tutte le seccature, scomodità e inconvenienti creati dalla raccolta differenziata porta a porta basta chiedere a chiunque. Il servizio a volte mostra lacunosità importanti, è comunque costoso e spesso è mal presentato ai cittadini, però un riscontro positivo è certo: da diversi anni ormai, ogni famiglia martinsicurese sta vedendo con i propri occhi tutta la spazzatura che produce. Lo vede ogni giorno nei sacchi ammucchiati fuori i balconi, lo vede mentre separa la plastica, la carta, il vetro e l'umido e lo vede ogni sera quando scende le scale carico di buste. Ogni gesto quotidiano ci ricorda quanto inquiniamo e ci motiva indirettamente a produrre meno rifiuti per pura comodità privata. Forse chi è già abbastanza grande, e per decenni ha sceso in strada ciò che non voleva in casa fatica ancora a trovare un senso a tutto questo ma chi impara a crescere con queste abitudini non potrà fare altro che migliorare il mondo in vive.

A forza di calci

A rompere la monotonia delle stagioni sportive locali arrivano due simpatici siti internet dedicati al calcio martinsicurese. Uno è www.asdstellaazzurra.it, in cui l'amministratore Matteo Bianchini si diverte ad intervistare più o meno seriamente le figure orbitanti attorno alla Stella Azzura Martinsicuro. L'altro è quello della tifoseria del Martinsicuro Calcio ovvero l'ormai noto gruppo Fronte Tronto. La presentazione merita un'affettuosa lettura.

Bonifica ed arbusti

Sulla questioncina nata dalla sistemazione di un tratto della bonifica del Tronto, pare si sbagliassero tutti. Nessuno voleva disboscare il fiume, perchè non ci sono boschi da segare come non si tratta di una soluzione al problema dello sfruttamento della prostituzione, perchè ciò non compete ad un intervento di manutenzione di una strada. Qui, un punto di vista più informato.

Pugni atomici

La "polizia municipale" di Martinsicuro diventa "polizia locale" ed inoltre continua ad aumentare la propria possibilità di dotazione di armi. Ad oggi un vigile (perchè sempre tale resta) può porterà con se: pistola, spray irritante, bastone, torcia, manette, giubbino antitaglio e volendo un cane. Un'attrezzatura non male per sbrigare scartoffie. Qui la delibera.

Recluta in prima linea

Risponde agli attacchi politici dell'opposizione, difende l'operato dell'amministrazione, rassicura i cittadini sulle condizioni ambientali del territorio, va sui giornali a presentare le iniziative del Comune, sale sul palco di quasi tutte la manifestazioni culturali, ma sono ancora molte le persone che credono che Massimo Vagnoni stia rischiando di bruciare la propria immagine politica in favore dei politici di lungo corso che dietro un volto giovane, nuovo e pulito stiano mettendo in atto la solita vecchia, immobile e polverosa politica che da sempre è stata alleata delle sfortune di Martinsicuro. Magari il giovane consigliere sa camminare sulle proprie gambe molto meglio di molti anziani volponi della politica locale ma vederlo ricevere veri e propri ordini urlati durante manifestazioni pubbliche da chi è semplicemente a capo del suo partito lascia intendere tutt'altro. Forse è vero che all'inizio bisogna farsi strada scegliendo anche il compromesso come forma …

Cosa resta

Gli arretrati sono tantissimi e saltando la notizia regina del finale di stagione Martinsicurese, non resta che fare il punto dell'estate e di come il momento che dovrebbe essere centrale nell'economia dalla città sia stato affrontato. L'amministrazione ha cercato di puntare su eventi culturali da alte pretese e budget quanto più contenuti. Degni di nota resteranno l'interessante ma poco fortunato Martinbok Festival ed il concorso fotografico dal titolo quasi grottesco "Luci ed ombre a Martinsicuro". Totalmente da dimenticare sono le mostre delle macchine di Leonardo da Vinci e del Caravaggio che per l'intera estate hanno occupato, ed imbruttito, l'ancora graziosa cornice del Museo di Martinsicuro. Per il resto: fisarmonica e carnevale estivo, del quale sinceramente non se può proprio più.

Ok ci siamo

Come promesso, il blog ritorna. Tre anni di ininterrottapubblicazione hanno richiesto una pausa degna di questo nome.
Una sola novità: i commenti tornano liberi e senza necessità di registrazione, in pieno stile MartinsicuroCity. Ci sono troppe cose interessanti di cui discutere insieme e troppe idee brillanti da far circolare per mettere filtri ad uno strumento così potente.Beh, a domani.