Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2009

I buoni

Nei giorni scorsi, assistendo alle celebrazioni del 17° anniversario della strage di Capaci, si è potuto notare come per alcuni politici gli unici magistrati buoni siano i magistrati morti.

Età

Parlando di candidati alle prossime elezioni è molto divertente notare in che modo la gente percepisca l'età dei candidati.
Un candidato sui trent' anni è un ragazzo, dopo i trentacinque fino ai cinqunata è un giovane, poi dopo i cinquanta si diventa candidato e basta ed in fine dopo i sessanta si diventa un politico esperto.
Vista così per essere un politico, di quelli che la gente prende sul serio bisogna avere almeno cinquant'anni o essere già figlio d'arte.
Qualcosa non va.

Li chiamano camaleonti

Un lettore ha inviato al blog il volantino, realizzato dalle opposizioni e associazioni pro loco, in risposta al contrattacco della maggioranza sulla questione della vendita del terreno a Villa Rosa.

INIZIO CITAZIONE
I CAMALEONTI.
In un volantino distribuito ad alcuni cittadini, l’amministrazione si è inerpicata in una serie di falsità, offese e argomentazioni
che ne evidenziano il basso senso civico e superficialità.
I camaleonti dicono che la raccolta firme è una squallida operazione elettorale.
Che l’iniziativa di raccogliere le firme per FERMARE LA CEMENTIFICAZIONE DELL’AREA non sia per motivi elettorali
è palese in quanto le contestazioni sono partite subito dopo l’approvazione della delibera n. 28 del 30 marzo 2009 per
cui in epoca sicuramente non sospetta.
Dichiarano, in barba al dizionario della lingua italiana, che non ci sarà alcuna cementificazione della zona verde
(VERO L’AREA INTERESSATA non è verde, ma GIALLA come tutte le aree verdi del paese), ma prevedere su un’area
di 1600 metr…

Per chi vuol cambiare

Negli ultimi giorni si è discusso come non mai dell’uso che si potrebbe fare del terreno di Villa Rosa che l’amministrazione intende invece vedere ad un costruttore.
Altre amministrazioni comunali per fortuna sembrano non avere dubbi. Il comune di Settimo Torinese ne è uno.

Citando dal mensile Wired di maggio:
“A Settimo Torinese lo hanno capito per primi: avevano riservato nel loro piano regolatore un'area per edilizia sperimentale, realizzata con l'impiego di tecnologie rinnovabili. L'abbinamento col progetto di Cucinella, anche per la parte relativa alle emissioni di CO2 azzerate, è stato inevitabile. Nella sede che un tempo fu della Siva, la fabbrica di vernici diretta da Primo Levi, entro un anno saranno costruiti i primi 50 alloggi. “

Per conoscere lo sbalorditivo progetto di Mario Cucinella ecco l’articolo completo.

Appurato che l’edilizia martinsicurese non è in crisi (cioè non più di altri settori), e che i costruttori locali non hanno il guinzaglio e possono esercitar…

In pubblico

L'ex assessore Massimo Vagnoni non ha saputo resistere alla tentazione di rispondere ad alcune affermazioni degli utenti del sito di Città Attiva.
L'occasione gli è stata favorevole anche per manifestare la propria intenzione di chiedere l'appoggio del direttivo dell'associazione per la propria candidatura alle elezioni provinciali.
Qualunque sia la reazione di Città Attiva alla proposta, questo resterà uno dei pochissimi eventi politici martinsicuresi avvenuti alla luce del sole.
Ecco riportato l'evento storico:
INIZIO CITAZIONE
Buongiorno a tutti,
innanzitutto Vi chiedo scusa se approfitto del Vs. spazio, ma alcune voci ricorrenti ultimamente, confermate da alcuni interventi effettuati nel Vs. blog, mi hanno spinto ad intervenire. Magari sarà superfluo, ma il rispetto che ho per i Consiglieri di Città Attiva mi spinge a chiarire che il sottoscritto non ha mai millantato l’appoggio da parte di Città Attiva della propria candidatura . Chi dice questo, senza citare nemm…

Scuola Blu di Martinsicuro

La "Scuola Blu" di Martinsicuro ha lasciato un commento al post di ieri.
INIZIO CITAZIONE
Legalmente la "Scuola Blu" è una cooperativa ed è costituita da più persone. Nel nostro sito internet potrete farvi un'idea del lavoro svolto, di quello in corso ...http://www.scuolablu.it/Le persone che ne fanno parte sono libere nelle scelte, hanno differenti modi di ragionare e differenti idee politiche personali.
E' impossibile lasciare un commento a nome di quest'associazione. Semmai ogni persona che ne fa parte potrà lasciarne un suo.Tuttavia sentito il parere dei suoi componenti riteniamo utile fare alcune osservazioni.
Quello che a noi sembra anomalo è che da molti annisi è in attesa di un nuovo PRG adeguato all'attualerealtà del paese e delle nuove normative ambientali (es. PAI-PSDA)In mancanza di un tale PRG si assiste ad una espansione ediliziasenza controllo che sta deteriorando pesantemente la qualità delterritorio.
Il PRG deve essere fatto una volta pe…

.zip

L'intervento dell'Ing. Giorgetti riportato dal Corriere Adriatico del 13 maggio è davvero ricco di spunti rifressione. E che spunti.

INIZIO CITAZIONE
Non facciamo naufragare il settore dell’imprenditoria edile. E’ questo l’appello che arriva dall’ingegner Gianfranco Giorgetti, portavoce di un’intera categoria che vede nelle pieghe del dibattito politico un’avversità quasi ancestrale nei confronti di chi edifica nuove abitazioni nella città truentina.“Si odono appelli da ogni dove sulla necessità di non costruire più case a Martinsicuro perché il mercato, si sostiene, è saturo - dice l’ingegnere - ma nessuno si rende conto che mettere in crisi le aziende che si occupano direttamente o indirettamente di edilizia significa far saltare almeno mille posti di lavoro solo nella nostra cittadina”.Giorgetti mostra insomma l’altra faccia della medaglia e, sebbene candidato alle ultime elezioni in sostegno di Mauro Paci, oggi ne contesta le dichiarazioni: “Qualche giorno fa - dice - ho let…

Dove eravate?

La storia dell'incremento dei controlli dopo l'arrivo sulla costa degli sfollati aquilani è ancora tutta da capire.
Ogni anno d'estate la costa subisce un incremento della popolazione, si chiama turismo, ma evidentemente qualcuno aveva bisogno di farsi prendere il cuore dalla tragedia per iniziare ad affronare il problema della sicurezza.

Facciamolo alla leghista

"Scegli cosa vuoi per il tuo futuro? Più servizi al cittadino oppure più cemento e prostitute?" Questo era il testo del cartello esposto presso il gazebo per la raccolta firme contro la vendita del terreno di Villa Rosa.
Un opposizione compatta, una volontà sana riassiunti in un cartello capace solo di fare leva su un possibile male peggiore tutt'altro che prossimo. Nulla da fare, la comunicazione politica continua a parlare ai cittadini picchiandoli allo stomaco, come se sventolare uno spauracchio fosse l'unico modo per muovere le coscenze.
Per quanto idiota possa essere l'idea, l'amministrazione vuole vedere quel terreno ad un impresa edile non vuole piazzarci un bordello. Sarebbe importante ricordarlo.

Fonte: sambenedettoggi.it

Chiavi

Questo commento dovrebbe diventare il manifesto di una nuova politica consapevole.
INIZIO CITAZIONE
M.C. ha detto...
Lunedì sera sono intervenute quasi 100 persone per dimostrare interesse verso un bene di tutti: la terra.Quel fazzoletto di terra dovrebbe diventare la chiave di volta per un nuovo modo di vivere il proprio paese, di un nuovo modo di intendere il bene comune e il bene per le persone che in questo paese ci vivono e ci vivranno.Una volta che le persone saranno "nuove", avremo anche una nuova classe politica fatta da amministratori e non faccendieri e improvvisati che si "dilettano a fare politica", poi nei fatti fanno danni irreparabili.
FINE CITAZIONE

Fuori tutto

Se le passate amministrazioni avessero venduto beni pubblici ogni volta che avevano la necessità di reperire fondi oggi in municipio non ci sarebbero neppure le maniglie delle porte.
Vedere un terreno per fare opere pubbliche, poi, è un gesto da disperati. Il sindaco è anziano, ed è normale che preferisca l’uovo di oggi alla gallina di domani, ma preso atto di ciò, sarebbe necessario che ad operare certe scelte ci sia una commissione di persone mediamente giovani capaci di affrontare in pieno le conseguenze del loro operato anche nel futuro meno prossimo.
Vendere beni pubblici per porre riparo agli errori di amministratori incapaci è una violenza che i martinsicuresi non devono subire.

PS
Che poi se l’uovo te lo danno gli amici fa sicuramente bene.