Passa ai contenuti principali

Facciamolo alla leghista

"Scegli cosa vuoi per il tuo futuro? Più servizi al cittadino oppure più cemento e prostitute?" Questo era il testo del cartello esposto presso il gazebo per la raccolta firme contro la vendita del terreno di Villa Rosa.
Un opposizione compatta, una volontà sana riassiunti in un cartello capace solo di fare leva su un possibile male peggiore tutt'altro che prossimo.
Nulla da fare, la comunicazione politica continua a parlare ai cittadini picchiandoli allo stomaco, come se sventolare uno spauracchio fosse l'unico modo per muovere le coscenze.
Per quanto idiota possa essere l'idea, l'amministrazione vuole vedere quel terreno ad un impresa edile non vuole piazzarci un bordello. Sarebbe importante ricordarlo.

Commenti

  1. Stavolta credo che Martinsicurocity abbia preso un abbaglio. Va detto innanzi tutto che il "male tutt'altro che prossimo" rappresenta un presente tutt'altro che invidiabile del nostro territorio.
    Detto questo si può condividere che il manifesto che sta rappresentando la battaglia intrapresa seanza dubbio dalle forze di minoranza possa rappresentare un pugno allo stomaco ma voi sicuramente saprete che riassumere in una immagine e in una frase un ragionamento che certo richiederebbe di essere ben sviscerato non è cosa facile e crediamo che quel cartello lo facci in maniera abbastanza decisa. Va poi detto naturalemten che, a meno di essere pazzi, nessuna minoranza si lancerebbe in una raccolta di firme ceh potrebbe rischiare di rappresentare un boomerang qualora non ottenga il risultato sperato, senza avere alle spalle un cospicuo numero di cittadini che "tirando la giacchetta" grida " Oh, chisc s' vò venn li terr nustr, vui che stet a fà allcat là dentr? N'facet nint?".
    Ora invece vorrei fare una proposta, chiamiamola, scentifica. Siccome credo che abbiate voluto dire la vostra, cosa nobilissima e condicivibile, su un problema che magari non avete modo di conoscere a fondo vi invito a fare un esperimento.
    Venite voi, gestori del blog, a Villa Rosa a fare un giro tra le palazzine a Nord della Chiesa nuove venerdi e sabato sera a gustarvi il via vai di auto che alternativamente fanno scendere e salire signorine più o meno giovani che esercitano equivocabilmente il mestiere più antico del mondo. Venite a godervi lo spettacolo delle luci che, su alcuni terrazzi e balconi, si accendono e spengono a voler indicare a chi da sotto è in attesa di suonare rispettivamente l'essere "occupata" o "libera" della signorina che abita l'appartamento. Venite a godervi il Lunedì mattina lo svolazzare di giornalini quali "corriere incontri" che fanno bella mostra, prima che qualcuno passi a raccoglierli, per le stradine (chiamarle strade è esagerato)che passano tra queste palazzine.
    Provate poi a invitare qualche vostra amica a farsi un giro la sera dopo le sette, questo magari più in inverno che in questo periodo in quanto la luce non gioca a favore, in quella zona per provare lebrezza e il disagio che provano le donne che vivono nel raggio di 600 metri da quelle palazzine nel vedersi affiancare da auto con a bordo signori che chiedono loro se sono libere .
    Poi magari non considerete uno "spauracchio" l'eventualità ventilata che a nuove palazzine in quella zona potrà corrispondere un aumento di tali attività di meretricio.
    Naturalmente in quelle palazzine abitano anche famiglie ma siate certi che quando andremo a vedere i loro nomi saranno in cima alle liste dei firmatari esasperate come sono da queste situazioni.
    E' giusto ricordare che il terreno vuole essere venduto ad una impresa edile, questo qualora qualcuno voglia credere come vanno dicendo Sindaco e assessori-consiglieri/yes man di Villa Rosa, che in fondo li non si vuole fare una speculazione edilizia.
    E' giusto ricordare anche che se in quella zona c'è l'Ufficio postale e il distretto sanitario di base è grazie al fatto che il Comune all'epoca ha potuto offrire il terreno per la costruzione degli edifici. Ed è altrettanto giusto ricordare che se, come dice il Sindaco, si è lasciato quel terreno per tanti anni inutilizzato è a causa del fatto che chi ci ha amministrato in questi anni, e lui ne sa qualcosa, ha sempre avuto la mentalità che palazzine=sviluppo e quindi non è riuscito a pensare a nulla che potesse essere reralizzato senza far guadagnare gli amici degli amici.
    Detto questo va anche precisato che è vero, l'amministrazione non vuole piazzare un bordello. Ma facciamo un esempio estremo ma che magari rende l'idea. Gli scarichi fognari e i fossi del nostro territorio sono allo stremo, basta una piccola pioggia per farli intasare e per far si che fuoriescano liquali. L'amministrazione lo sa e sa e dice che non può risolvere per ora questo problema. Ci sono dei comparti turistici che con una apposita delibera (sempre a firma Di Salvatore) hanno ora la possibilità di realizzare fino al 50% di palazzine. Facciamo l'esempio del comparto che si trova a Sud di Villa Rosa nella zona Campo Casone che qualora i proprietari o il proprietario decidessero di farlo partire approfittando del grande vantaggio dato a loro da quella delibera dovrebbero convogliare gli scarichi in Via Baracca, una Via che, chi ci abita lo sa, ogni qualvolta piove per più di 3 ore diventa una via maleodorante a causa dei tombini che travasano. Bene l'ammintrazione approvando questi progetti sa che cresceranno questi problemi ma allora che vogliamo dire...che l'Amminstrazione vuole riempire il paese di .....? No certo, ma sicuramente conoscendo le conseguenze già visibili dovrebbe evitare di aggravare la situazione, in ogni campo.
    Grazie

    RispondiElimina
  2. ho rivisto l'art , scusate gli errori ma la fretta...però non vorrei qualcuno possa credere cheil fantozziano facci possa essere voluto è troppo...naturalmente è faccia

    RispondiElimina
  3. Caro Martinsicurocity credo che stavolta ti stai sbagliando!Mi sembra che in questo momento non vivi il tuo Paese!vai in via Brodolino o quella dietro e stattici per una mezz'oretta poi torna a casa e scrivi su questo blog ciò che tu hai visto. credo cambierai idea. Non voglio aggiungere altro.

    RispondiElimina
  4. Attenzione, il problema della prostituzione esiste ed è sotto gli occhi di tutti. Ma dire che costruire appartamenti = prostitute è sbagliato. La prima cosa non implica per forza l'altra.
    La gente è capace di comprendere, non serve gridare ogni volta "al lupo". L'osservazione è solo questa.
    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  5. In questi giorni la verità è messa a dura prova.
    Il sindaco e i suoi compagni di cordata stanno minando le fondamenta del vocabolario di lingua italiana: nessuna cementificazione, solo tre palazzi. Ma con cosa li costruiranno, con pasta di riso?
    La prostituzione un problema tutt'altro che prossimo? Oltre alle vie citate sopra, venite in via berlinguere, via roma, via franchi e tutta la zona dietro l'asilo comunale, dopo le 21,00 sembrano gli Champs-Élysées di Parigi.
    Domenica un mio amico di ALtidona mi chiedeva se conoscevo una cinese famosissima dalle loro parti... Stavo a Tivoli in visita da alcuni nostri amici, mi presenta a suo padre e venuto a sapere che ero di Villa Rosa mi dice: "a il paese delle prostitute..." Basta o serve altro per guardare in faccia la verità?

    RispondiElimina
  6. "Scegli cosa vuoi per il tuo futuro? Più servizi al cittadino oppure più cemento e prostitute?"
    Questo non è essere leghisti, è volere bene alla propria terra. Divertitevi a contare le residenti del nostro Comune qui
    http://vetrina.corriereincontri.it/index.php/corriereincontri/Vetrina-Sexy/Vetrina-Novita/Donne

    Martinsicurocity, tu credi che quegli appartamenti saranno abitati da suore e brave famiglie? io ho fortissimi dubbi....e siccome quello che è stato fatto finora rimane a monito per il futuro, iniziamo a dire stop alle costruzioni selvagge. Addirittura adesso abbiamo il Comune imprenditore, che si vuole vendere terreno e progetto....chissà poi perchè, visto che le motivazioni che spingono all'alienazione sono cambiate, MA l'esigenza di vendere rimane....

    RispondiElimina
  7. Tanto per intendersi. Non è oggetto di discussione la raccolta firme e le iniziative contro la vendita del terreno.(il blog ha dato sempre grande risalto alla cosa)
    Il punto è che la politica (anche quella più vicina alla gente, come quella locale) si è ridotta a comunicare al cittadino solo sventolando questa o quella minaccia a seconda del risultato che si vuole ottenere. Queasta è una tecnica usata dalla legha nord che anni fa si è fatta strada urlando contro i politici ladroni ed oggi contro gli stranieri. E' un modo di comunicare che rompe ogni forma di dialogo o apertura.
    Prendendo come oggetto il cartellone in foto il messaggio esplicito che il passante riceve è: "firma contro le prostitute" e la cosa ancor peggiore è che il messaggio implicito è: "l'amministrazione è favorevole alla prostituzione".
    Poteva essere un'occasione per ricordare ai cittadini l'importanza della partecipazione e della cura del bene pubblico, invece si è ridotto tutto a qualcosa di più diretto ma più "basso".

    RispondiElimina
  8. Domenica mattina sono passato al banchetto per appoggiare questa giusta causa e ho potuto osservare un celebre costruttore visibilmente alterato per l'imprudente equazione contestata anche dal vostro blog. Ho notato che un consigliere comunale lo invitava a leggere la delibera incriminata per verificare chi fossero i veri portatori di disinformazione. E' un segno dei tempi che stanno cambiando? Io ci credo

    RispondiElimina
  9. Faccio una precisazione, ma prima una richiesta, qualora qualcuno, chiunque sia, sia stato avvicinato da coloro che si stanno impegnando nella raccolta delle firme e gli fosse stato chiesto di firmare perchè "l'amministrazione è favorevole alla prostituzione" chiedo in questa sede di dirlo senza problemi perchè si farà in modo di stigmatizzare l'accaduto affinchè ciò non accada più.
    Convinto naturalmente che così non sarà vorrei ribadire che il manifesto deve rappresentare una sintesi di quello che potrebbe essere uno scenario fururo considerando lo scenario presente. Pertanto deve comunque colpire, essendo poi ognuno libero di giudicare se in maniera giusta o sbagliata, l'attenzione.
    Chi chiede le firme lo fa dicendo che si vuole impedire una ulteriore cementificazione di un' area centrale del Paese.
    Dire che quegli appartamenti potrebbero ospitare prostitute è un dato di fatto, non è sventolare una minaccia, e se non lo si ammette vuol dire fare come gli struzzi e se questo paese non ha i servizi e lo sviluppo che merita è proprio perchè troppe volte si è fatto ciò.
    In questi giorni sto anche sentendo critiche nel senso del dire...ma voi dove eravate quando si passavano edificabili altre zone del territorio permettendo così di edificare selvaggiamente...bè..vorrei far presente che le scelte fatte allora probabilmente le sta pagando l'intero Paese ma vorrei anche precisare che qui non stiamo parlando di un proprietario terriero che avendo amicizie in amministrazione riesce a farsi passare edificabile il suo pezzo di terra. Queste cose avvengono negli uffici e difficilmente se ne viene a conoscenza se no dopo che il danno è fatto. Se fosse stato possibile per l'Amministrazione far passare edificabile questo terreno e venderlo come si dice...aumma aumma...ora staremmo solo a ragionare sterilmente dell'ennesimo sfregio compiuto al territorio ma siccome per poterlo fare hanno DOVUTO prima far sapere a tutti che avevano intenzione di farlo allora ci si è riusciti a muovere.
    Tutto qua.
    Per finire voglio segnalare che un paio di persone che sono passate davanti ai banchetti domenica mattina non hanno firmato sostenendo che ..."ma tanto Villa Rosa è già piena di p....che state a perdere tempo, "...per la serie muoia Sansone con tutti i Filistei...
    Bè, ogni opinione è ben accetta ma non per questo condivisibile.
    A presto

    RispondiElimina
  10. E' veramente triste constatare che in una città che conta 7.000 unità immobiliari disabitate, debba intervenire Guido Bertolaso per trovare una collocazione adeguata ad una povera creatura in coma da 23 anni sfuggita al disastro del sisma. Probabilmente il sindaco passando i pomeriggi a giocare a carte nei bar (come si è vantato di non fare), amministrerebbe meglio questa città. Meditate gente...

    RispondiElimina
  11. Mettiamo che sul manifesto avremo scritto: vieni e firma per cambiare la visione antropologica del futuro di questo paese.
    Quante persone avrebbero capito e sottoscritto?
    Appartamenti/prostitute, sviluppo/cemento è la visione che ha caratterizzato il nostro paese negli ultimi 30 anni, ed è quello che le persone conoscono maggiormente. Quanti conoscono i favoritismi dei nostri politici per alcuni costruttori, quanti conoscono le centinaia di euro sperperati da questa e dalle altre amministrazioni, quanti conoscono le potenzialità non sfruttate del nosto personale interno, quanti conoscono che oltre alle prostitute siamo pieni di spacciatori, e tante altre forme di delinquenza, quanti si rendono conto che il nostro paese è in piena recessione non solo economica? Qualche giorno fa ho equiparato quello che sta accadendo con le firme e il terreno, ad una chiave di volta, un nuovo pensiero in nuove persone. Che poi sono le stesse che abitano il paese, ma chiamate a viverlo e non a subirlo. La raccolta delle firme è solo il primo passo, solo chi ha una visione miope del problema può ridurre il tutto ad una scaramuccia pseudo politica.
    IL NOSTRO CARO SINDACO LAUREATO MI HA DETTO DI QUARDARE CHI STA PEGGIO DI NOI, IO, INVECE, HO SEMPRE OSSERVATO E SEGUITO CHI HA QUALCOSA DA INSEGNARMI, QUALCUNO CHE PUO' ESSERMI D'AIUTO PER MIGLIORARMI, CAPISCO CHE LA STANCHEZZA PUO' CANCELLARE I MIGLIORI DESIDERI E TOGLIERE LA SPERANZA, MA ALLORA RIPOSATI E FATTI DA PARTE.

    RispondiElimina
  12. Qualcuno potrebbe spiegarmi per quale motivo sulla stampa si parla di Paci, Antonini, De Luca e Lattanzi mentre io ho visto quasi sempre gli associati di cittattiva tirare la carretta nei gazebo? Sono i primi caldi o gli effetti della campagna elettorale?

    RispondiElimina
  13. Dato che siamo in tema di interrogativi, uno viene in mente anche a me. Il Dr. Dursi è sotto il gazebo in qualità di promotore della raccolta di firme o come promotore di se stesso? Ai cittadini l'ardua sentenza.

    RispondiElimina
  14. PROBLEMA
    un signore ha 1500 mq. di terreno e vuole costruire 3 palazzi, in tutto 9000 metri cubi di cemento.
    Da questi tre palazzi dobbiamo ricavare: locali per usi a servizio della cittadina (tutto il piano terra dei 3 palazzi), inoltre tanti soldini per asfaltare le strade del paese, pagare i debiti e costruire opere importanti (il cinema ambra? Piazza Kolbe?).
    Come faccio ad ottenere tutto questo?

    A - Ho detto un sacco di cavolate che non me le ricordo più e quindi il problema non ha una soluzione logica,
    B - Babbo Natale ha deciso di premiare il nostro paese per il sindaco più bello d'italia
    C - La maestra di matematica mi è morta il primo giorno di scuola e non hanno trovato una supplente, quindi non capisco quello che dico.

    A voi la scelta, oppure, altre soluzioni.

    RispondiElimina
  15. D - mi faccio un sacco di seghe mentali pur
    di fare il protagonista

    RispondiElimina
  16. Siamo alle offese
    Il sindaco, famoso per la sua cordialità, ha perso le staffe (si è tolto la maschera).
    Ieri e oggi ha accusato genitori e cittadini di essere degli sciacalli: ma siete sicuri di aver votato per la persona giusta?
    Questo non solo differenzia i laureati dal resto del mondo, ma ci indica come sciacalli. Bravo, bravo...

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

Ma alla fine, chi vince?

Chi è il favorito di queste elezioni? Esistono indizi per determinare quale candidato ha migliori chance? Per rispondere a simili domande la cosa migliore da fare è sempre quella di partire dai dati delle precedenti elezioni comunali per trovare analogie utili al ragionamento. Un tuffo nel passato, in pratica.

Elezioni comunali Martinsicuro 1993
Biagio Prosperi: Voti 811
Corsi Giovanni: Voti 540
Vallese Gianfilippo: Voti 2.256
Ignazio Caputi: Voti 4.120
TOTALE Voti Validi: 7.727

Elezioni comunali Martinsicuro 1997
Ignazio Caputi: Voti 2.414
Abramo Micozzi: Voti 2.853
Enzo Pierantozzi: Voti 2.837
TOTALE Voti Validi: 8.104

Elezioni comunali Martinsicuro 2002
Leonilde Maloni: Voti 4.506
Abramo Micozzi: Voti 3.326
TOTALE Voti Validi: 7.832

Elezioni comunali Martinsicuro 2007
Abramo Di Salvatore: Voti 3.259
Paolo Camaioni: Voti 2.540
Mauro Paci: Voti 1.410
Ignazio Caputi: Voti 977
Angelo Moscardelli: Voti 160
Emiliano De Mattheis: Voti 113
Totale Voti Validi: 8.449

Prendendo come punto di riferim…

Il problema di chi vola

Il blog ha ricevuto questa mail.

INIZIO CITAZIONE Ciao, chi vi scrive è un ragazzo di 34 anni di Martinsicuro.
Non sono molto “attivo” nella vita del paese, spesso osservo un po' rassegnato gli eventi aspettando che qualcosa finalmente cambi.
Non sono molto attivo nella vita sociale di Martinsicuro ma mi dedico assiduamente ai miei sport: la moto ed il volo. Si, avete capito bene, sono uno di quelli che svolazza in lungo ed in largo sopra la spiaggia di Martinsicuro appeso a quella specie di lenzuolo con quel ventolone un po' rumoroso. Insieme a me ci sono altri amici, padri di famiglia, scapoli incalliti o più semplicemente appassionati di volo, persone che dedicano il loro poco tempo libero alla pratica di questo sport cosi bello e particolare.
Potrei raccontarvi per ore delle mille avventure nei cieli del centro Italia, potrei descrivervi alcune cose che solo dall'alto si riescono a vedere e forse potrebbe essere l'occasione per far passare un brutto quarto d'ora …

Tutte le preferenze delle comunali martinsicuresi 2012

Dato che ogni analisi, a quest'ora ed alla fine di una giornata come questa, sarebbe parziale e sommaria rimandiamo a domani osservazioni più lucide e fredde. Intanto annotiamo qui i dettagli delle preferenze.


CITTA’ ATTIVA – CAMAIONI 
Stefano Ciapanna 308 Andrea D’Ambrosio 276 Massimo Corsi 163 Marco Ceci 99 Paolo Cistola 68 Sandro De Angelis 111 Olivo De Cesaris 135 Orlando Di Paolo 172 Giulio Eleuteri 157 Boris Giorgetti 133 Silvano Lupacchini 84 Federico Nardi 94 Roberto Prosperi 86 Roberta Spinosi 43 Debora Vallese 102 Sandro Ventresca 73 Solo lista 579
CAMBIAMO INSIEME – BUONASPEME  Gianni Alessandrini 62 Giorgio Anedda 138 Simona Antonini 267 Concetto Benizi 114 Giuseppe Capriotti 183 Gianni Carbone 108 Dante Cicchi 132 Amalia Cocchini 92 Guido D’Ascanio 91 Daniela De Luca 70 Elisa Foglia 76 Marco Foglia 86 Marco Massetti 164 Mauro Paci 111 Massimo Pulcini 108 Paolo Verdecchia 124 Solo lista 390
PROGETTO COMUNE – VAGNONI  Giuseppina Camaioni 173 Marco Bruno Cappellacci 171 Go…