Passa ai contenuti principali

Fuori tutto

Se le passate amministrazioni avessero venduto beni pubblici ogni volta che avevano la necessità di reperire fondi oggi in municipio non ci sarebbero neppure le maniglie delle porte.
Vedere un terreno per fare opere pubbliche, poi, è un gesto da disperati. Il sindaco è anziano, ed è normale che preferisca l’uovo di oggi alla gallina di domani, ma preso atto di ciò, sarebbe necessario che ad operare certe scelte ci sia una commissione di persone mediamente giovani capaci di affrontare in pieno le conseguenze del loro operato anche nel futuro meno prossimo.
Vendere beni pubblici per porre riparo agli errori di amministratori incapaci è una violenza che i martinsicuresi non devono subire.

PS
Che poi se l’uovo te lo danno gli amici fa sicuramente bene.

Commenti

  1. già togliere il pagamento del passi carrabili (una tassa che non pesa a nessuno) e aumentare la mensa scolastica è stata una pazzia, adesso pure la vendita delle terre.
    ma lì ,in futuro, non si potrebbe fare che sò... una piscina comunale, un parco attrezzato, una bella arena per spettacoli all'aperto, ....
    sembra che a martinsicuro le uniche opere che si possano fare siano A) palazzine e B) centri commerciali o supermercati.

    RispondiElimina
  2. Certo che è meglio l'uovo oggi... così ci fanno una bella frittata e se la mangiano loro...
    E poi ti mettono a credere che qualche briciolina (presunti locali da adibire a pubblica utilità) rimane anche a noi....
    STASERA PARTECIPATE ALL'INCONTRO A VILLA ROSA !!

    RispondiElimina
  3. perchè non possono reperire soldi per il dislocamento del depuratore vendendo beni pubblici? mentre possono vendere beni pubblici per costruire palazzine?

    RispondiElimina
  4. Infatti, dalla riunione di Villa Rosa di ieri sera è scaturito che il problema non è vendere il bene pubblico...ma il fatto che l'amministrazione non ha minimamente idea di cosa fare con i soldi ricavati....prima che si dovevano pagare i debiti (ormai assodato che la cosa è falsa) ..poi dovevano rifare il lungomare( invito tutti ad andare a fare una passeggiata nel tratto fatto l'anno scorso all'altezza del camping riva nuova per verificare come già si vedono le prime crepe)....poi dovevano rifare Piazza Kolbe e qualcos'altro a Villa Rosa ( questo ' uscito sul giornale il giorno prima che facessetro l'incontro, andato quasi deserto, per la presentazione del bilancio ) insomma....quello ceh si capisce che l'importante è accontentare chi vuole quel terreno e basta.
    Per inciso non vorrei che alla fine pure i soldi che arrivino all'Ente possano essere una miseria se è vero come dicono che vorrebbero fare delle palazzine lasciando dei locali sotto a disposizione del Comune...ma che pensano ..che il costruttore gli dà i soldi che vale il terreno e poi gli regala i locali???
    Che amarezza

    RispondiElimina
  5. martinsicurese, mi sa che c'hai ragione tu. stanno cercando una scusa qualsiasi per vendere. va assolutamente impedito questo scempio se non altro per dimostare che i martinsicuresi non sono il branco di ignoranti che loro credono.

    RispondiElimina
  6. La riunione di ieri sera è stata molto importante in qunto 9 consiglieri di opposizione si sono confrontati con i cittadini su un tema importante "la vendita dell'area verde di Villa Rosa".
    adesso diamo loro un aiuto nella raccolta di firme

    RispondiElimina
  7. Non bisogna dare una mano ai consiglieri ....ma ai martinsicuresi...datemi retta...non deve essere vista come una cosa politica o non avrebbe senso.

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…

Elisa Foglia e gli hobbisti della politica

Elisa Foglia, il candidato sindaco del PD, appare incerta, fragile ed incapace di tenere testa a due locomotive lanciate a gran velocità come Camaioni e Vagnoni.
Tuttavia, potrebbe essere la vera sorpresa di questa tornata elettorale, qualora Città Attiva fosse troppo affossata dalla presenza dei 5 Stelle e la destra non riuscisse a trovare i voti per passare al primo turno. Anche se remota l'eventualità di un ballottaggio tra Vagnoni e Foglia si può ancora tenere tra gli scenari possibili.
Le due liste del PD sono corte e poco assortite e con ancora una presenza di vecchi mestieranti della politica locale che a questo punto della loro vita hanno preso la campagna elettorale come un hobby da portare avanti tanto per tenersi attivi.
La loro presenza ha indebolito da subito la figura del candidato Sindaco e certamente ha tenuto fuori parecchi nomi nuovi che senza di loro non avrebbero esitato a schierarsi sotto il simbolo del Partito Democratico, però ha garantito l'esperienza …

Poi ci passa

Da oggi e per diversi giorni ancora il sottopasso di via Roma resterà chiuso causa lavori. Purtroppo questa interruzione stradale pesa ai martinsicuresi per diverse piccole ragioni: prima di tutto perché anche l’uscita da Martinsicuro attraverso via Bolzano è chiusa sempre per lavori e poi perché la coincidenza con l’arrivo dell’alta stagione turistica ed insieme il picco di calore hanno reso un semplice imprevisto in qualcosa che disturba parecchio il sistema nervoso di chi è costretto a spostarsi in certe direzioni.
Però da questa vicenda, traffico a parte, si possono trarre solo conclusioni positive. La prima è che i lavori in corso porteranno alla risoluzione di problemi gravi di cui la rete stradale martinsicurese soffriva da tempo, la seconda è che certe procedure burocratiche fanno giri immensi ma poi arrivano comunque a compimento invece di perdersi (e questa non era una cosa scontata), ed infine va comunque apprezzato il gesto di un’ amministrazione capace di portare avanti …