Passa ai contenuti principali

Pugni atomici

La "polizia municipale" di Martinsicuro diventa "polizia locale" ed inoltre continua ad aumentare la propria possibilità di dotazione di armi. Ad oggi un vigile (perchè sempre tale resta) può porterà con se: pistola, spray irritante, bastone, torcia, manette, giubbino antitaglio e volendo un cane. Un'attrezzatura non male per sbrigare scartoffie. Qui la delibera.

Commenti

  1. Scusate ma la delibera recita...."Qualora l’Amministrazione, decidesse di fornire di armamento gli addetti alla Polizia Locale aventi la qualifica di agenti di Pubblica Sicurezza, questi ultimi saranno dotati di arma da fuoco (pistola)...ecc.ecc...."Ma i vigili le pistole già ce le hanno .....non è un controsenso?....Speriamo poi che non inizino anche il servizio di notte come detto dal Sindaco sulla stampa ieri (va bene che è ormai risaputo che la maggior parte delle cose che dicono sui giornali poi non le fanno) perchè credo vada integrata la dotazione con raggi laser e le macchine con i fari alogeni....
    Scusate queste ultime battute ma davvero, non credo che i vigili alla fine non facciano il loro dovere, ma agli occhi del cittadino tutte queste cose appaiono come una inutile perdita di tempo e denaro....

    RispondiElimina
  2. era ora, armati e anche in servizio la notte, vista la feccia di società che ospitiamo

    RispondiElimina
  3. Ormai da tempo immemorabile non vedo un vigile circolare per martinsicuro. Eppure di lavoro da sbrigare oltre alle scartoffie ce ne sarebbe molto.
    Mettere in mano tutto questo armamentario degno di robocop non credo che migliori la situazione di martinsicuro, ci vuole altro ormai per risanare la nostra ormai ex bella cittadina.
    Una curiosità che mi arrovella da tempo, ma quante multe (divieto di sosta, velocità elevata, etc) vengono elevate ogni anno dal comando di polizia municipale di martinsicuro? Sono aperte le scommesse.

    RispondiElimina
  4. Chiudono le fabbriche, c'e' la crisi, diminuiscono
    i lavoratori, ma aumentano viggilantes, polizzie e gente varia, sempre piu' feshion.
    Senza contare gli inutili pattugliamenti in elicottero, che arrecano solo fastidio alla popolazione !
    Siamo arrivati allo stato di polizzia ?

    Per fortuna che nella nostra city i viggili non sono
    degli intransigenti multatori, come in altri comuni,
    quindi teniamoceli cari.

    RispondiElimina
  5. Anche se multare l'abuso di doppie non sarebbe male.

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…

Elisa Foglia e gli hobbisti della politica

Elisa Foglia, il candidato sindaco del PD, appare incerta, fragile ed incapace di tenere testa a due locomotive lanciate a gran velocità come Camaioni e Vagnoni.
Tuttavia, potrebbe essere la vera sorpresa di questa tornata elettorale, qualora Città Attiva fosse troppo affossata dalla presenza dei 5 Stelle e la destra non riuscisse a trovare i voti per passare al primo turno. Anche se remota l'eventualità di un ballottaggio tra Vagnoni e Foglia si può ancora tenere tra gli scenari possibili.
Le due liste del PD sono corte e poco assortite e con ancora una presenza di vecchi mestieranti della politica locale che a questo punto della loro vita hanno preso la campagna elettorale come un hobby da portare avanti tanto per tenersi attivi.
La loro presenza ha indebolito da subito la figura del candidato Sindaco e certamente ha tenuto fuori parecchi nomi nuovi che senza di loro non avrebbero esitato a schierarsi sotto il simbolo del Partito Democratico, però ha garantito l'esperienza …