Passa ai contenuti principali

Servito quasi a nulla

Città Attiva ha pubblicato il report dell’ultimo scoppiettante consiglio comunale. A nostre spese e con dispendio di tempo per i presenti è stato possibile constatare che riunire quest’ organo assembleare per discutere 13 interpellanze e interrogazioni (più o meno interessanti, non importa) tutte insieme è una fesseria. Magari la cosa è fattibile in un consiglio dove maggioranza ed opposizione lavorano in modo organico, ma a Martinsicuro, per il momento non possiamo concederci questo livello di efficienza.
Nota negativa: non si capisce cosa AN speri di ottenere con questo comportamento.
Nota positiva: questa cosa del report di Città Attiva dopo il consiglio funziona molto bene, ma bisognerebbe avere diverse soggettive.

Commenti

  1. Io mi sono fatto un sacco di risate, dovrebbero trasmetterlo in TV dato che di programmi simili non se ne vedono tranne che nei TG quando parlano del parlamento.
    Chiamiamo Gerry Scotti e noi cittadini, invece di usare pentole e trombe, usiamo ortaggi e torte di panna...

    RispondiElimina
  2. Questi vecchi e soliti politici locali, ormai al termine della loro vita politica,perchè questo è quello che si avverte nell'aria (e lo sanno bene), sono capaci, pur di rientrare in carreggiata a fare di tutto e di più, anche servendosi di un semplice, interessante, piacevole blog, che all'apparenza ha lo scopo di comunicare e confrontarsi.
    Se questo non è il tuo scopo, Mcity, ti ringrazio dell'aiuto e della collaborazione.
    Vedi, la gente è stanca di belle parole e dei continui litigi; la gente vuole i fatti. Fatti, che da trent'anni non si vedono nemmeno con i binocoli del planetario. Ognuno ha sempre pensato a se. BASTA!! Lasciamo il posto al nuovo, a quella parte del nuovo che pensa veramente di cambiare questa mentalità retrograta che vige ancora per le strade di Martinsicuro; a quelle persone che hanno voglia di fare qualcosa per il paese al servizio di tutti. Persone che si sentono veramente libere di decidere e ragionare con la propria testa e non con la testa degli altri. Infatti, oggi, per l'ennesima volta, il nuovo ad amministrare non c'è, ma ci sono sempre loro. L'ultimo consiglio ne è la prova evidente che deve far riflettere tutti, cittadini e politici.
    Per me, Martinsicuro è piena di gente meravigliosa che non merita di essere trattata così; quale futuro diamo ai giovani stando a M.? Se tu, Mcity, hai una risposta degna di nota, diccela, perchè attualmente io non vedo niente di positivo, sono deluso e stanco. Dopo tutti questi anni, tu pensi che ancora valga la pena lottare? Perchè vedi, per il nuovo è proprio difficile, anzi direi quasi impossibile farsi spazio. Anzi, se si può, lo si distrugge anche e facilmente viene la voglia di arrendersi.

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…

Elisa Foglia e gli hobbisti della politica

Elisa Foglia, il candidato sindaco del PD, appare incerta, fragile ed incapace di tenere testa a due locomotive lanciate a gran velocità come Camaioni e Vagnoni.
Tuttavia, potrebbe essere la vera sorpresa di questa tornata elettorale, qualora Città Attiva fosse troppo affossata dalla presenza dei 5 Stelle e la destra non riuscisse a trovare i voti per passare al primo turno. Anche se remota l'eventualità di un ballottaggio tra Vagnoni e Foglia si può ancora tenere tra gli scenari possibili.
Le due liste del PD sono corte e poco assortite e con ancora una presenza di vecchi mestieranti della politica locale che a questo punto della loro vita hanno preso la campagna elettorale come un hobby da portare avanti tanto per tenersi attivi.
La loro presenza ha indebolito da subito la figura del candidato Sindaco e certamente ha tenuto fuori parecchi nomi nuovi che senza di loro non avrebbero esitato a schierarsi sotto il simbolo del Partito Democratico, però ha garantito l'esperienza …