Passa ai contenuti principali

Messaggi in bottiglia

Arriva come una sberla sulla faccia della campagna elettorale la protesta attuata in Via Bolzano contro il degrado e l'abbandono di certi angoli della città. Un piccolo gesto che spaventa e fa riflettere allo stesso tempo.

Commenti

  1. effettivamente mancano dei cestini per i rifiuti.
    ma anche i meravigliosi cassonetti fissi,
    cioe' aree atrezzate per la raccolta differenziata collettiva.
    La raccolta porta a porta e' sicuramente piu' costosa,
    anche come consumo di carburante.
    inoltre "lo spettacolo" mattutino dei sacchi abbandonati davanti
    alle case e' abbastanza indecente.

    RispondiElimina
  2. Non preoccuparti la Lista MARTINROSA con il suo candidado sindaco, se vincerà, riempirà la città di cestini... in cemento armato o legno.

    RispondiElimina
  3. Si tratta di un bel gesto, quello di via Bolzano. Raccogliere le siringhe, mostrarle, mostrare l’egoismo di chi si fa le pere e poi butta a terra la siringa usata e l’egoismo di una parte della società italiana che non vuole trattare il problema, non ama mostrarlo.
    Ricordo innanzitutto che quella bottiglia vista in via Bolzano a Martinsicuro la potreste vedere anche a San Benedetto del Tronto, lungo l’Albula nei pressi del lungomare, o in un parco verde o in una stazione di una qualsiasi grande città italiana. Insomma il problema non è locale.
    Tuttavia qui da noi c’è una grande concentrazione di tossicodipendenti che consumano l’eroina a Martinsicuro e vengono da tutta la vallata del Tronto. Martinsicuro è strategica per gli spacciatori. E’ luogo di confluenza di tutta la vallata e del litorale abruzzese-marchigiano.
    Che soluzione attuare?
    Possiamo forse risolvere il problema della tossicodipendenza? Evidentemente no.
    Possiamo forse cacciare via gli spacciatori? Non è alla portata di una amministrazione comunale.
    Possiamo forse sbarrare la strada ai tossicodipendenti? Non è alla portata di una amministrazione comunale.
    Cosa fare allora? Innanzitutto si potrebbe reperire un po’ di dati. Per esempio, le fatture di vendita delle siringhe e delle soluzioni da iniezione. Basta chiedere le fatture alle nostre tre farmacie per avere un’idea del fenomeno. Si potrebbe poi fare un incontro con i farmacisti per sentire il loro parere. Diciamo che la questione è questa: dato che non ho potere sul problema tossicodipendenza, vorrei almeno indurre i tossicodipendenti a non lasciare le siringhe in strada, dove possono essere raccolte da bambini. Dove possone essere viste da tutti, turisti compresi. Come fare? Escluderei subito un corso di buone maniere.
    Alziamo un po’ il prezzo delle siringhe e delle soluzioni per iniezione. Non troppo. Non troppo da indurre i tossicodipendenti a riciclare le stesse siringhe ma non troppo poco da permettergli di fare un uso e getta, che si trasforma in getta a terra. Introdurre macchinette di scambio di siringhe. Per ogni siringa usata introdotta si restituisce il valore in monete. Oppure, pensare a un locale controllato, per esempio nelle farmacie, dove iniettare l’eroina. Ma, quest’ultima mi pare fantascienza per un paese come l’Italia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da bambini abbiamo visto troppi telefilms e queste sono le logiche conseguenze.
      ovviamente, come gia' dimostrato, a pagare sara' sempre il consumatore locale,
      con nome, cognome indirizzo e residenza.
      ovviamente invece i soliti ignoti ed extraignoti che trafficano e delinquono,
      senza nome e senza identita' si dileguano senza lasciare tracce, loro sono piu' furbi.
      Il problema tossicodipendenza dal lato consumatore, lo si affronta con il controllo
      sanitario e gli ambulatori preposti, sert e cazzebbubboli vari.
      per il problema di "marketing" invece bisogerebbe controllare i soliti ignoti,
      che evidentemente sono piu' numerosi e piu' organizzati dei pochi preposti.

      Elimina
    2. mai letto tante stronzate in poche righe....

      Elimina
  4. Proprio oggi, in via Roma, davanti al comando municipale,
    il cane della signorina fà mezzo chilo di cacca sul marciapiede.
    la cacchina ovviamente viene lasciata sul luogo per allietare la giornata ai passanti.
    (il marciapiede oramai è diventato peggio di un campo minato)
    inoltre nella città sono presenti cani molesti, randagi
    o lasciati liberi di fare i propri bisogni sulla strada pubblica.
    Quante sono le multe elevate dal comando per imbrattamento di suolo pubblico ?
    Il degrado della nostra città è anche colpa di molti suoi cittadini.

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

Ma alla fine, chi vince?

Chi è il favorito di queste elezioni? Esistono indizi per determinare quale candidato ha migliori chance? Per rispondere a simili domande la cosa migliore da fare è sempre quella di partire dai dati delle precedenti elezioni comunali per trovare analogie utili al ragionamento. Un tuffo nel passato, in pratica.

Elezioni comunali Martinsicuro 1993
Biagio Prosperi: Voti 811
Corsi Giovanni: Voti 540
Vallese Gianfilippo: Voti 2.256
Ignazio Caputi: Voti 4.120
TOTALE Voti Validi: 7.727

Elezioni comunali Martinsicuro 1997
Ignazio Caputi: Voti 2.414
Abramo Micozzi: Voti 2.853
Enzo Pierantozzi: Voti 2.837
TOTALE Voti Validi: 8.104

Elezioni comunali Martinsicuro 2002
Leonilde Maloni: Voti 4.506
Abramo Micozzi: Voti 3.326
TOTALE Voti Validi: 7.832

Elezioni comunali Martinsicuro 2007
Abramo Di Salvatore: Voti 3.259
Paolo Camaioni: Voti 2.540
Mauro Paci: Voti 1.410
Ignazio Caputi: Voti 977
Angelo Moscardelli: Voti 160
Emiliano De Mattheis: Voti 113
Totale Voti Validi: 8.449

Prendendo come punto di riferim…

Il problema di chi vola

Il blog ha ricevuto questa mail.

INIZIO CITAZIONE Ciao, chi vi scrive è un ragazzo di 34 anni di Martinsicuro.
Non sono molto “attivo” nella vita del paese, spesso osservo un po' rassegnato gli eventi aspettando che qualcosa finalmente cambi.
Non sono molto attivo nella vita sociale di Martinsicuro ma mi dedico assiduamente ai miei sport: la moto ed il volo. Si, avete capito bene, sono uno di quelli che svolazza in lungo ed in largo sopra la spiaggia di Martinsicuro appeso a quella specie di lenzuolo con quel ventolone un po' rumoroso. Insieme a me ci sono altri amici, padri di famiglia, scapoli incalliti o più semplicemente appassionati di volo, persone che dedicano il loro poco tempo libero alla pratica di questo sport cosi bello e particolare.
Potrei raccontarvi per ore delle mille avventure nei cieli del centro Italia, potrei descrivervi alcune cose che solo dall'alto si riescono a vedere e forse potrebbe essere l'occasione per far passare un brutto quarto d'ora …

Tutte le preferenze delle comunali martinsicuresi 2012

Dato che ogni analisi, a quest'ora ed alla fine di una giornata come questa, sarebbe parziale e sommaria rimandiamo a domani osservazioni più lucide e fredde. Intanto annotiamo qui i dettagli delle preferenze.


CITTA’ ATTIVA – CAMAIONI 
Stefano Ciapanna 308 Andrea D’Ambrosio 276 Massimo Corsi 163 Marco Ceci 99 Paolo Cistola 68 Sandro De Angelis 111 Olivo De Cesaris 135 Orlando Di Paolo 172 Giulio Eleuteri 157 Boris Giorgetti 133 Silvano Lupacchini 84 Federico Nardi 94 Roberto Prosperi 86 Roberta Spinosi 43 Debora Vallese 102 Sandro Ventresca 73 Solo lista 579
CAMBIAMO INSIEME – BUONASPEME  Gianni Alessandrini 62 Giorgio Anedda 138 Simona Antonini 267 Concetto Benizi 114 Giuseppe Capriotti 183 Gianni Carbone 108 Dante Cicchi 132 Amalia Cocchini 92 Guido D’Ascanio 91 Daniela De Luca 70 Elisa Foglia 76 Marco Foglia 86 Marco Massetti 164 Mauro Paci 111 Massimo Pulcini 108 Paolo Verdecchia 124 Solo lista 390
PROGETTO COMUNE – VAGNONI  Giuseppina Camaioni 173 Marco Bruno Cappellacci 171 Go…