Passa ai contenuti principali

Con i libri al posto del cibo

Per tutta la settimana, sul lungomare di Martinsicuro, ci sarà una bell'iniziativa alla sua seconda edizione: il Martinbook Festival. Vale la pena farci un salto. Si tratta di una delle più articolate e strutturate iniziative culturali mai messe in piedi in questa città. Si può essere in contrapposizione politica con l'amministrazione comunale oppure in antipatia con qualcuno degli organizzatori, ma resta sempre la cosa migliore che Martinsicuro è riuscita a fare in questi ultimi tempi. E Martinsicuro siamo sempre noi.

Commenti

  1. d'accordissimo, ci vado

    RispondiElimina
  2. ... io ci sono andato ieri sera..prima di dire la mia...aspetto altri commenti....

    RispondiElimina
  3. Appena di ritorno dal lungomare.....!NO COMMENT

    RispondiElimina
  4. I turisti vogliono magna' beve e grattasse li zebedei.
    sicuramente sarannp molto poco interessati alla cultura.

    RispondiElimina
  5. Giudizio critico... Tavanata galattica!!!
    E domani sera con Borrelli facciamo il pieno
    di ufologia... Sapete cosa vi dico?
    Molto meglio Mario Giordano

    RispondiElimina
  6. Perchè non coniugare l'enogastronomia con eventi culturali di questo tipo? Tipo "vino e poesia" oppure la gastronomia nei versi di poeti dialettali e non.

    RispondiElimina
  7. veramente bellissima manifestazione, soprattutto
    in questi giorni che l'aria di notte è rinfrescata molto.
    complimenti all' organizzazione.

    RispondiElimina
  8. Ma che adesso cominciate con le autocelebrazioni?

    Invito il delegato Vagnoni a prendere qualche ragazzo e farlo girare tra i turisti e i cittadini che nell'ultima settimana hanno frequentato le isole pedonali la sera nel nostro Comune. Così lo sentite sul serio che rinfrescata vi danno...

    RispondiElimina
  9. Questa mattina, insieme a due volontari, stavamo pulendo la strada pedonale che costeggia la pineta dietro l'ufficio postale di Villa Rosa (erano settimane che chiedavamo al comune di pulirla) e una turista ci ha detto: "come fate a vivere in un paese tanto carino e tanto maltrattato? Come può un Sindaco non vedere in quale stato pietoso sono ridotte le strade? Possibile che non vi rendiate conto? Giuro che questo è il primo e ultimo anno che trascorro le vacanze da voi... un vero peccato".
    Capirete l'amarezza che abbiamo provato e le poche parole che abbiamo potuto dire per difendere l'indifendibile.
    In spiaggia le persone si puliscono da soli lo spazio, per strada è uno schifo e il Sindaco insieme alla sua giunta continua promettere e dire le solite scempiaggini... meno male che non esce la sera.

    RispondiElimina
  10. Martinsicuro una cittadina ormai allo sbando. Alla sera basta uscire a farsi un giro sulla "bellissima area pedonale" per rendersi conto in che stato siamo ridotti. Sporcizia ed incuria dappertutto, gente poco raccomandabile (romeni, albanesi e napoletani)che in barba ad ogni regola del vivere civile, và a spasso con l'intenzione di attaccare briga con qualcuno. Prostitute che adescano i clienti come in una via bordello di bangkok, extracomunitari che occupano quasi la totalità della strada con ogni genere di mercanzia contraffatta.
    Non si vede un vigile in giro neanche a pagarlo a peso d'oro, figuriamcoci i carabinieri. Io capisco che il martinbook festival è lodevolmente uno sforzo a migliorare martinsicuro, ma signori miei, quì come direbbe qualcuno mancano ancora le basi del mestiere. Prima di tutto bisognerebbe pensare a rendere più civile la cittadina, in tutto e per tutto. Ma se andate a 5 km da noi a san benedetto del tronto, vedete quello che vedete da noi? Vi rispondo direttamente io NOOOOO, sembra di essere in un'altro mondo. Ok qualcuno può dire che vogliamo una cittadina diversa dai nostri vicini, ma di sicuro io non voglio una martinsicuro così, basta a questo schifo!!!!!

    Un martinsicurese ormai stanco.

    RispondiElimina
  11. SVEGLIA MARTINSICURO!!!!! SVEGLIA!!!!!

    RispondiElimina
  12. Il Martinbook è finito.
    Considerazioni personali.
    La presenza della gente è stata garantita dallo svolgere la manifestazione all'interno dell'isola pedonale. Se veramente si vuole vedere se raccoglie consensi andrebbe fatta in Piazza Cavour. Poi se ne riparla.
    Le "case editrici" si sono divise piccoli banchetti all'interno degli stand..stand che tra l'altro, rispetto all'anno scorso, sono stati molto meno visitati. Gli stand più grandi erano occupati da venditori di libri....Libreria Mondadori, La libraria e Nuovi Orizzonti oltre cha da Associazioni.
    Le 80 sedie preparate davanti al palco per buona parte delle serate sono rimaste occupate scarsamente per la metà, se poi si vuole considerare che tra i presenti c'erano amministratori del Comune, parenti, componenti l'associazione che organizzava e dipendenti comunali... ma possiamo anche sorvolare.
    Le foto pubblicate sul sito (www. martinbook.it) riguardano le ultime 2 serate, il fotografo ufficiale/ex candidato in lista con l'attuale maggioranza avrà anche cercato di evidenziare le cose migliori ma purtroppo il materiale non era oggettivamente molto per cui come si può notare si sono pubblicate le foto che riguardano la folta presenza di bambini che naturalmente hanno a seguito i rispettivi genitori (e diciamo che questa è una parte positiva in quanto si è coinvolta la parte positiva e che meglio andrebbe seguita della Città) e gli ospiti....quando andiamo sul pubblico è evidente la presenza in prima fila delle categorie già esposte sopra.
    Va detto inoltre che durante la settimana in cui si è svolto il Martinbook il calendario manifestazioni alternativo era da panico....se si girava nell'isola pedonale a Villa Rosa o in altre zone centrali di Martinsicuro sembrava vigesse il lutto cittadino.
    Detto questo potremmo anche, facendo le pulci, cercare di trovare la parte positiva di tutta l'operazione che, come diceva un anonimo un pauio di commenti sopra....potrebbe essere..."il martinbook festival è lodevolmente uno sforzo a migliorare martinsicuro"....ma verrebbe da chiedersi...con 34.000 euro...proprio non si poteva fare di meglio?
    Io ho detto la mia...ma io sono uno...e magari la minoranza in quanto molti altri avranno visto cose diverse.

    RispondiElimina
  13. Manca poco per dare una svolta una volta per tutte a questo paese.
    CORAGGIO CHE CE LA FACCIAMO AD USCIRE DA QUESTO BARATRO.

    RispondiElimina
  14. Secondo me le cose piano ma molto molto molto piano, rispetto agli anni scorsi stanno migliorando e non certo grazie al sindaco e company, che SE NE DEVONO ANDARE !!!

    RispondiElimina
  15. Scusate ma....magari ho sbagliato io ma....mi sembrava di aver postato un commento...c.era qualcosa che non andava??

    RispondiElimina
  16. Premettiamo che le signorine peripatetiche esistevano
    fin dai tempi degli antichi romani, e nessuno si è mai
    lamentato di nulla. (tranne casi molto fastidiosi)
    Per il resto, si, troppi balordi, e gente strana.
    In aggiunta alla quota fisiologica degli autoctoni,
    (cioè le solte T.d.C.) si aggiungono pure : un pò
    di camorrina partenopea, una buona quotaparte di
    extracomunitari africani, e bengalesi,
    che non sì sà bene cosa facciano nella vita.
    inoltre abbiamo anche una quotaparte di dilinquenza dell' est.
    (non tutti per fortuna, ci sono anche brava gente)
    e il solito valore aggiunto di zingarerie varie.
    Una volta fuori le nostre case, c'era la piccola
    teca del santo patrono con lampadina,
    ora invece l'abbiamo sostituita con la sirena.
    Se continua di questo passo, gli antifurti andranno a ruba.

    RispondiElimina
  17. Che le "signorine peripatetiche" esistessero sino dagli antichi romani non vuol dire che allora adesso ce le dobbiamo ritrovare a passeggio sul lungomare ad adescare clienti. "La camorrina" come la chiami tu e le altre etnie romeni ed albanesi, nonchè ultimamente anche qualche rom che credo si sia trasferito da alba a noi (complimenti a chi rilascia le residenze di questo comune), africani, bengalesi, e chi più ne ha più ne metta. Insomma per farla breve il tuo dare dei vezzeggiativi a tutto questo marasma di gente poco raccomandabile sembra quasi una sdrammatizzazione della situazione attuale di martinsicuro. Stiamo vivendo sull'orlo del baratro e come sempre ci diciamo "ma in fondo poi e così dappertutto", quando in realtà sappiamo benissimo che così non è. Mentre tutte le cittadine vicine a noi si migliorano costantemente nel tempo noi non facciamo che peggiorare. Presto di quel poco turismo che ci rimane non resterà nulla ed allora martinsicuro si ritroverà sola con balordi e annessi. Ogni volta che qualcuno sente che sono di martinsicuro mi guarda con aria come se avessi una malattia rara a cui non c'è rimedio. Sveglia gente

    Un altro martinsicurese stanco e inc....o

    RispondiElimina
  18. Va bè...io ci riprovo...:

    Il Martinbook è finito.
    Considerazioni personali.
    La presenza della gente è stata garantita dallo svolgere la manifestazione all'interno dell'isola pedonale.
    Se veramente si vuole vedere se raccoglie consensi e interesse andrebbe fatta in Piazza Cavour. Poi se ne riparla.
    Le "case editrici" si sono divise piccoli banchetti all'interno degli stand..stand che tra l'altro, rispetto all'anno scorso, sono stati molto meno visitati. Gli stand più grandi erano occupati da venditori di libri....Libreria Mondadori, La libraria e Nuovi Orizzonti oltre cha da Associazioni.
    Le 80 sedie preparate davanti al palco da metà serata in poi sono rimaste occupate scarsamente per la metà, se poi si vuole considerare che tra i presenti c'erano amministratori del Comune, parenti e componenti l'associazione che organizzava e dipendenti comunali... ma possiamo anche sorvolare.
    Le foto pubblicate sul sito (www. martinbook.it) riguardano le ultime 2 serate, il fotografo ufficiale/ex candidato in lista con l'attuale maggioranza avrà anche cercato di evidenziare le cose migliori ma purtroppo il materiale non era oggettivamente molto per cui come si può notare si sono pubblicate le foto che riguardano la folta presenza di bambini che naturalmente hanno a seguito i rispettivi genitori e che sono sempre una garanzia in fatto di partecipazione(possiamo comunque dire che l'aver coinvolto quella che è la parte che va più seguita in tema di creazione di interessi per fatti culturali è una cosa positiva anche se se è altrettanto vero che per i bambini e i ragazzi la nostra Martinsicuro non offre granchè) e gli ospiti invitati....quando andiamo sul pubblico è evidente la presenza in prima fila delle categorie già esposte sopra.
    Va detto inoltre che durante la settimana in cui si è svolto il Martinbook il calendario manifestazioni alternativo era da panico....se si girava nell'isola pedonale a Villa Rosa o in altre zone centrali di Martinsicuro sembrava vigesse il lutto cittadino.
    Detto questo faccio un'altra considerazione.
    Un anonimo un paio di commenti sopra sostiene che "il martinbook festival è lodevolmente uno sforzo a migliorare Martinsicuro"....ma verrebbe da chiedersi...con 34.000 euro...proprio non si potevano cercare soluzioni alternative per migliorare la nostra Città??
    Io ho detto la mia...ma io sono uno...e magari la minoranza in quanto molti altri avranno visto cose diverse.

    RispondiElimina
  19. Sinceramente stupisce il commento di Al inerente lo spostamento del martinbook dal lungomare a piazza cavour. Di solito gli eventi si fanno dove c’è maggiore afflusso di gente, ma a questo punto le stesse considerazioni dovrebbero essere fatte per la sfilata del carnevale estivo (quest’anno non si fa, ma è solo a titolo di esempio) o per le altre manifestazioni che pure si svolgono alla rotonda. Che facciamo, le spostiamo tutte in piazza per vedere se le persone ci vanno di spontanea volontà, piuttosto che permettere loro di partecipare anche se ci si “imbattono per caso”?
    Se poi è la grande folla che cerchi per il Martinbook, ti dico che difficilmente troverai l’afflusso che si ha ad esempio con una sagra o con il carnevale estivo, dove però le persone più che altro si concentrano ai tavoli (nel primo caso) o passeggiano (nel secondo), ma saranno comunque pochi quelli che si trovano sotto al palco a sentire il personaggio di turno che parla o intrattiene. Per farti un altro esempio ti dico che al Salone del Libro di Torino alle singole presentazioni di libri non ci sono mai più di 20-25 persone. Questo perché non è facile catalizzare l’attenzione del pubblico, a meno che non siano presenti grandi nomi (vedi, nel caso di martinbook, borrelli e giordano, che hanno riempito la rotonda). Lo scopo però è quello di creare un evento che diventi con il tempo un punto di riferimento per un certo settore, l’editoria, e per gli autori, riuscendo a far partecipare anche quelli più noti, oltre che una proposta turistica per gli appassionati di libri e cultura.
    Per i costi non so se la cifra che indichi sia quella spesa, ad ogni modo se così fosse sicuramente ci si potrebbe ragionare per ridurre qualcosa.
    Una cosa però è certa: è una manifestazione unica nel suo genere qui nel teramano (non ci sono altri comuni che fanno una cosa simile) e si è fatta conoscere a livello regionale, ci sono scrittori che hanno chiesto di partecipare ma che non sono stati accontentati per via delle tante richieste, e che quindi torneranno in autunno e in inverno per le presentazioni al torrrione, il nome di Martinsicuro è girato per motivi diversi da quelli soliti e più tristi che tutti conosciamo, e i due ospiti di rilievo che ci sono stati possono essere un biglietto da visita per chiamarne altri il prossimo anno. Certo, una manifestazione che è solo alla seconda edizione ha ampi margini di crescita, e sono tante le cose che possono essere migliorate anche per quanto riguarda l’allestimento degli stand o la sistemazione del lungomare, più pulito e senza la brutta immagine degli abusivi.
    Ora bisogna capire come si vorrà procedere in futuro: molto probabilmente il prossimo anno l’amministrazione che eventualmente succederà a questa, storcerà il naso e non vorrà ripetere l’esperienza, semplicemente per non condividere un’iniziativa che è stata avviata da quella passata. Se così fosse, sono curioso di vedere cosa proporrà di nuovo per "cercare soluzioni alternative per migliorare la città"

    RispondiElimina
  20. Martinbook è una bella manifestazione ed è stata anche ben pubblicizzata. Ma quello che conta non è l’opinione di una persona ma il grado di partecipazione. Se organizzi una manifestazione e non viene nessuno o poca gente allora la manifestazione è un flop (in poche parole sono stati gettati soldi al vento, o se volete sono stati regalati a qualcuno che non li meritava). Se una manifestazione è un flop, o non piace o poca gente sapeva della cosa.

    Martinbook ha portato il pieno della rotonda nei giorni dei grandi nomi. Nei restanti giorni è andata comunque bene. Quindi mi viene spontaneo ringraziare chi ha organizzato la cosa. Riflessioni su luogo idoneo (piazza o lungomare), sulla mancanza di altre manifestazioni negli stessi giorni, ecc, sono fuori luogo e mostrano una carenza dei basilari accorgimenti di marketing per far funzionare una manifestazione.

    RispondiElimina
  21. Per favore, lasciamo stare "i basilari accorgimenti di marketing" altrimenti scoperchiamo una pentola di pop corn
    che non finisce piu'. Mettiamola cosi':
    tutte le manifestazioni hanno qualcosa
    di buono se solo non avessero la sfortuna di svolgersi da queste marti.
    In questo senso il martinbook (non me ne vogliate) presenta piu' motivi di flop che di buone soddisfazioni. E ricordatevi tutti che
    e' in arrivo l'ultima geniale trovata
    di questi prestigiatori, il bus navetta!!!
    Ne sentiremo delle belle

    RispondiElimina
  22. So che probabilmente stupirò di nuovo l'anonimo sopra ma di solito gli eventi si fanno...per creare afflusso di gente ...e non dove c'è afflusso di gente. Il carnevale (tra l'altro da poter annoverare tra le poche cose buone che c'erano e che dopo questi 4 anni non c'è più) lo si potrebbe fare anche sulla ss16 e vedrebbe comunque la partecipazione di un gran numero di persone già solo per il fatto che a partecipare alla sua organizzazione sono decine e decine di persone e non pochi eletti.
    Sotto il palco sono poche le persone che si fanno intrattenere per il semplice motivo che la presentazione di un libro se anche può essere interessante fatta al Torrione o magari su una rotonda sul lungomare una sera di una settimana non può essere inserita tra le manifestazioni di maggior interesse tra coloro che stanno trascorrendo un periodo di spensierata rilassatezza. Una prova? La prima sera, il lunedì, si stava esibendo sul palco "Idea solida"..quasi tutte le sedie occupate a inizio rappresentazione....dopo circa 40 minuti oltre la metà erano andati via...in compenso passeggiando nell'isola pedonaledopo poco più di 100 mt verso sud c'era un ragazzo che con delle bombolette disegnava delle lastre, credo di metallo, che vedeva la presenza di 50/60 persone ad ammirarlo estasiate....E non dico altro.
    Per i costi basta fare i bravi cittadini e andare sul sito del Comune e cercare tra le delibere quella che indica la previsione di spesa pe la manifestazione...ma sono certo che saprà già il nostro anonimo che la cifra è corretta...anche perchè se sa che sono stati rifiutati scrittori saprà anche altre cose che riguardano l'organizzazione.
    Il fatto poi che in nessun altro comune limitrofo si faccia niente del genere....e mica lo so se la cosa depone in nostro favore...ma certo sbaglio.
    Riguardo alla sistemazione del lungomare per far svolgere al meglio la manifestazione con più pulizia e meno abusivi mi sembra surreala chiederlo considerando che il principale fautore della stessa è il Consigliere Vagnoni che tra l'altro mi sembra rivesta posto di sicura importanza all'interno di quella maggioranza che dovrebbe preoccuparsi di fare quanto dici.
    Comunque il problema non è ripetere l'esperienza o meno...tra l'altro mi sembra che alla sua nascita l'associazione ci ha tenuto a specificare che la loro attività continua a prescindere da chi amministra ...certo...se dal bilancio bisogna tirare fuori per organizzare la cosa un importo pari a quello che si usava per tutto il carnevale estivo ed invernale (circa 20.000 euro) mi sa che forse qualche problemino potrebbe esserci....
    Poi.....ogni curiosità è lecita....e l'opinione di una persona conta per uno...e non si ha nemmeno la pretesa di convincere nessuno, guarda un pò...è solo un opinione...va solo visto quanto condivisa

    RispondiElimina
  23. Martinbook è un'ottima manifestazione di CULTURA e mi auguro che ogni anno possa ripetersi. Molto meglio delle varie birre o sagre. Giustissimo farla sul lungomare. A qualcuno forse non va l'idea che qualcosa possa cambiare.

    RispondiElimina
  24. ....la speranza invece è proprio che qualcosa possa cambiare....l'attuale ammiinistrazione...coraggio concittadini....meno 10 mesi...

    RispondiElimina
  25. Non preoccuparti anonimo, ci si è resi conto benissimo che nulla cambia.....prima c'era Vallese (e ancora oggi sta sparando le ultime cartucce legate alle mostre di quadri) oggi c'è Vagnoni che ha solo affinato la tecnica e dietro la parola Cultura coltiva il suo orticello di consensi....sempre di argomenti attinenti le ...sagre si tratta...

    RispondiElimina
  26. Sento solo commenti di gente rassegnata come delle povere bestie al macello "Prima c'era vallese, ora c'è vagnoni, ma non cambia e non cambierà nulla". Sveglia gente, se continua così i vostri piccoli averi (vedi casa) non varranno un bel niente, dato che a martinsicuro non ci vorrà vivere più nessuno. Il sentimento e la voglia di cambiare dobbiamo essere noi, siamo noi che dobbiamo rendere martinsicuro una cittadina migliore ancora più dei nostri vicini, questo porterà gente "normale" a venire a vivere a martinsicuro. Aumenterà il valore degli immobili e quindi il benessere di ognuno di noi, questo lo dovrebbero capire anche quelle teste dure dei costruttori. Se martinsicuro pensate che possa solo scendere in basso invece di risalire, beh allora signori miei conviene una cosa sola, fare la valigia vendersi la casa e andare da un'altra parte accettando la sconfitta.

    RispondiElimina
  27. http://it-it.facebook.com/groups/165065813557312?ap=1

    Per iniziare a migliorare.....e aumentare il valore delle case come qualcuno diceva......cambierebbe tantissimo....

    RispondiElimina
  28. Cambierebbe qualcosa se le opposizioni, invece di
    accusarsi a vicenda (siamo tutti bravi a protestare)
    facessero critica costruttiva.

    RispondiElimina
  29. Se per iniziare a cambiare bisogna fare il ponte di legno per collegare martinsicuro a san benedetto del tronto allora facciamolo. Il comune non possiede la cifra? Ok facciamo così, ci auto-tassiamo. A martinsicuro ci sono 17.078 cittadini residenti. Se ognuno mette € 10,00 alla fine possiamo contare su €170.780,00 credo che possano bastare per fare il ponte. Forza gente e ora di dare una sferzata a questa cittadina, e ora di rinascere di riprenderci questo territorio bellissimo e valorizzarlo come merita, facciamo il primo passo.

    RispondiElimina
  30. Ecco questo è parlare, chi fà da se fà per tre. Sveglia gente, se vogliamo qualcosa ce la dobbiamo fare da soli.

    RispondiElimina
  31. Con €170.780,00 si e no ci paghi il progettista e una delle basi per reggere il ponte... non è che stai facendo un'opera a casa tua... devi rispettare delle leggi precise in merito a progettazione, materiali, sicurezza, etc.

    RispondiElimina
  32. Non è proprio così con 150000 euro si può fare, basta controllare cosa è accaduto tra villa rosa e Alba, dai muoviamoci, ma vi rendete conto anche il diverso tipo di gente che verrebbe nella nostra cittadina, con San Benedetto e la sentina a una pedalata di bicicletta, il traffico che diminuirebbe tantissimo sulla statale ecc ecc ecc FORZA

    RispondiElimina
  33. Ma stiamo parlando di un ponte in legno ciclopedonale come tra martinsicuro e alba adriatica oppure stiamo parlando del ponte sullo stretto di messina. Credo che rispettando tutte le leggi del caso con 170.000,00 Euro si fà sicuramente. Ad ascoli piceno esiste una società che realizza opere del genere, credo ti diano la soluzione chiavi in mano, basta che il comune li contatti per farsi fare un "preventivo di realizzazione e spesa". Altrimenti andiamo avanti a piangerci addosso, e vediamo affondare martinsicuro, dai avanti così che fra un paio di anni a martinsicuro verranno in vacanza solo extracomunitari albanesi, romeni e camorristi. Poi voglio vedere con cosa andrà avanti questa cittadina. Tasseremo le prostitute? o tasseremo gli spacciatori? "Scusi signorina lei esercita il meretricio?" "si","bene allora deve pagare la tassa sulla prostituzione". Sveglia dormienti sveglia!!! vi stanno fottendo bellamente e voi lì immobili a prendere.

    RispondiElimina
  34. Hai perfettamente ragione, facciamoci sentire noi, rompiamo le scatole, è la NOSTRA CITTADINA muoviamoci con questo punto, CAMBIAMOLA UNA VOLTA PER TUTTE QUESTA FANTASTICA TERRA

    RispondiElimina
  35. Una considerazione personale su Martin book vorrei esprimerla anch'io . Il bilancio dell'iniziativa è sostanzialmente positivo anche se ritengo che molte siano le cose da migliorare.
    L'aspetto che più mi preme però sottolineare è il lavoro di tanti ragazzi che hanno messo a disposizione dell'evento il proprio tempo libero e le proprie conoscenze e professionalità .
    Nelle settimane che hanno preceduto il Martin Book , questi ragazzi hanno lavorato fianco a fianco, mettendo insieme idee e soluzioni per presentare al meglio l'edizione 2011 .
    E io credo che ci siano riusciti. I veri protagonisti, oltre ai libri, sono stati proprio loro .
    Certo non sono mancate critiche; io stesso sono stato fermato da diversi concittadini che mi accusavano di aver fatto svuotare il lungomare; altri si sono lamentati del fatto che in quella settimana sul lungomare ci doveva essere un mercatino che invece non c'è stato .
    Ma ci sono stati anche diversi turisti che si sono complimentati per il valore dell’iniziativa .
    Il dibattito che è scaturito nel paese sull’iniziativa, e in gran parte ripreso su questo blog, è da ritenersi comunque un buon risultato .
    Certo, se dovessi seguire – come qualcuno ha sostenuto - la sola logica della “cura del proprio orticello”, probabilmente determinate risorse converrebbe investirle in altre iniziative.
    Ma la scelta fatta da alcuni anni va invece proprio nella direzione opposta. Investire su iniziative di rilevanza non solo locale, ma regionale e nazionale che abbiano la possibilità, come sta accadendo, di intercettare finanziamenti pubblici sovra comunali.
    Comunque, al di là delle legittime opinioni di ognuno, personalmente ritengo che una valutazione sulla riuscita o meno dell’iniziativa, e quindi la conseguente decisione di dare continuità alla stessa, debba prescindere dai dati numerici della partecipazione. Certo il grado di gradimento è importante, ma l’evento è stato pensato non tanto nell’ottica di attirare per forza di cose masse di persone, quanto invece con l’idea, giusta o sbagliata che la si ritenga, di creare un evento nuovo e diverso che potesse contraddistinguere il nostro territorio dagli altri.
    Sul punto, la partecipazione alla Fiera Internazionale del Libro, e il conseguente interesse suscitato in quella sede, costituisce il primo grande riconoscimento del lavoro svolto.
    Ciò senza nulla togliere alle tante altre manifestazioni di grande partecipazione che vengono organizzate da diverse associazioni del territorio. Ma proprio per diversificare l’offerta abbiamo pensato, insieme a tanti amici, di investire in questo progetto ambizioso.
    La maggior parte delle diverse opinioni espresse in merito – seppur critiche - non possono che contribuire in maniera costruttiva a migliorare l’azione intrapresa . L’importante, a mio avviso, è non cadere nel consueto errore “tutto martinsicurese” di personalizzare ogni cosa che si fa in questo paese; se il sottoscritto – a titolo puramente esemplificativo – è ritenuto un incapace o, ancora peggio, “un politico legato a vecchie logiche, solo con tecnica un po’ più affinata”, tale considerazione sulla persona non può condizionare – come mi pare che in qualche caso sia avvenuto - una valutazione oggettiva sulla iniziativa che vive e vivrà – mi auguro – a prescindere da chi amministrerà nei prossimi anni il nostro Comune .
    Concludo con una splendida frase di Giovanni Falcone che, seppur riferita a temi di maggior rilevanza, ritengo possa fornire spunti di riflessione seria a chiunque voglia fare qualcosa di buono per la propria Città. :
    “ Gli uomini passano, le idee restano e continuano a camminare sulle gambe di altri uomini:”
    Grazie dell’attenzione e Cordiali Saluti.
    Massimo Vagnoni

    RispondiElimina
  36. Le parole sono belle MA STANCANO, vogliamo più sicurezza, più decoro, più legalità, più cultura, VOGLIAMO IL PONTE TANTE VOLTE PROMESSO A PAROLE, non vogliamo le chiacchiere, non vogliamo promesse, VOGLIAMO I FATTI, vogliamo le forze dell'ordine sul lungomare, dove sono ????

    RispondiElimina
  37. Sicuramente lo sforzo nel dare qualcosa di diverso da Massimo Vagnoni a martinsicuro è da ritenersi lodevole. Ma come ci ricorda giustamente l'ultimo post ci sono forse altre priorità a cui vagnoni ed il suo bel gruppo di amministratori locali dovrebbe guardare. Decoro, legalità, sicurezza. Il famoso ponte sul tronto. Ad oggi in quattro anni di amministrazione non avete fatto nulla, solo galleggiare come direbbe qualcuno, ma per quanto mi riguarda in questi quattro anni non avete fatto altro che affondare ulteriormente questa splendida cittadina. Ormai siamo diventati il ritrovo ed il ricettacolo di persone dedite ad ogni forma di illegalità. Spaccio, prostituzione, usura, solo per citarne alcune. Io come credo centinaia di cittadini siamo ormai al punto di saturazione, credo giustamente come ha detto qualcuno in precedenza sia arrivato il momento di riprenderci in mano il nostro futuro; e ora di agire, sveglia!!!

    RispondiElimina
  38. Sono un napoletano che ha comprato la sua seconda casa a Martinsicuro per passarci le vacanze. Passeggiando per il paese, ho notato che molti residenti provengono da Napoli, alcune informazioni prese in loco, mi hanno riferito che il primo gruppo di napoletani, si è insidiato nel vostro territorio negli anni 80, con l’arrivo di Cutolo al supercarcere di Ascoli Piceno, ed erano suoi affiliati che, sono arrivati insieme al loro capo per fuggire dalla vendetta della cosca emergente. Dopo sono arrivati i loro parenti e i lori amici, ed hanno invaso una bella fetta del vostro territorio, diciamo se l’analisi è giusta: quelli che Napoli ha ripudiato si sono trasferiti da voi.
    A Martinsicuro non sono arrivati i napoletani, ma la loro melma, quelli che Napoli ha escluso, ha cacciato, e che io come napoletano mi vergogno di questi miei concittadini, ed è inutile precisare che i napoletani non sono tali, perché questi non appartengono a nessuna categoria, sono solo dei delinquenti. Devo altresì dire che se questo primo gruppo si è cosi affermato e ben esteso nel vostro territorio e non in quello limitrofe, e perché nel vostro, la terra era, ed è fertile per i loro traffici, anche con la compiacenza della vostra classe dirigente.

    RispondiElimina
  39. Verissimo aimè.....chi sa se il caro sindaco e company, leggono mai queste richieste, chissà forse sono troppo impegnati a non far nulla....

    RispondiElimina
  40. Come dice il nostro "concittadino" di napoli, non tutti i napoletani che si trovano a martinsicuro sono dei delinquenti ultimamente ho incontrato persone di napoli squisitamente cordiali ed educate con cui ho avuto piacevolmente modo di dialogare. Purtroppo come dice il nostro amico di napoli, noi ci siamo presi tutta quella melma che ha trovato terreno fertile grazie ad ammnistrazioni che invece di chiudere un occhio se li sono chiusi entrambi. Certo è, che il terreno fertile dall'oggi al domani diventasse arido la "melma" prenderebbe un'altra strada. Quindi cambiare sicuramente è possibile basta eliminare pian piano il terreno fertile su cui questi personaggi hanno messo radici. Se prima martinsicuro era un'isola felice allora può tornare ad esserla. Carissimo vagnoni, l'uso di frasi ad effetto prese da Giovanni Falcone per il martinbook festival mi sembra alquanto fuori luogo. La invito a prendere esempio come servitore della comunità dal grande magistrato quale egli è stato facendo in modo che la sua amata terra sia oggi un posto migliore. Vagnoni la invito a fare qualcosa di concreto lasciando le chiacchiere a chi dovrà darle un giudizio sul suo operato, prima che la situazione precipiti ulteriormente ed i cittadini ormai stanchi ed esausti facciano da soli.

    RispondiElimina
  41. Un plauso gigante all'ultimo amico

    RispondiElimina
  42. Grazie, ma credo solamente di aver interpretato l'ormai senso di disgusto che ci accomuna e ci ha portati all'esasperazione. Riprendiamoci la nostra cittadina e rendiamola un posto migliore, forza è giunto il momento.

    RispondiElimina
  43. A parziale risposta a quanto espresso da Massimo Vagnoni:

    Tutti quanti si preoccupano di organizzare manifestazioni lo fanno sacrificando il loro tempo libero e mettendo a disposizione le proprie capacità. Dal tuo intervento, intriso di una buona dose di retorica propria di chi fa della politica il suo impegno principale, si percepisce il desiderio di far fare bella figura a coloro che si sono impegnati nell'organizzazione dell'evento pur non essendo nemmeno tu convinto lo stesso sia di primaria importanza per il territorio che dovresti amministrare, questo...in termini spiccioli, si chiama..coltivare il proprio orticello.
    Scusami poi se insisto su questo punto ma avrebbe senso organizzare una manifestazione sovracomunale se questa avesse come fine un ritorno di immagine per il Paese, ma nel momento in cui la tua manifestazione dovessee attrarre persone spinte a visitarla grazie alla risonanza nazionale e questi arrivati a Martinsicuro trovano venditori ambulanti che li ostacolano sulla passeggiata, immondizia malamente raccolta per le strade, parchi giochi con giochi rotti e con erbacce...ecc.ecc.. mi spieghi quale utilità c'è per il territorio?
    Sinceramente....dire ci voler organizzare una manifestazione sovracomunale solo per intercettare fondi mi semnbra alquanto limitativo, naturalmente dal punta di vista di un cittadino che considera i fondi statali, regionali, di fondazioni o comunali tutti uguali e tutti derivanti dal sudore di chi le tasse le paga. Altro discorso, comprendo, dal punto di vista di un politico che a quanto pare hanno come (e non mi riferisco nello specifico al consigliere in questione) preoccupazione maggiore proprio come spendere fondi pubblici.

    Qui non si è creato un dibattito, ci sono critiche e ci sono opinioni a favore. Non so se in qualche mio passaggio possa essere emerso tale concetto ma ci tengo a precisare che non ritengo la persona Massimo Vagnoni un incapace, ci mancherebbe altro, ma credo debba (anche in considerazione dei commanti postati sopra) fare un esame di coscienza e dire a se stesso prima che agli altri, se crede di avere insieme al resto della squadra ben amministrato Martinsicuro in questi oltre 4 anni. Poi magari potrà dire se il giudizio sull'operato scaturisce da una cattiva considerazione della persona o da una oggettiva valutazione dell'operato svolto. Detto per detto vorrei ricordare al Consigliere che ....NOI SIAMO QUELLO CHE FACCIAMO, NON QUELLO CHE DICIAMO.
    Riguardo al futuro del Martinbook....lo invito a fare anche la considerazione contraria.... chi oggi si muove come tu stesso dici così bene e con impegno e disinteresse per far si che questa manifestazione cresca, continuerà a farlo in futuro...a prescindere da chi amministra?....e per cortesia...se non sei sicuro della risposta...non impegnarti a darla, non ci si deve impegnare per cose di cui non si è sicuri poter garantire...

    RispondiElimina
  44. Facciamo sentire la nostra voce e la nostra volontà, Iscrivetevi è la nostra cittadina nostra riordatelo:

    http://it-it.facebook.com/groups/165065813557312?ap=1

    RispondiElimina
  45. Io voglio fare un paio di considerazioni,in risposta al consigliere delegato Massimo Vagnoni e al turista di Napoli.

    Non vi è dubbio che una iniziativa culturale,come lo è il Martinbook,sia lodevole. Il problema,consigliere,è che,come già fatto presente da altri,MARTINSICURO HA ALTRE PRIORITà. Non si possono fare queste manifestazioni perche bisogna "intercettare finanzaimenti". O perlomeno non so questi i finanziamenti di cui Martinsicuro ha bisogno. Non ora. Ora c'è bisogno di SICUREZZA E LEGALITà. C'è bisogno che i vigili vengano STRIGLIATI PER BENE e che adempiano ai loro compiti che,mi dispiace dirlo,non svolgono egregiamente. E se è il caso di "intercettare finanziamenti", sono proprio quelli diretti alla sicurezza che ci servono. Perchè,quindi,non iniziare ad alzare la voce con le istituzioni sovracomunali,sorde al fatto che Martinsicuro sta diventando la "polveriera dell'Adriatico" e una bomba demografica? Bisogna darsi delle priorità ed è questo l'errore di base che ha caratterizzato tutte,nessuna esclusa,la amministrazioni di alcuni decenni a questa parte.

    Quanto detto è una lunga premessa alla seconda considerazione che è anche un grosso plauso al turista di Napoli che ha esposto quello che a Martinsicuro sembra essere un argomento tabù,cioè la dubbia provenienza della colonia napoletana e dei loro traffici. I MARTINSICURESI DEVONO SMETTERLA DI FARE GLI STRUZZI E METTERE LA TESTA SOTTO LA SABBIA E LAMENTARSI QUANDO LA TIRANO FUORI. Dobbiamo attivarci tutti insieme e smetterla di ragionare secondo il principio che finchè non dà fastidio a me va bene tutto. Martinsicuro pullula di elementi malavitosi. CI SIAMO GIà TUTTI DIMENTICATI DI EMANUELE FADANI E ANTONIO DE MEO? E SE FOSSE STATO VOSTRO FIGLIO?

    SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    RispondiElimina
  46. Dimenticavo: ancora complimenti al signore di Napoli. Sono persone come lui che devono tenere alto il nome della loro città.

    RispondiElimina
  47. Mentre nei paesi a noi limitrofi continuano i sequestri di merce illegale, da noi i vigili urbani neanche escono per elevare una multa. In più si lamentano del fatto che servirebbe un'organico maggiore. Ma io sinceramente non ne vedo neanche uno andare in giro a fermare qualcuno e chiedergli i documenti per un controllo o fare una multa. Le sporadiche volte che mi capita di vederli sono fermi davanti a qualche bar a fare colazione o prendersi un caffè di ristoro, con e l'occhiale da sole all'ultima moda. Martinsicuro ormai è una bomba ad orologeria come ha detto precedentemente qualcuno, sveglia gente è ora di riscattarsi e riscattare questo bellissimo territorio per noi e per le generazioni che verranno.

    RispondiElimina
  48. Altri vigili invece riempiono la città di manifesti abusivi e organizzano sagre... come vuoi che faccia il suo mestiere.

    RispondiElimina
  49. Provo a rispondere ad alcune sollecitazioni; sorvolo sull'affermazione di "AL" in merito alla politica che sarebbe il mio impegno principale invitandolo ad informarsi meglio prima di dare giudizi sulle persone.
    Purtroppo il mio intervento, che voleva solo essere un contributo alle considerazioni sul Martinbook, ha dato adito ad interpretazioni errate;
    innanzitutto, non ho mai detto che l’evento è stato organizzato per attirare fondi sovra comunali; è invece accaduto il contrario. Si pensa ad un progetto, lo si rende esecutivo e poi lo si presenta per avere finanziamenti.
    Chi ha esperienza in merito sa che più è di alto profilo il progetto (da qui la rilevanza provinciale e regionale) più probabilità di finanziamento si hanno. Questo accade in ogni settore dell’azione amministrativa.
    Qualcuno dice che certi finanziamenti vanno utilizzati per altre priorità; ribadisco che un finanziamento per la cultura, non esclude la possibilità di poter accedere ad altri finanziamenti.
    Faccio qualche esempio di finanziamenti ottenuti: €. 250.000 per messa in sicurezza delle scuole (lavori in corso); €. 450.000 per ristrutturazione cinema ambra ; €. 200,00 (Provincia di Teramo -
    Regione Abruzzo - patto dei sindaci) per interventi di efficientamento energetico degli immobili comunali (in corso progettazione intervento su Scuola Via Battisti); €. 70.000 (Regione Abruzzo per intervento di smaltimento amianto); €. 200,00 per ripascimento morbido (annualità 2010 – 2011); €. 100.000 (contributo Senato della Repubblica) per manutenzione strade; a breve dovrebbe essere reso disponibile un finanziamento rientrante nell’accordo di programma quadro sottoscritto tra Regione Abruzzo e Ministero Ambiente per interventi urgenti contro l’erosione costiera: Lo stanziamento generale è di 40 milioni di cui 8 per l’erosione; di questi buona parte dovrebbe essere a noi destinata . I dati di cui sopra sono facilmente verificabili.
    Certo si tratta di modeste risorse rispetto a ciò che servirebbe, ma le ho citate solo per dare un quadro generale e per rispondere a chi lascia intendere che gli sforzi vadano solo in certe direzioni e non in altre .
    Il vero problema semmai è la carenza di progettualità (qui, con tutta onestà, anche noi siamo carenti). Comunque, quando siamo arrivati non c’era un solo progetto che riguardasse le opere strategiche del nostro comune.
    Oggi abbiamo un progetto generale di piste ciclabili su tutto il territorio (investimento circa 4 milioni di euro); un progetto per la riapertura degli scavi archeologici (€. 8 milioni – richiesta effettuata alla Soc. Arcus); un progetto per la valorizzazione dei biotopi costieri (richiesto finanziamento regione Abruzzo).
    .. segue ..
    Massimo Vagnoni

    RispondiElimina
  50. Diverse considerazioni meritano altri interventi; da più parti emergono temi quali il ponte ciclopedonale e la sicurezza .
    Provo a rispondere sinteticamente: 1. Ponte ciclopedonale: ho letto cifre (€. 170.000,) che sono purtroppo ben lontane dalla realtà; la struttura necessaria sul Tronto ha ben altri costi rispetto a quello eseguito sul vibrata (comunque ben superiore a quella cifra), sia per la diversa dimensione sia per la diversa tipologia di intervento. Si tenga presente poi che nell’ultimo incontro avuto con il Comune di S. Benedetto e la Provincia di Ascoli, nel quale si parlava anche di delocalizzazione del depuratore, le somme preventivate erano di circa 3 milioni di euro; ora al netto del collettore per la delocalizzazione, non credo che ci si possa attestare tanto al di sotto della metà .
    Comunque ciò non vuol dire che non sia un risultato da ottenere ad ogni costo.
    Noi abbiamo già fatto le relative richieste alla Provincia di Teramo ed alla Regione Abruzzo per un cofinanziamento. A settembre ci dovrebbe essere un ulteriore tavolo per aggiornare le diverse posizioni, perché non dimentichiamoci che quel ponte si deve fare coinvolgendo di diversi soggetti (Autorità di bacino, Province Teramo e Ascoli, Comuni) .
    Sicurezza: soprattutto nel periodo estivo nel nostro territorio è particolarmente avvertito il fenomeno del commercio abusivo; si è detto che negli altri comuni si fanno i sequestri, e da noi no. Anche questo non è vero. L’anno scorso, se ne fecero diversi; Nel 2011 con quello effettuato in data odierna ne sono stati eseguiti tre mi pare). Il problema è sempre lo stesso, poche risorse umane e carenza legislativa . Infatti gli interventi eseguiti sono solo interventi tampone; i comuni non hanno gli strumenti (persone e mezzi) per debellare il fenomeno .
    Certo ci sono comuni (Vedi SBT) dove il fenomeno è più residuale; il confronto reggerebbe se anche noi potessimo avere tutte le forze dell’ordine presenti nel territorio marchigiano) .
    Questi i principali aspetti critici della nostra città, rispetto ai quali non cerco né scuse né scappatoie da responsabilità; dico solo che sarebbe interessante se ci si potesse confrontare insieme con la realtà amministrativa che è ben diversa dalla teoria .
    Ben venga quindi un impegno concreto in politica da parte di tutti.
    Cordiali saluti.
    Massimo Vagnoni

    RispondiElimina
  51. Provo a rispondere ad alcune sollecitazioni; sorvolo sull'affermazione di "AL" in merito alla politica che sarebbe il mio impegno principale invitandolo ad informarsi meglio prima di dare giudizi sulle persone.
    Purtroppo il mio intervento, che voleva solo essere un contributo alle considerazioni sul Martinbook, ha dato adito ad interpretazioni errate;
    innanzitutto, non ho mai detto che l’evento è stato organizzato per attirare fondi sovra comunali; è invece accaduto il contrario. Si pensa ad un progetto, lo si rende esecutivo e poi lo si presenta per avere finanziamenti.
    Chi ha esperienza in merito sa che più è di alto profilo il progetto (da qui la rilevanza provinciale e regionale) più probabilità di finanziamento si hanno. Questo accade in ogni settore dell’azione amministrativa.
    Qualcuno dice che certi finanziamenti vanno utilizzati per altre priorità; ribadisco che un finanziamento per la cultura, non esclude la possibilità di poter accedere ad altri finanziamenti.
    Faccio qualche esempio di finanziamenti ottenuti: €. 250.000 per messa in sicurezza delle scuole (lavori in corso); €. 450.000 per ristrutturazione cinema ambra ; €. 200,00 (Provincia di Teramo -
    Regione Abruzzo - patto dei sindaci) per interventi di efficientamento energetico degli immobili comunali (in corso progettazione intervento su Scuola Via Battisti); €. 70.000 (Regione Abruzzo per intervento di smaltimento amianto); €. 200,00 per ripascimento morbido (annualità 2010 – 2011); €. 100.000 (contributo Senato della Repubblica) per manutenzione strade; a breve dovrebbe essere reso disponibile un finanziamento rientrante nell’accordo di programma quadro sottoscritto tra Regione Abruzzo e Ministero Ambiente per interventi urgenti contro l’erosione costiera: Lo stanziamento generale è di 40 milioni di cui 8 per l’erosione; di questi buona parte dovrebbe essere a noi destinata . I dati di cui sopra sono facilmente verificabili.
    Certo si tratta di modeste risorse rispetto a ciò che servirebbe, ma le ho citate solo per dare un quadro generale e per rispondere a chi lascia intendere che gli sforzi vadano solo in certe direzioni e non in altre .
    Il vero problema semmai è la carenza di progettualità (qui, con tutta onestà, anche noi siamo carenti). Comunque, quando siamo arrivati non c’era un solo progetto che riguardasse le opere strategiche del nostro comune.
    Oggi abbiamo un progetto generale di piste ciclabili su tutto il territorio (investimento circa 4 milioni di euro); un progetto per la riapertura degli scavi archeologici (€. 8 milioni – richiesta effettuata alla Soc. Arcus); un progetto per la valorizzazione dei biotopi costieri (richiesto finanziamento regione Abruzzo).

    Massimo Vagnoni

    RispondiElimina
  52. Questa è la prima parte dell'intervento ...

    Provo a rispondere ad alcune sollecitazioni; sorvolo sull'affermazione di "AL" in merito alla politica che sarebbe il mio impegno principale invitandolo ad informarsi meglio prima di dare giudizi sulle persone.
    Purtroppo il mio intervento, che voleva solo essere un contributo alle considerazioni sul Martinbook, ha dato adito ad interpretazioni errate;
    innanzitutto, non ho mai detto che l’evento è stato organizzato per attirare fondi sovra comunali; è invece accaduto il contrario. Si pensa ad un progetto, lo si rende esecutivo e poi lo si presenta per avere finanziamenti.
    Chi ha esperienza in merito sa che più è di alto profilo il progetto (da qui la rilevanza provinciale e regionale) più probabilità di finanziamento si hanno. Questo accade in ogni settore dell’azione amministrativa.
    Qualcuno dice che certi finanziamenti vanno utilizzati per altre priorità; ribadisco che un finanziamento per la cultura, non esclude la possibilità di poter accedere ad altri finanziamenti.
    Faccio qualche esempio di finanziamenti ottenuti: €. 250.000 per messa in sicurezza delle scuole (lavori in corso); €. 450.000 per ristrutturazione cinema ambra ; €. 200,00 (Provincia di Teramo -
    Regione Abruzzo - patto dei sindaci) per interventi di efficientamento energetico degli immobili comunali (in corso progettazione intervento su Scuola Via Battisti); €. 70.000 (Regione Abruzzo per intervento di smaltimento amianto); €. 200,00 per ripascimento morbido (annualità 2010 – 2011); €. 100.000 (contributo Senato della Repubblica) per manutenzione strade; a breve dovrebbe essere reso disponibile un finanziamento rientrante nell’accordo di programma quadro sottoscritto tra Regione Abruzzo e Ministero Ambiente per interventi urgenti contro l’erosione costiera: Lo stanziamento generale è di 40 milioni di cui 8 per l’erosione; di questi buona parte dovrebbe essere a noi destinata . I dati di cui sopra sono facilmente verificabili.
    Certo si tratta di modeste risorse rispetto a ciò che servirebbe, ma le ho citate solo per dare un quadro generale e per rispondere a chi lascia intendere che gli sforzi vadano solo in certe direzioni e non in altre .
    Il vero problema semmai è la carenza di progettualità (qui, con tutta onestà, anche noi siamo carenti). Comunque, quando siamo arrivati non c’era un solo progetto che riguardasse le opere strategiche del nostro comune.
    Oggi abbiamo un progetto generale di piste ciclabili su tutto il territorio (investimento circa 4 milioni di euro); un progetto per la riapertura degli scavi archeologici (€. 8 milioni – richiesta effettuata alla Soc. Arcus); un progetto per la valorizzazione dei biotopi costieri (richiesto finanziamento regione Abruzzo).
    Massimo Vagnoni

    RispondiElimina
  53. Sul ponte tutte le parti sono state sempre molto concordi con la realizzazione, serve forse una maggiore volontà politica nel fare le cose, nel richiedere fondi fas ecc ecc
    NOI LO VOGLIAMO COSTI QUEL CHE COSTI, iniziamo a risparmiare con le varie speudo sagre, facciamo pagare come in tutti i posti il parcheggio sul lungomare come era anni indietro, mancano i soldi e si tolgono le entrate booh

    RispondiElimina
  54. Ci aggiorni a Settembre sig. Vagnoni, il ponte deve diventare l'inizio per far rinascere Martinsicuro, la cittadinanza tutta lo vuole, vediamo quanto i politici ci tengano

    RispondiElimina
  55. Ahi, ahi, caro Vagnoni, dal tono della sua ultima missiva sento che le abbiamo toccato qualche nervo scoperto, però continua come del resto il suo beneamato sindaco a giustificarsi invece di dire lavorerò duro per rendere migliore questa cittadina. Sinceramente anche se giovane ha già lo stile del politico medio italiano, trova sempre una giustificazione per non aver fatto niente o quasi. Se bisogna trovare i soldi allora facciamo come hanno detto molti, rimettiamo i parcheggi a pagamento, eleviamo multe per chi non parcheggia correttamente sulle zone di sosta, o corre a folle velocità sul lungomare. Eliminiamo gli sprechi, eliminiamo i sussidi a gente che poi và in giro con automobili da migliaia di euro (vedi napoletani). Mettiamo sotto sequestro le abitazioni di chi affitta gli appartamenti a clandestini e prostitute, in modo che vadano all'asta ed il comune incassi i soldi. Ad oggi lei come il suo beneamato sindaco vi avrò visto si e no due volte all'anno girare per martinsicuro, forse prefriste uscire a san benedetto del tronto. Beh se vi aggrada di più un'altra cittadina potete anche fare le valige e andarvene, nessuno vi ha chiesto di continuare a immolarvi. Purtroppo sento ancora che lei invece di agire continua a fare solo chiacchiere, verba volant...caro vagnoni.

    RispondiElimina
  56. Il caro Vagnoni però non parla di napoletani....come mai????Sarà anche lui uno struzzo???
    Oppure perchè ad alcuni di loro l'attuale amministrazione ha dato lavoro, ignorando chi ha bisogno?!??!?!?

    RispondiElimina
  57. Di bene in meglio.....ci mancava solo questo, la ciliegina sulla torta.

    RispondiElimina
  58. Al consigliere delegato Vagnoni, che frequente il vostro blog, avrà letto in passato tutte le lamentele dei residenti di via Marconi, ancora oggi dopo quattro anni la sua amministrazione non ha risposto, li ha ignorati, voglio ricordare che il problema sta ancora là (il depuratore).

    RispondiElimina
  59. Ma scusate quale problema è stato risolto in questi 4 anni a martinsicuro?. Al limite, quale miglioramento è avvenuto in questi anni a martinsicuro? Io ho visto solo il degrado crescente, l'illegalità, questo è stato l'unico cambiamento avvenuto a martinsicuro in questi anni.

    RispondiElimina
  60. Il ponte va FATTO costi quel che costi, il decoro e regole VANNO RISPETTATE costi quel che costi.

    RispondiElimina
  61. Quanto segue era la prima parte del mio intervento non pubblicata per un inconveniente .
    Provo a rispondere ad alcune sollecitazioni; sorvolo sull'affermazione di "AL" in merito alla politica che sarebbe il mio impegno principale invitandolo ad informarsi meglio prima di dare giudizi sulle persone.
    Purtroppo il mio intervento, che voleva solo essere un contributo alle considerazioni sul Martinbook, ha dato adito ad interpretazioni errate;
    innanzitutto, non ho mai detto che l’evento è stato organizzato per attirare fondi sovra comunali; è invece accaduto il contrario. Si pensa ad un progetto, lo si rende esecutivo e poi lo si presenta per avere finanziamenti.
    Chi ha esperienza in merito sa che più è di alto profilo il progetto (da qui la rilevanza provinciale e regionale) più probabilità di finanziamento si hanno. Questo accade in ogni settore dell’azione amministrativa.
    Qualcuno dice che certi finanziamenti vanno utilizzati per altre priorità; ribadisco che un finanziamento per la cultura, non esclude la possibilità di poter accedere ad altri finanziamenti.
    Faccio qualche esempio di finanziamenti ottenuti: €. 250.000 per messa in sicurezza delle scuole (lavori in corso); €. 450.000 per ristrutturazione cinema ambra ; €. 200,00 (Provincia di Teramo -
    Regione Abruzzo - patto dei sindaci) per interventi di efficientamento energetico degli immobili comunali (in corso progettazione intervento su Scuola Via Battisti); €. 70.000 (Regione Abruzzo per intervento di smaltimento amianto); €. 200,00 per ripascimento morbido (annualità 2010 – 2011); €. 100.000 (contributo Senato della Repubblica) per manutenzione strade; a breve dovrebbe essere reso disponibile un finanziamento rientrante nell’accordo di programma quadro sottoscritto tra Regione Abruzzo e Ministero Ambiente per interventi urgenti contro l’erosione costiera: Lo stanziamento generale è di 40 milioni di cui 8 per l’erosione; di questi buona parte dovrebbe essere a noi destinata . I dati di cui sopra sono facilmente verificabili.
    Certo si tratta di modeste risorse rispetto a ciò che servirebbe, ma le ho citate solo per dare un quadro generale e per rispondere a chi lascia intendere che gli sforzi vadano solo in certe direzioni e non in altre .
    Il vero problema semmai è la carenza di progettualità (qui, con tutta onestà, anche noi siamo carenti). Comunque, quando siamo arrivati non c’era un solo progetto che riguardasse le opere strategiche del nostro comune.
    Oggi abbiamo un progetto generale di piste ciclabili su tutto il territorio (investimento circa 4 milioni di euro); un progetto per la riapertura degli scavi archeologici (€. 8 milioni – richiesta effettuata alla Soc. Arcus); un progetto per la valorizzazione dei biotopi costieri (richiesto finanziamento regione Abruzzo).
    A breve provo a dire la mia sulle questioni sollevate dal turista di napoli e dai residenti di via marconi .
    Massimo Vagnoni

    RispondiElimina
  62. Aha ahaha Ahhhah, decoro, regole, rispetto delle leggi, ma dove vivete. Vi sembra che a Martinsicuro si faccia tutto ciò costi quel che costi? Ma svegliatevi Martinsicuro sembra il far west, vige la legge del taglione o del più forte. Povera Martinsicuro, potevi essere un posto bellissimo dove voler vivere, ed invece adesso sei diventata lo scarico di tutta la melma che gli altri mandano via. Potremmo definirci ormai una grande "discarica umana" a cielo aperto, ahhah ahhahha hahah, non sò più se ridere o piangere, o piangere per non ridere.

    RispondiElimina
  63. Noi le cose le vogliamo cambiare e non essere arrendevoli come l'amico dell'ultimo post, noi UNITI possiamo farcela. Gli arrendevoli e chi critica solo senza proporre nulla a Martinsicuro non servono. La legalità e il ponte sono le nostre priorità, chi vuole è il ben venuto.

    RispondiElimina
  64. I commenti troppo lunghi vengono filtrati in automatico dal sistema come "spam". Ora ne sono stati sbloccati diversi, sicuramente anche doppie copie. Poi con un po' di calma faremo pulizia.
    Anche se a questa discussione partecipano dei semplici disturbatori, facendo una buona tara, si possono ricavare delle interessantissime considerazioni su quel che potrebbe essere il futuro più prossimo di Martinsicuro.

    RispondiElimina
  65. Anche se a questa discussione partecipano dei semplici disturbatori ???? Andiamo bene, mah....rimango di stucco cmq nella mia umilissima considerazione, credo che con educazione e rispetto altrui, tutti possano esprimere la propria opinione, sempre se questo blog è libero, anche se discorde dalla massa. Buona Serata.

    RispondiElimina
  66. Visto che siamo andati fuori tema allora ci vado anche io:
    ve ne siete accorti che la campagna elettorale è già iniziata?
    Clementoni si mette "ufficialmente in disparte" lasciando la carica di presidente(almeno sulla carta..) il PD entra con forza nel direttivo dell'ASD MARTINSICURO(presidente e vice) ora aspettiamo le mosse degli altri concorrenti ma amici affrettatevi....

    RispondiElimina
  67. Leggendo le ultime considerazioni del consigliere Vagnoni devo dire che magari non è questione di ..."informarsi meglio"...è questione di...oggettività...ma a quanto pare...non tutti lo siamo e se si vuole negare l'evidenza...contento il diretto interessato..contenti tutti. Basta solo guardare in parte e per il resto supporre ma può essere che correre da una manifestazione all'altra tutte le sere, frequentare Consiglio Provinciale, Comunale e quindi uffici comunali e provinciali alternativamente e giornalmente oltre che a Fondazioni e Uffici Regionali lasci una gran parte di tempo libero per altre attività ma certamente la lezione del premier nazionale che sostiene di lavorare 23 ore su 24 avrà influito sulle capacità di organizzazione di chi è parte integrante del PDL. Quindi..giusto...sorvoliamo.
    Riguardo alo snocciolamento dei fondi...senza dilungarsi e giusto a titolo di precisazione onde evitare che ci si gasi troppo:
    -250.000 euro per messa in sicurezza delle
    scuole. Ottenuti dall'amministrazione Maloni e tenuti in caldo per 5 anni in attesa che si avvicinasse la prossima tornata elettorale, nel frattempo scuole lasciate in condizioni penose.
    -450.000 euro cinema Ambra che da quanto letto verranno concessi dalla Fondazione Tercas... altro gadget arrivato 10 mesi prima delle elezioni, il progetto cinema ambra è in piedi da inizio mandato, sarebbe interessante capire come mai la fondazione lo ha scoperto solo ora come "progetto di alto profilo"..comunque per ora, fermo restando l'arrivo dei fondi, si può solo mettere il cartello di inizio lavori per fare campagna elettorale in quanto da come dichiarato dalla stessa maggioranza manca di trovare cifre cospicue per completare il progetto.
    -100.000 uero ottenuti con la legge mancia...parlare di progetti di alto profilo mi sembra esagertato...diciamo che la politica ha fatto il suo lavoro..
    -i fondi per il ripascimento sono sempre stati stanziati, quello che preoccupa è che nessuno si impegna a spingere chi di dovere a pensare a soluzioni definitive mentre si continua a spendere annualmente per interventi che risolvono la stagione ma poi tutto torna come prima...a dire il vero i cittadini lo dicono come mai...ma meglio lasciar perdere, o si rischiano denunce.
    - la scuola di Via Battisti ha una caldaia che deve essere accesa a calci ogni mattina di inverno da ormai 5 anni....meno male questi fondi altrimenti i ragazzi avrebbero continuato ogni giorno a stare al freddo fino alle 11.
    Per gli altri progetti stendiamo un velo pietoso, come è stato fatto per il bike sharing di cui ancora si parla pur sapendo che nessun comune della costa è stato finanziato. Parlare di milioni di euro di progetti in un Comune che non trova pochi spiccioli per mettere a posto i parchi gioco mi sembra fuori luogo.Parlare di un progetto per piste ciclabili su tutto il territorio da parte di un esponente della maggioranza che probabilmente è troppo impegnato in altro per vedere, ad esempio, la differenza tra il lungo vibrata albense, con pista ciclabile e erba tagliata, e quello martinsicurese con asfalto dissestato e canne che invadono a destra e sinistra la stradina, mi sembra davvero troppo.
    Ma tanto è inutile...se dopo 4 anni ancora si vuole convincere la gente che è stato fatto bene...probabilmente queste sono solo chiacchiere al vento...e il tempo in una vita tanto breve è troppo importante per essere sprecato

    RispondiElimina
  68. "Noi le cose le vogliamo cambiare e non essere arrendevoli come l'amico dell'ultimo post"
    Non credo prorpio di essere arrendevole, azni sono molto combattivo, sono una persona che non si piega davanti a nulla nenanche alla situazione penosa si questa cittadina. Caro amico il mio era ed è un modo per esortare gli animi a cambiare e rendere Martinsicuro migliore di come è. Martinsicurocty, dice che ci sono molti disturbatori. Disturbatori di cosa? Chi denuncia il fatto che sul lungomare in pieno giornoci sono le prostitute che adescano clienti sotto gli occhi di tutti? Non vorrei che questo blog non sia libero al 100% e possa dare una possibilità di riscatto a Martinsicuro.

    RispondiElimina
  69. Allora sei ASSOLUTAMENTE il benvenuto, sorry per il fraintendimento, sono sul blog ibero, sono venuti dubbi anche a me, FORZA CON IL PONTE E LA LEGALITA'. Ciao e Buona Giornata :))))

    RispondiElimina
  70. una domanda a Vagnoni che è circolata su questo blog l'anno scorso: la spiaggia libera è tale, o è occupata giorno e notte da ombrelloni e sedie rotte? (barraccamenti vari).

    RispondiElimina
  71. A proposito di spiaggia. Ogni volta che vado in spiaggia trovo ambulanti che occupano la spiaggia con le loro bancarelle. Ma in quale ca...o di posto si trovano extracomunitari che aprono la bancarella come al mercato del mercoledì sulla spiaggia e nessuno che gli dice un bel niente. Ricordatevi che la legalità si ottiene dalle piccole cose, giuliani a new york ha iniziato multando chi imbrattava i muri. Meditate gente, meditate.

    RispondiElimina
  72. "Comunque, quando siamo arrivati non c’era un solo progetto che riguardasse le opere strategiche del nostro comune"

    Mi perdoni consigliere, ma questa frase mi sembra una bella copia delle dichiarazioni che OGNI amministrazione martinsicurese, da molti anni a questa parte, fa' sul finire del proprio mandato riferendosi ai propri predecessori.
    E' ora di dire basta.

    RispondiElimina
  73. Come sempre c'e' qualcuno che se la prende con le
    signorine peripatetiche, che non hanno mai fatto male a nessuno.
    Quando in realta' talune altre signorine
    si danno ad una vita molto piu' promiscua delle professioniste...
    Puzza del depuratore, ma anche della bassa pressione,
    e della rete fognaria sotto il livello del mare
    che necessita di pompe di sollevamento.
    Fumo dei soliti falo' estivi, per bruciare scarti
    di potatura.
    I soliti furgoni diesel stravecchi, con filtri
    intasati, che scaricano una nuvola di fumo nero.
    c'e' chi invoca piu' controlli, (che poi non sevono a nulla)
    ignorando che il problema sta' a monte.
    via dalla nostra citta' gente non identificata,
    abbbusivi e delinquenti abituali.

    RispondiElimina
  74. Non sento la risposta al commento sui napoletani da parte del nostro consigliere delegato Avv. Massimo Vagnoni!Starà chiedendo consiglio ai maestri sulla risposta da dare?

    RispondiElimina
  75. Attenzione noi disturbatori stiamo dicendo troppe verità :)))
    Un disturbatore.
    W il ponte w la legalità w i disturbatori
    Chissà gli spacciatori, le prostitute, la microcriminalità come viene chiamata, se noi siamo disturbatori, loro saranno gli angelli del territorio.

    RispondiElimina
  76. Caro Vagnoni e ora di finirla con la solita giustificazione "ma quelli prima di noi". Adesso c'è lei insieme ad altre persone e quindi dovevate rimboccarvi le maniche e fare. Addurre sempre la solita giustificazione del predecessore ormai in Italia credo che non ci caschi più nessuno. Se si è in grado di fare, si lavora in silenzio ed al termine del proprio mandato si dice ai cittadini abbiamo fatto questo, punto. Invece voi seguendo i dettami dei nostri politici nazionali non pensate ad altro che trovare una giustificazione sul vostro non fare. Bene se non si è in grado di fare, bisogna lasciare il posto a qualcuno che forse è in grado. Sono 30 anni che Martinsicuro è immobile, anzi magari lo fosse stata, è solo penosamente scivolata in basso sotto ogni forma di degrado. Nei dintorni siamo ormai considerati come gente che vive in una sorta di lebbrosario. Sveglia Martinsicuresi, sveglia, quì si stanno spartendo le vesti di nostro signore e noi sempre in mezzo, facciamo qualcosa per risollevarci da questo schifo.

    RispondiElimina
  77. Sei un altro disturbatore :)))) che come me VUOLE FAR CAMBIARE LE COSE !!! Bravissimo

    RispondiElimina
  78. Riguardo i napoletani il consigliere Vagnoni non puo' dare risposta perche' e' anche grazie al loro voto che sono riusciti ad avere la meglio nelle amministrative passate.
    Pero'i favori si fanno per essere ricambiati.
    -Assunzioni alla poliservice
    -Nessun controllo sul loro mercato
    -Nessun controllo di guida senza casco e alta velocita'
    -Nessun controllo sui rifiuti differenziati

    RispondiElimina
  79. In merito all'ultimo commento postato, ma un bell'esposto alla Procura della Repubblica di Teramo nessuno ha mai pensato di farlo? Se veramente queste cose sono accadute allora bisognerebbe fare in modo che la magistratura acquisisca la documentazione o indaghi su questi gravi fatti.

    RispondiElimina
  80. Il problema e' a monte, invece della pattuglia zonzo
    per la citta', si provveda invece ad indetificare
    con nome e cognome i residenti ignoti, abusivi e i dilinquenti abituali,
    oltre al solito parentame delle varie cosche note.

    RispondiElimina
  81. Ci spieghi chi di competenza, quanto e' costato il
    nuovo impianto di illuminazione della curva di via Roma.
    era cosi necessario ???

    RispondiElimina
  82. Ma dove vivi che ci serve un'esposto per capire
    come vanno le cose.

    RispondiElimina
  83. Quanti disturbatori :)))

    RispondiElimina
  84. Vivo in un paese dove credo che la magistratura sia ancora la parte migliore di questa Italia. Le chiacchiere da bar non servono ad un bel niente, ne tantomeno a cmabiare le cose realmente. Tanto lo sò che quì faremo solo chiacchiere per sfogarci un pò eppoi la situazione rimarrà come è adesso, e Martinsicuro continuerà la sua ascesa verso il baratro. Svegliatevi!!!!!

    RispondiElimina
  85. w lo sfogatoio????????
    dal più profondo dell'anima di Martinsicuro.

    RispondiElimina
  86. W lo sfogatoio??? e che vuol dire?

    RispondiElimina
  87. Anche i vigili hanno il loro tornaconto personale se non controllano nessuno, ad esempio per quale motivo i ROM (o zingari) non hanno sulle loro auto il tagliando assicurativo?
    I DELINQUENTI IN QUESTO PAESE POSSONO FARE QUELLO CHE VOGLIONO CON LA CERTEZZA CHE CHI LI DEVE CONTROLLARE è COLLUSO CON LORO NEL MOMENTO IN CUI NON LI CONTROLLA E SANZIONA.

    RispondiElimina
  88. Sono troppo impegnati a fare le multe x divieto di sosta in via Michetti, Moro e Alighieri... Sono troppo occupati a fare ordinanzi di divieto lavori per tutto il periodo estivo così che, il taglio delle radici che è stato già appaltato, non si può fare... sono troppo impegnati a prendere il caffé allo Splash ed al Malù...

    RispondiElimina
  89. Denunciare, denunciare, bisogna denunciare tutto ciò, fare in modo che la magistratura ci si metta d'impegno e mandi a casa queste persone. Liberiamo martinsicuro!!!

    RispondiElimina
  90. È sparito anche il sito del comune...mah
    By Voglio il Ponte di Legno e la Legalità.

    RispondiElimina
  91. Come volevasi dimostrare, un pò di parapiglia e tutto torna ad essere normale. Finito l'impeto anche dei commenti e la voglia di cambiare. Martinsicuro rimane nel suo stato penoso, di sporcizia, incuria, illegalità, spaccio e prostituzione in pieno giorno sotto gli occhi di tutti. Bravi complimenti, andiamo avanti così che tra noi è Scampia a Napoli ormai differenze ce ne sono quasi zero.

    RispondiElimina
  92. No no, si continua a protestare per CAMBIARE !!!

    RispondiElimina
  93. Ecco a voi tanto per cambiare.

    http://sfoglia.corriereadriatico.it/Articolo?aId=1186462

    o questo articolino, dove tanto per cambiare si chiede il commissariato di polizia. State a vedere che Alba Adriatica se lo fà mettere e martinsicuro rimane con un bel palmo di naso.

    http://sfoglia.corriereadriatico.it/Articolo?aId=1186457

    RispondiElimina
  94. Lo dico e lo ridico, non e' un problema di ordine pubblico, ma di residenza dei soliti ignoti.
    (delinquenti abituali, spacciatori, affiliati, e non identificati)
    inutile invocare lo stato di poolizia,
    perche' poi gli unici a "pagare" saranno solo quelli
    che hanno qualcosa da perdere.

    RispondiElimina
  95. E chi rilascia le residenze? Se ci sono dei clandestini / ignoti come li chiami tu, per quale c...o di motivo nessuno li controlla mai o và a vedere dove abitano e cosa c....o fanno. Quì signori miei si chiacchiera bene ma si razzola male. Io non ho mai visto il comune (vigili) andare a controllare qualche appartamento e chi cavolo ci abita. Sveglia ancora dormite!!!!

    RispondiElimina
  96. Il problema sono l'imprtazione di spacciatori,
    pluripregiudicati con relativo parentame vario, spesso compiacente, e i non identificati.
    (oltre alla quota fisiologica autoctona)
    e questo non si risolve con l'aumento di 10 o 20 preposti.
    I quali oltrettutto non possono neanche intervenire,
    se non a fatti avvenuti. (mancano le leggi)
    Cosa si puo' fare ?
    Iniziare l'educazione civile fin dalle scuole medie,
    e segnalare subito alle autorita' i problemi piu' gravi.
    Bisogna istituire la green card come in USA.
    Poi il censimento di appartamenti disabitati,
    case abusive, e residenti non dichiarati.

    RispondiElimina
  97. ..e chi ci dovrebbe pensare? Chi è stato votato dai martinsicuresi che come unica preoccupazione ha di accontentare i due tre costruttori e ingegneri che da sempre fanno il bello e cattivo tempo in questa città?...E tra l'altro sarebbe anche simpatico sapere come mai vengono sempre accontentati...magari sapranno essere tanto simpatici...
    Ma a quanto pare la priorità, considerando l'ultimo consiglio comunale, continua ad essere apportare modifiche al regolamento edilizio e al regolamento degli accordi di programma....hai voglia a parlare di altre priorità...il cemento...questo interessa ai nostri amministratori..e solo loro sanno perchè...

    RispondiElimina
  98. Perchè tutti i cittadini in massa al prossimo consiglio comunale non si presentano e vediamo se questi fanno i loro sporchi giochi sotto gli occhi di tutti. Se si vuole costruire a Martinsicuro ormai si dovrebbe poterlo fare solo riqualificando tutto lo schifo fatto in passato e non aggiungendo cemento con un'edilizia penosa e appartamenti da 40mq dove ci possono vivere solo le prostitute.

    RispondiElimina
  99. http://sfoglia.corriereadriatico.it/Articolo?aId=1187317.

    ANDIAMO NELLA REGIONE MARCHE ORA E SUBITO !!!

    Sindaco VATTENEEEEEEEEEE !!!!

    Un cittadino disturbatore e nauseato !!!

    RispondiElimina
  100. Sono daccordo,qui la Regione,la Provincia non ci pensa.Siamo stati,siamo e saremo sempre l'ultima ruota del carro.

    RispondiElimina
  101. Regione Marche ? Siiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  102. Vedo che i commenti intelligenti non arrivano al 10% del totale. Continuiamo a piangerci addosso e a darci le frustate in stile medioevo. Dipende sempre e solo da noi. Le Marche? Hanno tanti di quei problemi che la metà gli basta.

    RispondiElimina
  103. Meno male che ci sei tu 100 % intttellligggente. A Noi poveri ignoranti ci fa schifo questa Martinsicuro, questa provincia e questa regione che se ne frega di noi, ci fanno schifo gli spacciatori i delinquenti le prostitute ecc ecc ecc
    Magari fossimo come le Marche magari, passa il ponte e trovi la civiltà e il rispetto delle regole che qui è un sogno solo immaginare !!!

    RispondiElimina
  104. http://www.rivieraoggi.it/2011/08/05/125887/pontino-lungo-sporcizia-e-degrado-da-citta-abbandonata/

    http://www.rivieraoggi.it/2011/08/05/125897/esasperato-dai-commercianti-abusivi-ruba-bici-a-vigile-urbano/

    Tanto per capire dove, certi "fenomeni" che hanno scritto in precedenza, vorrebbero andare...

    RispondiElimina
  105. Ma x favore, davvero x favore, non facciamo sciocchi esempi.
    Le Marche tutta la vita !!
    Un non Intelllliggggente e disturbatore.

    RispondiElimina
  106. Chissà come mai il nostro amico non pubblica i vari articoli che riportano gli arresti quotidiani, di brava gente....., nel nostro comune chissà

    RispondiElimina
  107. Un altro spacciatore napoletano arrestato:

    Dal sito della polizia

    http://questure.poliziadistato.it/Teramo/articolo-6-592-31966-1.htm

    RispondiElimina
  108. Taluni gruppi etnici e' impossibile capire cosa dicono.
    se poi sono anche senza nome, sfuggono ogni minimo controllo.

    RispondiElimina
  109. Facciamo il referendum per il passaggio nelle marche ed andiamo a votare, il popolo sovrano deciderà.

    RispondiElimina
  110. Ma quell'anonimo intelligente vive a Martinsicuro o la vede in cartolina?

    RispondiElimina
  111. Ecco un'altra bella notizia uscita oggi su Martinsicuro, dove tanto per cambiare i nostri amici napoletani la fanno da padrone:

    http://www.rivieraoggi.it/2011/08/08/125982/in-casa-oltre-un-chilo-di-hashish-arrestato-spacciatore/

    RispondiElimina
  112. Vi prego non chiamateli napoletani, questi sono solo dei delinquente e come tali vanno trattati. Chiamandoli napoletani è' un'offesa per tutti quei napoletani onesti che vivono a Martinsicuro

    RispondiElimina
  113. Non facciamo di ogni erba un fascio,
    diciamo solo che una certa quota parte di criminalite' partenopea,
    ha trovato nella nostra citta' una zona quasi vergine,
    dove puo' utilizzare anche quota parte di immigrati e clandestini per traffici illeciti.
    Oltre a questi si aggiungono anche ladruncoli di appartamenti professionisti e dilettanti.
    (Ovviamente con questa gente inutile la
    videosorveglianza o i pattugliamenti feshion)
    Mancano le leggi, manca un piano di coordinamento,
    manca un controllo di residenza.

    RispondiElimina
  114. Ovviamente, se il posto dei vigili fosse rimasto in comune
    (invece dell' edificio "imboscato")
    fatti come questi non sarebbero accaduti :
    http://www.rivieraoggi.it/2011/03/28/117638/martinsicuro-ancora-ladri-in-comune-aggredito-un-dipendente/
    Pare brutto istallare un sistema di antifurti centralizzato
    collegato con la centrale operativa "imboscata" ?

    RispondiElimina
  115. I problemi che vengono elencati esistono eccome. Per risolverli sarebbe sufficiente
    rimboccarsi le maniche e copiare le soluzioni
    (possibilmente efficaci)adottate da altre parti. Non serve passare da una regione all'altra o pensate davvero che le marche muoiono dalla
    voglia di toglierci le castagne dal fuoco?
    Se poi andiamo a vedere chi affitta gli appartamenti ai brutti ceffi potrebbero
    venire a galla sorprese molto interessanti.

    RispondiElimina
  116. Talvolta, si affitta a gente "perbene"
    ovvero con permesso in regola, ma poi invece i residenti sono altri.
    (e questo grazie anche alla legge, che non impedisce il subafitto senza consenso del propietario.)
    Manca soprattutto un coordinamento delle forze preposte, e un censimento dei residenti.
    ma e' chiaro che non si puo' guarire a valle cio'
    che non si riesce a curare a monte.
    Quindi inutile la violazione della privacy dei cittadini,
    con mille telecamere, oppure parate di automezzi in pompa magna.
    Tutto questo assomiglia piu' ad uno spot pubblicitario,
    piuttosto che una concreta' volonta' di cambiare qualcosa.
    e di sicuro non e' un deterrente per i soliti ignoti.

    RispondiElimina
  117. http://www.rivieraoggi.it/2011/08/10/126147/la-questura-chiude-il-bar-skipper-per-30-giorni/.

    Vediamo ora il sindaco se ha gli attributi.

    RispondiElimina
  118. Una goccia di acqua in un mare stracolmo, ogni sera bisogna farlo ogni sera Sindaco.

    http://www.rivieraoggi.it/2011/08/12/126250/abusivismo-commerciale-blitz-sul-lungomare-di-martinsicuro/

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

Ma alla fine, chi vince?

Chi è il favorito di queste elezioni? Esistono indizi per determinare quale candidato ha migliori chance? Per rispondere a simili domande la cosa migliore da fare è sempre quella di partire dai dati delle precedenti elezioni comunali per trovare analogie utili al ragionamento. Un tuffo nel passato, in pratica.

Elezioni comunali Martinsicuro 1993
Biagio Prosperi: Voti 811
Corsi Giovanni: Voti 540
Vallese Gianfilippo: Voti 2.256
Ignazio Caputi: Voti 4.120
TOTALE Voti Validi: 7.727

Elezioni comunali Martinsicuro 1997
Ignazio Caputi: Voti 2.414
Abramo Micozzi: Voti 2.853
Enzo Pierantozzi: Voti 2.837
TOTALE Voti Validi: 8.104

Elezioni comunali Martinsicuro 2002
Leonilde Maloni: Voti 4.506
Abramo Micozzi: Voti 3.326
TOTALE Voti Validi: 7.832

Elezioni comunali Martinsicuro 2007
Abramo Di Salvatore: Voti 3.259
Paolo Camaioni: Voti 2.540
Mauro Paci: Voti 1.410
Ignazio Caputi: Voti 977
Angelo Moscardelli: Voti 160
Emiliano De Mattheis: Voti 113
Totale Voti Validi: 8.449

Prendendo come punto di riferim…

Il problema di chi vola

Il blog ha ricevuto questa mail.

INIZIO CITAZIONE Ciao, chi vi scrive è un ragazzo di 34 anni di Martinsicuro.
Non sono molto “attivo” nella vita del paese, spesso osservo un po' rassegnato gli eventi aspettando che qualcosa finalmente cambi.
Non sono molto attivo nella vita sociale di Martinsicuro ma mi dedico assiduamente ai miei sport: la moto ed il volo. Si, avete capito bene, sono uno di quelli che svolazza in lungo ed in largo sopra la spiaggia di Martinsicuro appeso a quella specie di lenzuolo con quel ventolone un po' rumoroso. Insieme a me ci sono altri amici, padri di famiglia, scapoli incalliti o più semplicemente appassionati di volo, persone che dedicano il loro poco tempo libero alla pratica di questo sport cosi bello e particolare.
Potrei raccontarvi per ore delle mille avventure nei cieli del centro Italia, potrei descrivervi alcune cose che solo dall'alto si riescono a vedere e forse potrebbe essere l'occasione per far passare un brutto quarto d'ora …

Vivere a Martinsicuro

Offriamo un punto di contatto a Susanna.
INIZIO CITAZIONE
Buonasera ho acquistato una casa a martinsicuro e mi piacerebbe conoscere un pò questa città parlando con chi ci vive e ci lavora già. Anche perchè mi sembra di capire che di "problemini" ce ne sono abbastanza. Il mare e il sole sono stupendi, il resto si può migliorare.
Grazie Susanna
FINE CITAZIONE