Passa ai contenuti principali

Unire gli sforzi

Alain ha dimostrato cosa vuol dire "mettere a disposizione le proprie capacità". Prendendo il lavoro, già ben fatto, di Città Attiva e trasformandolo in qualcosa di ancor più chiaro e direttamente percettibile ha chiarito una volta per tutte l'infinita diatriba sull'argomento: "quante e quali saranno le spiagge libere dopo l'applicazione della variante al Piano Spiaggia".
Magari è possibile lavorare ad alcuni progetti comuni unendo le migliori professionalità del territorio per cercare le buone soluzioni di cui Martinsicuro ha bisogno.

Commenti

  1. In pratica la parte colorata in giallo (cioè non coperta dal rosso) è la spiaggia che oggi è libera e che domani sarà data ai privati in concessione.

    RispondiElimina
  2. Mi pare che nella variante sia previsto che i titolari di concessione, in caso di erosione della costa, possano allargare la superficie degli ombreggi di 15 metri a destra e 15 metri a sinistra sulla spiaggia libera e vista la mareggiata di questi giorni mi pare sia molto probabile che alla fine, la spiaggia libera effettiva sarà ancora minore di quella indicata.

    Ora, non è che uno non vuole che i privati esercitino una legittima attività ma siccome usano una risorsa (la spiaggia) che è di tutti, cosa ne ottiene in cambio la collettività?

    Magari Vagnoni potrebbe rispondere e chiarirci questo punto.

    RispondiElimina
  3. Ovviamente la concessione demaniale ha un costo,
    mi sembra circa 1.19 euro/mq anno per spiagge scoperte.
    pero' il ripashamento e i lavori antierosione
    spesso hanno costi molto superiori.

    RispondiElimina
  4. E visto che abbiamo questo grande problema dell'erosione e delle mareggiate, valutassimo una soluzione diversa dai soliti stabilimenti balneari concepiti fino ad oggi?
    Ok gli ombrelloni e l'installazione di "gabbiotti" tipo case di legno che a fine stagione devono essere rimossi... alla fine quello che dobbiamo offrire al turista sono una serie di servizi e non strutture megagalattiche con costi che difficilmente saranno sopportabili dopo l'applicazione della direttiva Bolkestein dal 2015.
    Invece di rendere meno "amara" la medicina proponiamo una cura diversa.

    RispondiElimina
  5. Concordo con M.C.
    La nostra città dovrebbe offrire servizi migliori,
    sia per i cittadini che per i turisti.
    Pista ciclabile, attraversamenti pedonali migliori,
    e molto altro.
    Ma anche più viggili estivi, che fanno multe,
    perchè la maleducazione nella nostra città stà
    raggiungendo livelli da società incivile.
    Gente che in auto percorre strade controsenso,
    parcheggia selvaggiamente, oppure tenta di investire
    la nonnina che attraversa la strada.
    Oltre ai soliti idioti in moto che sfrecciano
    in vie residenziali a velocità folli.

    RispondiElimina
  6. Sono 20 anni che la politica parla dell'esigenza per i turisti oltre che per gli abitanti di Martinsicuro, di un ponte di legno per la pista ciclabile che collega Martinsicuro a San Benedetto con annesso dislocamento del depuratore. In questi 20 anni ne sono passati di politici, nessuno è stato capace di effettuare tali opere, allora di che discutiamo, della classe politica di Martinsicuro, ma siamo sicuri che a Martinsicuro esiste una classe politica? solo perchè asfaltano qualche strada in prossimità di una campagna elettorale, si chiamano politici?

    RispondiElimina
  7. A proposito di multe e viabilità:

    vi sembra giusto che lo splendido (sono sarcastico) mercatino estivo si sia spostato sul lungomare, ostruendo così l'accesso ai garages e alle abitazioni dei villeggianti, che si ritrovano con delle multe da pagare per aver parcheggiato sotto casa colpevoli di non aver visto i segnali di divieto di sosta distesi a terra dal vento e quindi invisibili; impossibile entrare e uscire dalla propria casa con la propria auto e tutto questo perchè? perchè bisogna vendere 4 stracci magici e delle nacchere elettroniche????

    e il mattino dopo cartacce e schifo ovunque??

    ma pensate davvero che in questo modo i turisti siano contenti??

    levate di mezzo sto mercatino e pensate piuttosto a rifare i marciapiedi!!

    RispondiElimina
  8. per migliorare la classe politico-operativa di martinsicuro dovrebbe andare di persona prima a martinsicuro, a vedere come siamo messi, poi farsi un giro in bici a san benedetto e andare al municipio, chiedere di parlare con la giunta in modo da imparare qualcosa.

    San Benedetto ha i soldi perchè i soldi sa gestirli

    Martinsicuro non ha i soldi perchè i soldi non sa gestirli

    vi rimando ad un link per farvi capire che c'è chi dorme e non piglia pesci e c'è chi è sveglio già da un pezzo e continua a pescare senza problemi

    http://mag.wired.it/svegliaitalia/150-piazze-l-elenco-dei-comuni-candidati.html

    Sveglia!Noi non abbiamo neanche la biblioteca Abramo!Bisogna rivolgersi agli immigrati di Alba Adriatica per andare su internet!

    Poi ci credo che la gente va a mignotte!

    RispondiElimina
  9. Sicuramente c'e' da rifare i marciapiedi ed adeguarli
    alle normative.
    Tranne il lungomare, il resto fa' pena.
    anche la centralissima via Colombo, non e' adeguata,
    figuriamoci il resto, dove il marciapiede nemmeno esiste.
    Inoltre il "Cavatone" Unicita' tipica della nostra citta',
    potrebbe essere utilizzato come pista ciclabile e pedonale, con un minimo di spesa.
    Nella nostra citta' la maleducazione ha raggiunto livelli da incivili.
    Inutile la pattuglia feschion estiva, ma piu' vigili
    e piu' multe ai trasgressori che pretendono di
    percorrere sensi unici contromano,
    oppure farsi la "sparata" in moto ad oltre 100km/h
    nelle vie residenziali.

    RispondiElimina
  10. 10-15 anni di commissario prefettizio: questa è la ricetta per Martinsicuro.

    RispondiElimina
  11. ma diciamo le cose come stanno gli ignoranti che vanno a cento all'ora ci saranno sempre, il problema è rinnovare il paese non sono i "centauri"

    RispondiElimina
  12. oltre centotrenta all'ora per le vie residenziali è pura follia !
    Le "sparate" in moto vadino a farle in altre strade
    poco abitate e poco frequentate, che se si schiantano,
    almeno non arrecano disturbo.

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

Ma alla fine, chi vince?

Chi è il favorito di queste elezioni? Esistono indizi per determinare quale candidato ha migliori chance? Per rispondere a simili domande la cosa migliore da fare è sempre quella di partire dai dati delle precedenti elezioni comunali per trovare analogie utili al ragionamento. Un tuffo nel passato, in pratica.

Elezioni comunali Martinsicuro 1993
Biagio Prosperi: Voti 811
Corsi Giovanni: Voti 540
Vallese Gianfilippo: Voti 2.256
Ignazio Caputi: Voti 4.120
TOTALE Voti Validi: 7.727

Elezioni comunali Martinsicuro 1997
Ignazio Caputi: Voti 2.414
Abramo Micozzi: Voti 2.853
Enzo Pierantozzi: Voti 2.837
TOTALE Voti Validi: 8.104

Elezioni comunali Martinsicuro 2002
Leonilde Maloni: Voti 4.506
Abramo Micozzi: Voti 3.326
TOTALE Voti Validi: 7.832

Elezioni comunali Martinsicuro 2007
Abramo Di Salvatore: Voti 3.259
Paolo Camaioni: Voti 2.540
Mauro Paci: Voti 1.410
Ignazio Caputi: Voti 977
Angelo Moscardelli: Voti 160
Emiliano De Mattheis: Voti 113
Totale Voti Validi: 8.449

Prendendo come punto di riferim…

Vivere a Martinsicuro

Offriamo un punto di contatto a Susanna.
INIZIO CITAZIONE
Buonasera ho acquistato una casa a martinsicuro e mi piacerebbe conoscere un pò questa città parlando con chi ci vive e ci lavora già. Anche perchè mi sembra di capire che di "problemini" ce ne sono abbastanza. Il mare e il sole sono stupendi, il resto si può migliorare.
Grazie Susanna
FINE CITAZIONE

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…