Passa ai contenuti principali

Qualcosa da fare

Commenti

  1. A occhio direi che questa volta si è lavorato nella giusta direzione...niente contributi facili ai soliti noti..coinvolgimento delle scuole e dei ragazzi....collaborazioni con Associazioni locali e non... direi chè sarebbe un piacere veder riuscire l'iniziativa locale al pari di quella nazionale. So che qualcuno non ci crederà ma è davvero un piacere non dover essere messi sempre in condizione di dover fare delle critiche o di dover sollevare obiezioni o dubbi....speriamo non rappresenti un caso sporadico ma una inversione di tendenza..

    RispondiElimina
  2. Questa iniziativa evidenzia anche gli aspetti positivi della nostra Martinsicuro grazie all'operato di due importanti realtà: l'Archeoclub e la Scuola Blu. Se ci facciamo caso questa città non è solo monnezza.

    RispondiElimina
  3. Sono proprio curioso di andare a vedere... incredibile ma vero non ci sono mai stato.
    Spero che le 2 giornate riescano a raccogliere il successo che merita.

    RispondiElimina
  4. buongiorno io penso che se il pd e citta attiva si uniscono ovviamnete sulla base di un programma condiviso possano tranquillamente vincere le prossime elezioni. Un Pd rinnovato(cosi' com'e') non solo negli organi direttivi ma anche sulle persone da mettere in una futura lista puo' essere un ottimo alleato.
    Cosa ne pensate amici di martinsicurocity
    saluti

    RispondiElimina
  5. pensiamo che prima di pensare a spartirsi i soldoni,
    (o di cio' che e' rimasto)
    sarebbe utile portare un po' di buona educazione ai cittadini.
    No all' inutile pattuglia feshion, che non serve a nulla,
    e neanche a minacciosi elicotteri "vietnamiti,"
    ma occorrono invece polizia e vigili in bicicletta, che controllano il lungomare estivo.
    in USA e UK sono molto comuni, da noi una rarita'.
    http://www.policebikestore.com/

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…

Elisa Foglia e gli hobbisti della politica

Elisa Foglia, il candidato sindaco del PD, appare incerta, fragile ed incapace di tenere testa a due locomotive lanciate a gran velocità come Camaioni e Vagnoni.
Tuttavia, potrebbe essere la vera sorpresa di questa tornata elettorale, qualora Città Attiva fosse troppo affossata dalla presenza dei 5 Stelle e la destra non riuscisse a trovare i voti per passare al primo turno. Anche se remota l'eventualità di un ballottaggio tra Vagnoni e Foglia si può ancora tenere tra gli scenari possibili.
Le due liste del PD sono corte e poco assortite e con ancora una presenza di vecchi mestieranti della politica locale che a questo punto della loro vita hanno preso la campagna elettorale come un hobby da portare avanti tanto per tenersi attivi.
La loro presenza ha indebolito da subito la figura del candidato Sindaco e certamente ha tenuto fuori parecchi nomi nuovi che senza di loro non avrebbero esitato a schierarsi sotto il simbolo del Partito Democratico, però ha garantito l'esperienza …