Passa ai contenuti principali

Verde

Il Prof. Mario Viola ha inviato al blog la seguente mail.

INIZIO CITAZIONE

Al Sindaco
Comune di Martinsicuro
Avv. Abramo Di Salvatore
Via Aldo Moro

Oggetto: Invito conferenza informativa taglio n. 12 pini via Roma, Villa Rosa – prot. 2623 del 29/01/2010. Proposta dei VERDI.

In merito alla convocazione di cui all’oggetto per il giorno 8/02/2010 alle ore 10.00 presso la sede municipale ( lettera pervenuta il 5/02/2010) Le comunico che per impegni professionali non mi è possibile partecipare e neanche delegare altri rappresentanti Verdi di Martinsicuro in quanto impegnati nel proprio lavoro.
In merito alla proposta di taglio di n. 12 pini richiesta da Rete Ferroviaria Italiana, i VERDI di Martinsicuro Le comunicano la seguente posizione:
Contrarietà al taglio in quanto i 12 pini godono buona salute e pertanto non rappresentano pericolo di caduta.
Attuare il monitoraggio dei suddetti pini da parte dell’Ufficio Ambiente del Comune di Martinsicuro e, in caso di mutamento del colore naturale delle foglie aghiformi, procedere al taglio delle piante instabili.
Nell’anno 2010 (Anno Internazionale della Biodiversità) gli Enti Locali sono invitati dall’UNESCO a tutelare il proprio patrimonio naturale.
I 12 pini sono polmoni (filtri sanitari naturali) capaci di assorbire l’inquinamento atmosferico e restituire ai cittadini residenti aria pulita.
Lo Statuto Comunale di Martinsicuro, in vigore dal 1991, tutela gli alberi.
I 12 pini hanno un valore anche commerciale. Considerata l’età superiore al mezzo secolo ogni pino ha il valore di 20.000,00 Euro circa ( Scala Svizzera ).
Il Comune di Martinsicuro, con la registrazione europea EMAS dal 2007, ha il compito di svolgere azione di tutela del proprio patrimonio arboreo.
I VERDI auspicano che in sede di conferenza gli Enti e le Associazioni partecipanti accolgano il punto 2 della presente lettera. In caso contrario esigere da RFI la somma di Euro 220.000,00 allo scopo di utilizzarla per un nuovo impianto arboreo al servizio della comunità martinsicurese.
Il Comune di Martinsicuro proprietario dei 12 pini (beni comuni) ha la facoltà di non accogliere la richiesta di RFI.

Distinti saluti

Prof. Marano Mario Viola
VERDI Martinsicuro

Martinsicuro, 6 febbriaio 2010


FINE CITAZIONE
Per completezza di informazione è bene ricordare che Il Prof. Viola è uno dei tantissimi papà dell' ecomostro. Ecco, tanto per farsi un'idea.

Commenti

  1. non sono un simpatizzante di Violamartedì, febbraio 09, 2010

    oltre a essere papà dell'ecomostro come in ogni occasione ci ricorda la redazione, io, invece voglio ricordare che, questa amministrazione, pur criticando tale progetto, e avendo il potere di bloccarlo oppure modificarlo, non lo ha fatto? come mai? forse non è come si fa credere un pessimo progetto?
    E giusto ricordare che il Prof. Viola è anche il papà del Biotopo.

    RispondiElimina
  2. Nemmeno io sono un simpatizzante di Viola, ma in questo caso ha pienamente ragione!
    Per carità, non voglio giudicare, ma il commento alla fine della citazione sulla co-paternità del progetto ecomostro è in un certo senso una scorrettezza, perchè di fatto va a screditare il pensiero dell'autore della mail.
    Insomma, un intervento che un amministratore imparziale del blog non dovrebbe fare, almeno nel "corpo" del post, poi nei commenti ognuno, ovviamente anche l'admin, può scrivere quel che vuole.

    RispondiElimina
  3. L'enorme contributo che le idee del Prof. Viola hanno portato a Martinsicuro e all'educazione ambientale di molti cittadini è sempre stato fuori discussione.
    Questo blog non è imparziale, ma ha delle idee proprie: nei commenti troverete quelle dei lettori e nei post quelle del blog. Non dimenticate che M_City è un'esperimento di comunicazione nato proprio per stimolare la capacità di espressione del "singolo individuo" e mettere a confronto i diversi punti di vista.
    Per quanto riguarda l'ecomostro, il Prof. Viola poteva fare molto per ostacolarne la creazione ed invece così non è stato, ed è importante che la gente lo ricordi. Nessuna nuova campagna pro-verde potrà portare via il cemento sulla nostra spiaggia. Certi errori devono avere un peso.

    RispondiElimina
  4. Scusate se intervengo, ma leggendo l'intervento di Viola e leggendo quello che il sindaco esprime su sambenedetto oggi mi sorgono dei dubbi:
    - ma le piante sono sane o no?
    - viola dice di si, in base a cosa?
    - il sindaco dice che sono malate, in base a cosa?
    - la distanza di sicurezza vale solo per i treni o anche per la case che si trovano a ridosso della ferrovia? (viareggio dovrebbe insegnare qualcosa)
    - le piante saranno sostituite con altre, dove? Sarebbe importante perché i cittadini di quella zona oggi hanno ombra, ossigeno e riparo dai rumori dei treni, in futuro cosa gli diamo in cambio?
    Le decisioni di questa amministrazione, nella maggior parte delle volte, vanno contro l'interesse dei cittadini e del bene comune, quasi sempre ci sono interessi personali e gravi miopie che arrecano danno su danno, inutile fare l'elenco.
    Vorre invitarvi a rimanere sul problema invece di sparlare sulle persone, grazie.

    RispondiElimina
  5. Ma il sig. Viola che pare che di pini se ne intenda,è mai passato in via dei Pini?
    Andate a vedere con google maps all'inizio della via verso via Roma lato sud vicino alle due villette cosa era depositato e poi fate un salto ora E'UNA DISCARICA enorme.
    Ma il sindaco, i vigili,e i controllori dei controllati vanno per strada o volano per aria?
    Le multe si fanno si o no!
    Comunque caro M.C. i pini in via dei Pini non sarebbero male al posto dell'imondizia che ne dici?

    RispondiElimina
  6. Come poter dire il contrario, ma tornando al tema della discussione io mi chiederei per quale motivo Viola dice che il comune deve richiedere dei soldi e invece il sindaco parla solo di spese?
    Ecco, mi sono sempre chiesto per quale motivo l'attuale amministrazione sia fatalista su alcune cose e invece su un discorso, ad esempio l'edilizia, sia ferma e motivata non mollando mai "l'osso".
    Quando si tratta di spendere i nostri soldi sono sempre con il portafogli aperto facendosi poche domande e pochi problemi, invece quando si tratta di FAVORIRE qualcuno guai a farglielo notare...
    Sarebbe bello avere delle risposte ogni tanto invece che i soliti pettegolezzi da bar.

    RispondiElimina
  7. Ieri sono andato a vedere le piante "incriminate" e ho notato che sono state potate in modo che i rami, dalla parte della ferrovia, risultano molto più corti che quelli che si trovano sulla strada.
    Mi rivolgo al sindaco: dato che fino ad ora gli unici incidenti avuti sono stati causati da piante crollate sulle auto parcheggiate e dalle radici che distruggono strade e marciapiedi, cosa ne pensa di preoccuparsi, con la stessa decisione, di questi piuttosto che delle richieste assurde ed egoistiche (a costo 0 per loro) delle ferrovie?
    Perché non usa i soldi (NOSTRI) per risolvere i problemi di chi la eletta e di chi paga il suo stipendio?

    RispondiElimina
  8. Già in passato per il problema della processinaria contattai l'ARSSA
    (Agenzia regionale per l'ambiente e l'agricoltura),per evitare responsabilità penali ed eventuali denunce.
    Due giorni fa ho ricontattato il dirigente
    e mi assicura se di loro competenza, un loro intervento.
    Lo scempio dell'ambiente. verso gli animali, e verso noi stessi rendendo Martinsicuro invivibile è quasi certo.
    Bisogna muoversi, farsi sentire, metterci la faccia, sperando che un giorno chiunque sia al potere e di potere abbia una coscienza ambientale, si precccupi della vivibilità
    e della sicurezza e non vada avanti solo a spot
    come è successo negli ultimi anni e decenni a Martinsicuro.
    Ai posteri, se sopravviveranno..........

    MACO

    RispondiElimina
  9. Poveri noi! Ci risiamo con l'ecologismo militante e piagnone secondo cui tutto quello che fa l'uomo è aberrante mentre la natura si autodetermina. Cari campioni del surriscaldamento atmosferico e dello scioglimento dei ghiacci, lasciate perdere l'Arssa che è una delle tante invenzioni della politica per piazzare dei perdigiorno! Perchè, invece, nessuno si preoccupa del punteruolo rosso che rischia di rovinare irrimediabilmente le nostre palme?

    RispondiElimina
  10. free as a bird......
    Ti confido una cosa, non sono una militante,
    mi sono interessata del punteruolo a suo tempo e ne conosco la sua gravità da anni.
    Il Perdigiorno dell'ARSSA ti ha permesso di camminare sui marciapiedi di via Roma senza essere urticato, o almeno ch'abbiamo provato, dalla processionaria.
    Ustioni che talvolta richiedono ricoveri urgenti, soprattutto per i bambini.
    Periclosi per tutti, anche animali.
    I nidi di questi insetti dovrebbero essere rimossi annualmente dai pini per LEGGE, ma il Comune niente. Il Comune fa leva, sul fatto che la gente ignori, sui doveri dello stesso, sulle responsabilità penali dello stesso, verso la cittadinanza, e si è mosso solo dopo denuncia per non avere conseguenze (penali e pecuniarie).
    Io caro Free, essendo ipovedente, non me ne sono accorta camminando,me ne sono avvicinata. Mi ritrovai in Ospedale con viso, collo, gambe e braccia,(escono in primavera- estate), con piccole ustioni, rossore ecc....essendo una persona a rischio già allergica ad altro.
    Non sono la campionessa del c...., ma quando sono testimone di parcheggio auto su scivoli per carrozzine, e gente che non si cura degli altri anche deboli e di dove vive, sparando sentenze su tutti e tutto, bè m'incazzo. Anche quando con le biciclette si corre sui marciapiedi fregandosene di chi è a piedi e magari non ti vede.
    Per alcuni è un po' più difficile vivere la quotidianità, si deve lottare per l'ovvio, ma non per questo rinuncio ad uscire, lavorare e se son testimone di scempio verso l'ambiente, verso gli animali, uomini, lo denuncio facendomene un po' carico. E' essere militanti?
    Va beh......lo stesso.
    Spero che leggendo queste righe non diventerai un "povero me!". Ma già lo saprai, cnosci tutto, sai tutto.
    Guardati intorno.....non va tutto liscio.
    Potrebbe andare meglio, io dico solo di non buttare quello che abbiamo con la superficialità che le amministrazioni che si sono succedute hanno fatto.
    Vi ricordate verso il Tronto com'era, le campagne, la spiaggia 30 anni fà, e come ci siamo ritrovati adesso.
    MACO

    RispondiElimina
  11. Cara MACO come hai messo in evidenza anche tu, la superficialità non è solo nei gesti quotidiani, ma anche nel pensare e parlare.
    Prendi ad esempio questo blog... ogni volta che si cerca di portare avanti una discussione sperando di ottenere chiarimenti, si devia sul qualunquismo e sulle chiacchierate: niente di serio!
    Quando si dice che ogniuno ha quello che si merita è vero data la nostra situazione in Comune, ma poi diventa una falsità nel momento in cui ti rendi conto che molti vorrebbero dare una svolta ma troppo pochi per renderla una realtà. Non mollare!

    RispondiElimina
  12. Carissimi Maco ed M. C., probabilmente il mio poco tempo a disposizione e la mia ricerca della sintesi a tutti i costi mi fanno apparire per quello che non sono. Il mio commento aveva un tenore generalista e non era finalizzato a smontare le convinzioni di nessuno. Quello che ho sempre sostenuto è che il rispetto per l'ambiente non deve essere una esclusiva di nessuno. Conosco la tua situazione, Maco ed ammiro la tua straordinaria sensibilità e le tue battaglie, così come condivido in pieno il fatto che le ultime 10 amministrazioni alla guida della nostra Città (soprattutto quelle della seconda metà dei '70 che avevano la possibilità di scrivere su un libro bianco) hanno finito per sfregiare in maniera pressochè irrimediabile il suo straordinario habitat. Al tempo stesso era mia intenzione invitarvi a non prestare troppo credito a questi enti intermedi che spesso con i loro timbri e le loro burocrazie finiscono per acuire i problemi che sono chiamati a risolvere perchè sono stati voluti dalla politica per alimentare il consenso. E' chiaro che poi la persona sensibile si trova in tutti i contesti, ma vi assicuro che trattasi di nobile eccezione. Relativamente all'autore della mail, bene ha fatto MCity a ricordarne la compartecipazione a quello che si accinge a diventare l'ennesimo scempio di Martinsicuro ed anche in questo caso per seguire le sirene di coloro che non hanno mai avuto a cuore il nostro territorio. L'ambiente merita rispetto sempre, non solo ad orologeria. Caro M. C., niente è più lontano da me del qualunquismo e della superficialità. E' che ogni tanto mi piace anche provocare. Spero non me ne vogliate...

    RispondiElimina
  13. Il tecnico dell'ARSSA poco fa mi ha fatto sapere che la competenza è della Forestale,
    Ispettorato della Forestale di Teramo.
    So che le cose non cambieranno, ma domani troverò il numero di telefono e li contatterò, almeno per conoscenza.
    A chi interessasse, se uno volesse contattarli......
    A presto.....
    MACO

    RispondiElimina
  14. Ci avrei scommesso la testa contro 27 centesimi di Euro...
    Purtroppo (o per fortuna) il lavoro che svolgo mi ha abituato a conoscere i miei polli! Anch'io come M. C. ti invito a non mollare. Se vuoi, ho un amico nella Forestale, ma credo presti servizio in un'altra Provincia. Un caro saluto.

    RispondiElimina
  15. ai lettori di questo blog anticipo la imminente nascita di un 2° ecomostro ; sorgerà nei pressi dell'Hotel Maxim's, sarà alto 22,70 mt e conterrà appartamentini e mini appartamentini da 28 mq a 36 mq ; sarà un prisma rettangolare ;
    è piaciuto a tutto il centro destra che lo ha votato con l'astensione di cittattiva ; qualcuno di questa potrebbe avervi interesse ; l'esempio sarà esteso agli altri comparti e subcomparti.
    prima di stare a criticare Viola, spett.le M-city , occhio agli adulatori ed ai cloni .

    RispondiElimina
  16. Telefonato alla Forestale 0861 242341/2
    Non vi sono problemi malattia, solo che:
    per la sicurezza sui binari, i rami ecc...ecc....
    Le Ferrovie richiedono questo, la Prefettura accosente, il Comune esegue punto nel vero senso della parola.
    L'Ispettore è stato chiaro altro non c'è.
    Free as a bird io non scometto su nessuno,
    non conosco i polli, ma un'idea me la faccio personalmente, non seguo,
    adesso so qualcosa in più su chi ci amministra,
    non ho risolto niente, ma ho voluto sentire con le mie orecchie.
    p.s. vuoi vedere che li tagliano periodo Carnevale pensando: "NON SE NE ACCORGERANNO"

    A proposito a Teramo sta nevicando
    MACO

    RispondiElimina
  17. il prof. Viola è stato capace di produrre una bella discussione, grazie professore.
    Quando un suo intervento sul depuratore con annessa sentina? ci farebbe piacere conoscere il suo parere.

    RispondiElimina
  18. Buongiorno, vorrei solo dare una breve risposta all' anonimo delle 22.07 del giorno 11 febbraio.
    Probabilmente l'abitudine di alcuni a frequentare persone che votano a favore solo per partito preso senza leggersi le carte o votano contro per lo stesso motivo a prescindere da cosa sia scritto sugli atti ha spinto questo anonimo a pensare che qualora un gruppo di opposizione si astenga su una delibera di consiglio lo faccia perchè qualcuno all'interno ha degli interessi.
    Vorrei sia chiaro,qualora a qualcuno sfugga, che l'idea che ci siano sempre interessi occulti da proteggere può essere vero allorquando si approvano, come è stato fatto da questa maggioranza più e più volte, atti o si stipulano convenzioni che sono, dal punto di vista dei vantaggi nettamente a favore dei privati, non certo quando succede il contrario.
    Detto questo inviterei il sig. nessuno (sinonimo di anonimo) ad andarsi a leggere il resoconto dell'ultimo Consiglio comunale che può trovare, come accade ormai da due anni e mezzo, chiaramente stilato sul sito www.martinsicurocittattiva.net e da cui potrà con suo stupore scoprire che alla delibera che andava ad autorizzare la costruzione di appartamenti di 28 e 36 mt quadri in un residence nella zona adiacente al Maxim's il gruppo consigliare di Cittattiva HA VOTATO CONTRO e non si è semplicemente astenuto.
    Detto questo il discorso potrebbe chiudersi ma ci terrei invece ad ainvitarlo ad andarsi a leggere anche il resoconto del Consiglio (sempre sullo stesso sito e dove se no?) del 5 giugno 2008 in cui lo stesso gruppo Consigliare ha votato contro relativamente al prousst della Eurotom (quello dietro all'officina Grancioli per capirci) in quanto fortemente penalizzante per gli interessi dell'Ente e si è astenuto relativamente all'approvazione del prousst in questione (quello vicino al Maxim's) e questo perchè all'epoca non presentava le caratteristiche che invece gli sono state date con le modifiche apportate su iniziativa dell'Ass. Micozzi all'ultimo Consiglio comunale.
    Tutto questo solo per dire che Cittattiva non vota contro a prescindere, ma avendo l'abitudine di studiare gli atti prende le proprie decisioni tenendo sempre come punto di riferimento l'interesse di Martinsicuro pertanto può astenersi nell'approvazione di un prousst che prevede in seconda fila dal mare la costruzione di un residence in quanto lungi da noi l'idea di bloccare qualsiasi tipo di sviluppo ma vota decisamente contro quando si vogliono realizzare degli scempi.
    Spero che la cosa risulti abbastanza chiara come chiaro risulta che il fatto che questo gruppo civico non ha ceduto le armi ai soliti praticoni della politica locale all'indomani delle elezioni e che anzi stiano sempre più rappresentando una valida alternativa a questi ....signori...fa si che a ogni occasione si cerchi di farli scivolare sulla classica buccia di banana...anche quando nessuno ha mangiato banane nelle vicinanze.
    Mi dispiace ma penso di dover consigliare a chi vuole continuare su questa strada di non perdere tempo...mi risulta che i consiglieri siano stati dotati di ...scarpe con i chiodi.
    Grazie dell'attenzione.

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

Ma alla fine, chi vince?

Chi è il favorito di queste elezioni? Esistono indizi per determinare quale candidato ha migliori chance? Per rispondere a simili domande la cosa migliore da fare è sempre quella di partire dai dati delle precedenti elezioni comunali per trovare analogie utili al ragionamento. Un tuffo nel passato, in pratica.

Elezioni comunali Martinsicuro 1993
Biagio Prosperi: Voti 811
Corsi Giovanni: Voti 540
Vallese Gianfilippo: Voti 2.256
Ignazio Caputi: Voti 4.120
TOTALE Voti Validi: 7.727

Elezioni comunali Martinsicuro 1997
Ignazio Caputi: Voti 2.414
Abramo Micozzi: Voti 2.853
Enzo Pierantozzi: Voti 2.837
TOTALE Voti Validi: 8.104

Elezioni comunali Martinsicuro 2002
Leonilde Maloni: Voti 4.506
Abramo Micozzi: Voti 3.326
TOTALE Voti Validi: 7.832

Elezioni comunali Martinsicuro 2007
Abramo Di Salvatore: Voti 3.259
Paolo Camaioni: Voti 2.540
Mauro Paci: Voti 1.410
Ignazio Caputi: Voti 977
Angelo Moscardelli: Voti 160
Emiliano De Mattheis: Voti 113
Totale Voti Validi: 8.449

Prendendo come punto di riferim…

Vivere a Martinsicuro

Offriamo un punto di contatto a Susanna.
INIZIO CITAZIONE
Buonasera ho acquistato una casa a martinsicuro e mi piacerebbe conoscere un pò questa città parlando con chi ci vive e ci lavora già. Anche perchè mi sembra di capire che di "problemini" ce ne sono abbastanza. Il mare e il sole sono stupendi, il resto si può migliorare.
Grazie Susanna
FINE CITAZIONE

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…