Passa ai contenuti principali

Educazione all'ambiente e al patrimonio


Il blog ha ricevuto questa mail

INIZIO CITAZIONE
Salve,
sono Matteo Bianchini, vi allego la locandina e il programma di "Educazione all'ambiente e al patrimonio" una bella manifestazione organizzata dall'Antiquarium alla quale anche la Repubblica Marinara vuol dare il proprio contributo affinchè l'evento riesca nel migliore dei modi.
L'iniziativa, realizzata dall' Antiquarium Castrum Truentinum e dal C.E.A. Scuola Blu ha ottenuto l'inserimento nel programma della "Settimana di Educazione allo Sviluppo Sostenibile" 2009, promossa e patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana Unesco, che si terrà dal 9 al 15 novembre 2009, dedicata a città e cittadinanza.
Gli eventi per la città di Martinsicuro (13-15 novembre) sono realizzati in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Abruzzo, il Comune di Martinsicuro e il Comitato di indirizzo della Riserva Naturale Regionale Sentina.

PROGRAMMA:
Venerdi 13 novembre:
Dalle ore 15 alle ore 18, apertura dell’Antiquarium di Castrum Truentinum a cura dei volontari dell’Archeoclub Onlus di Martinsicuro.
Nella giornata di Venerdì 13 sarà presente il dott. Andrea R. Staffa, direttore dell’Antiquarium che incontrerà alunni e insegnanti delle Scuole di Martinsicuro.
Sabato 14 novembre:
Dalle ore 15 alle ore 18, apertura dell’Antiquarium di Castrum Truentinum.
Alle ore 18, presentazione della mostra fotografica “Obiettivo sulla Sentina” allestita nelle sale del Torrione, con aperitivo.
Domenica 15 novembre:
Alle ore 10, appuntamento presso l’Antiquarium per poi partire con mezzi propri alla scoperta della Riserva Naturale Regionale della Sentina, in collaborazione con il Comitato di Indirizzo della Riserva Sentina e del CEA Scuola Blu.
Dalle ore 15 alle ore 18, apertura dell’Antiquarium di Castrum Truentinum.

Tutti gli eventi sono gratuiti: vi invitiamo a partecipare numerosi .
FINE CITAZIONE

Commenti

  1. Bella iniziativa, sicuramente parteciperò e sarà l'occasione per visitare l'Antiquarium.
    Mi auguro che in tanti lo facciano per comprendere, amare e rispettare il territorio in cui viviamo.

    RispondiElimina
  2. Come mai gli organizzatori degli appuntamenti della manifestazione "Educazione all'ambiente e al patrimonio" hanno indirizzato l'attenzione sulla Sentina, "dimenticando" il patrimonio ambientale del territorio di Martinsicuro, cioé il Biotopo Costiero? E' una distrazione o una scelta di sostegno all'indifferenza e all'abbandono nei confronti del Biotopo da parte dell'attuale amministrazione comunale? E' senz'altro opportuno far conoscere la Riserva Regionale della Sentina, ma ignorare il Biotopo nell'ambito di una settimana di conoscenza del patrimonio ambientale e storico sotto l'egida dell'Unesco è imperdonabile.

    RispondiElimina
  3. perchè la sentina ha un comitato che la promuove invece il biotopo marino di martinsicuro non è compreso ed apprezzato da nessuno. l'erba del vicino è sempre più verde non lo dimenticate...

    RispondiElimina
  4. Cito dalla pagina di scuolablu.it dedicata all'evento (quella sopra riportata è stata estratta da una pagina facebook riassuntiva): "[...] Anche in un’ottica di superamento dei confini regionali, sarà interessante evidenziare le potenzialità derivate dalla condivisione sia di un patrimonio naturalistico di immenso valore, sia di un’importante fase storica."

    La prossima citazione proviene invece dalla pagina http://www.riservasentina.it/cms/territorio/storia/ realizzata ben prima dell'ideazione del progetto in esame:

    "L'area della Sentina, prossima al confine tra Marche e Abruzzo, costituisce un complesso costiero di grande valenza storico-geografica unitaria fin dall'antichità. Documenti storici ed archeologici confermano che il fiume Tronto ha unito e non diviso i due territori. Tale unità è testimoniata da rinvenimenti di strutture di epoca romana attribuibili verosimilmente ad edifici e strade della città di Truentum, dalle numerose iscrizioni truentine rinvenute, da studi e ricerche inerenti l'insediamento delle genti preromane nella valle"

    A questo aggiungiamo la presenza, sempre nel territorio della Sentina, della cosiddetta "Torre sul porto", edificio costruito nel 1543, solo 4 anni prima della Torre Carlo V, con cui condivide la valenza di torre di avvistamento e di difesa. Trovandosi il museo Antiquarium nella Torre Carlo V, converrete che la scelta e il coinvolgimento della Sentina nel progetto non sono stati tirati fuori a caso...

    Per chiudere il cerchio ricordiamo che il progetto è inquadrato nella "Settimana ESS" 2009, che ha come tema "Città e cittadinanza", in tutte le sue accezioni, tra cui la continuità CULTURALE, ARTISTICA E STORICA ( e le mie mansioni mi "costringono" ad aggiungere NATURALISTICA) tra regioni differenti.

    Tutto qua. Come sempre capita, un'informazione più approfondita risolve qualsiasi dubbio e acquieta ogni potenziale polemica.

    Riguardo il biotopo di Martinsicuro: solo negli ultimi 3 anni da parte del CEA Scuola Blu sono state organizzate visite guidate e/o raccolte differenziate nella suddetta area, coinvolgendo in totale non meno di 900 tra bambini/insegnanti/volontari. Chiedete pure a chi passava a fare jogging da quelle parti :)

    Firmato: una delle menti pensanti (sic) dietro al progetto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…

Elisa Foglia e gli hobbisti della politica

Elisa Foglia, il candidato sindaco del PD, appare incerta, fragile ed incapace di tenere testa a due locomotive lanciate a gran velocità come Camaioni e Vagnoni.
Tuttavia, potrebbe essere la vera sorpresa di questa tornata elettorale, qualora Città Attiva fosse troppo affossata dalla presenza dei 5 Stelle e la destra non riuscisse a trovare i voti per passare al primo turno. Anche se remota l'eventualità di un ballottaggio tra Vagnoni e Foglia si può ancora tenere tra gli scenari possibili.
Le due liste del PD sono corte e poco assortite e con ancora una presenza di vecchi mestieranti della politica locale che a questo punto della loro vita hanno preso la campagna elettorale come un hobby da portare avanti tanto per tenersi attivi.
La loro presenza ha indebolito da subito la figura del candidato Sindaco e certamente ha tenuto fuori parecchi nomi nuovi che senza di loro non avrebbero esitato a schierarsi sotto il simbolo del Partito Democratico, però ha garantito l'esperienza …