Passa ai contenuti principali

Fermi

Siamo una città a stretta vocazione turistica. O almeno dovremmo esserlo. O almeno dovremmo esserlo per far sopravvivere la nostra economia e noi con essa. Ma un'altra estate sta arrivando al suo culmine e se ne andrà in fretta e non si può far a meno di notare quanto questa stagione sia stata povera di novità, avara di spinte innovative, ricca di venditori ambulanti sul lungomare, di occasioni mancate e di mal di pancia che non si cuereranno di certo solo con il lagnarsi. Insomma, ancora nella polvere anche quando il trampolino estivo dovrebbe farci volare.
Pazienza, in cambio da settembre assisteremo alla cristallizzazione di tutti i progetti in attesa che i politichetti facciano le loro mosse da statisti. Intanto siamo fermi. Proprio l'ultima cosa da fare in momenti come questi.

Commenti

  1. Una cittadina a vocazione turistica dove da venerdì scorso manca l'acqua... Complimenti!

    RispondiElimina
  2. Già, fermi proprio come voi che non avete pubblicato niente per un mese.
    Siete proprio lo specchio fedele
    di questo paese: pronti a criticare tutto
    e tutti.

    RispondiElimina
  3. Questo problema dell'acqua potrebbe rappresentare davvero una mazzata per il turismo locale.... negli alberghi e nei campeggi i turisti sono avvelenati....ma il caro Ciaralli, rappresentante degli operatori del turismo, o lo stesso Corsi come titolare di uno dei villaggi turistici più importanti del territorio che sono stati sempre pronti a difendere questa amministrazione allorchè si dovevano tutelare le scelte fatte per il piano spiaggia (tra l'altro ancora bloccato nonostante le rassicurazioni dell'onniscente consigliere Vagnoni) non sarebbe il caso che si facessero sentire? O temono forse che possano perdere qualche privilegio....mi spiace dirlo ma il principio è sempre lo stesso.....curato il mio orticello...che possa bruciare tutta la campagna intorno....

    RispondiElimina
  4. Si sa' bene che l'acqua viene razionata per evitare il prosciugamento delle fonti.
    (ovviamente dopo averla appestata pesantemente di Cloro)

    RispondiElimina
  5. Fare "cultura" nel contesto turistico, dove la gente
    vuole "magna', beve e grattasse li zebedei" mi sembra utipostico, anche se MartinBook ha riscosso un discreto successo.
    Comunque, vista la grande varieta' di etnie presenti
    sul nostro territorio, fra' breve la cultura dominante
    potrebbe essere quella del suk iperabusivo.
    Gli Inglesi gia' stanno assaporando la felicita'
    della societa' multietnica, con saccheggiamenti di negozi,
    scontri con le autorita' e danneggiamenti vari.
    Il proverbio del giorno dice :
    Non si puo' curare a valle quello che non si e'
    riusciti a guarire a monte.

    RispondiElimina
  6. ....quindi negli anni scorsi le fonti erano cariche d'acqua quindi non serviva razionare l'acqua...peccato che un periodo piovoso come quello di quest'anno è tanto che non lo abbiamo... probabilmente è per questo che l'Italia sta lentamente declinando...c'è chi vuole giustificare l'ingiustificabile...

    RispondiElimina
  7. Mi raccomando cari Martinsicuresi, a Giugno rivotate di nuovo i burattini di questo o quel Partito Politico e poi tornate nuovamente a piangere qui' su Mcity.

    Chi e' causa del suo mal pianga se stesso.

    O INIZIATE A CAPIRE E A DIFFONDERE LA CONCEZIONE CHE IL POLITICO CHE VI SORRIDE E VI PORTA A CENA NON PENSA SOLO ALLA PROPRIA PANZA O VIVRETE PER SEMPRE NELL'OBLIO

    RispondiElimina
  8. correggo:

    naturalmente volevo dire PENSA SOLO ALLA PROPRIA PANZA

    RispondiElimina
  9. Sono almeno 20 anni che a Martinsicuto si raziona l'acqua d'estate.
    E da almeno 15 hanno impestato di cloro le acque
    dei paesi di collina, come colonnella.
    E ricordiamo che colonnella aveva una delle migiori
    acque potabili di tutto il territorio.
    Chissa' forse non riuscivano a vendere abbastanza acque minerali..

    RispondiElimina
  10. Ma è possibile che ogni cosa che accade in questo comune deve diventare motivo di polemica sterile ? Passino le ormai consuete critiche a questa amministrazione (alcune delle quali sicuramente condivisibili, altre decisamente meno a parere del sottoscritto), ma voler far credere che la mancanza di acqua (durata per un giorno a quel che mi risulta) possa dipendere in qualche maniera dalla non curanza degli amministratori locali, è solamente ridicolo.
    Qua non si tratta di scaricare responsabilità su altri, ma di conoscere le cause dell’emergenza occorsa e, soprattutto, l’ente deputato ad intervenire: nel caso specifico il Ruzzo.
    Chi si avventura a commentare il fatto specifico (mancata erogazione di acqua) dovrebbe almeno essersi prima informato sui motivi; ma come sempre è molto più semplice sparare a zero sugli amministratori locali, che confrontarsi con la realtà delle cose.
    Pur con beneficio d’inventario e stando a quanto mi è stato riferito dagli organi competenti (Ruzzo), mi risulta che il tutto sia stato generato non dalla mancanza di acqua, ma dalla poca portata delle condotte . In pratica la portata massima delle condotte esistenti non è stata sufficiente a garantire tutta la richiesta di acqua.
    Nell’immediatezza dei fatti, come tutti gli altri comuni, ci siamo attivati presso la Ruzzo la quale in via preliminare ha mandato su tutto il territorio delle cisterne per l’emergenza.
    Il problema è stato poi – momentaneamente risolto – aumentando la pressione della immissione dell’acqua nelle condotte con il rischio di procurare delle rotture.
    Ciò tuttavia non ci rassicura per il prosieguo della stagione, nel corso della quale, potrebbero anche ripetersi certe emergenze.
    Cosa può fare una amministrazione locale per evitare tutto questo ? io credo nulla; Cosa può fare per evitare che il fenomeno si ripeta nelle prossime stagioni ? Sicuramente non essere rieletta potrebbe essere un primo passo; ma forse, più seriamente, chi amministrerà dovrà insistere affinchè quel progetto venga finalmente portato ad esecuzione. Chi decide? L’assemblea nella quale sono presenti tutti i Sindaci dei comuni della Provincia di Teramo e il Consiglio di Amministrazione recentemente rinnovato. Non vi è possibilità di decisione autonoma da parte di singoli comuni .
    Questo si, quindi, che è il livello politico che va sollecitato continuamente affinchè si facciano gli interventi necessari .
    Certi ragionamenti su fatti importanti come quelli relativi alla erogazione dell’acqua, meriterebbero quindi un livello di discussione di più ampio respiro. Limitarsi a dover cercare sempre un responsabile non aiuta a capire il problema e, soprattutto a trovare soluzioni .
    Cordiali saluti .
    Massimo Vagnoni

    RispondiElimina
  11. http://www.rivieraoggi.it/2011/08/10/126147/la-questura-chiude-il-bar-skipper-per-30-giorni/.

    Vediamo ora il sindaco se ha gli attributi.

    RispondiElimina
  12. Il sindaco stà valutando se chiudere o meno il bar in questione, ma c....o, uno ci deve pure pensare se chiuderlo o meno? ma in che c....o di paese abitiamo, scampia tra un pò ci fà ricca pippa.

    RispondiElimina
  13. Attribuire la scarsita' delle acque alla maggior
    richiesta e' una "leggenda metropolitana" molto poco credibile.
    Invece e' molto piu' credibile che l'acqua venga razionata
    per non esaurire le fonti in caso di siccita'

    RispondiElimina
  14. "Il problema è stato poi – momentaneamente risolto – aumentando la pressione della immissione dell’acqua nelle condotte con il rischio di procurare delle rotture."
    Ma chi hanno messo alla direzione tecnica dell' acquedotto ?
    Un ignegnere idraulico, oppure gianni e pinotto ?

    RispondiElimina
  15. Se qualcuno utilizza le rete idrica per irrigare i campi,
    (e magari pure abusivamente) che venga accertato
    dalle autorita' competenti.

    RispondiElimina
  16. sull'acqua ... comunicazione del 09/08/11
    ATTENZIONE - COMUNICAZIONE CARENZA IDRICA
    Ai Comuni di: Pineto-Roseto degli A.-Giulianova - Tortoreto - Alba Adriatica - Martinsicuro (ragguardevole aumento dei consumi di acqua)

    Si comunica che, a seguito delle alte temperature registrate in questi ultimi giorni, si è determinato un ragguardevole aumento dei consumi di acqua, che ha portato al limite della tollerabilità le capacità delle nostre riserve di accumulo dovuto a problemi di natura strutturale concernente l’insufficienza di portata della adduttrice della fascia costiera in periodi di forte consumo e non a problemi operativi/gestionali. Considerato che sono pervenute diverse segnalazioni di interruzione del flusso idrico, la Ruzzo Reti S.p.A., gestore del Servizio idrico integrato, ritiene opportuno indicare le linee di provvedimenti da adottare per una drastica riduzione di quei consumi impropri che non siano autenticamente di natura igienico potabile. Per quanto precede, si invitano le Spett.li Amministrazioni cui la presente è indirizzata, a prestare una fattiva collaborazione volta ad arginare la contingente situazione attraverso la diffusione di una efficace campagna di informazione e sensibilizzazione della popolazione nonché al controllo dei comportamenti dell’utenza. Si informa altresì, che è in fase di studio un progetto per la realizzazione di una nuova condotta adduttrice per il potenziamento di quella esistente. Si comunica inoltre, che la scrivente azienda è in grado di fornire acqua attraverso fonti alternative, laddove il caso ne richieda l’urgenza, come da piano di autocontrollo di gestione delle emergenze idriche prot. n° 23059 dell’ 11 luglio 2007. La Ruzzo Reti S.p.A., si scusa per il disagio arrecato alla popolazione. per la mancata erogazione di acqua che dovesse verificarsi.

    RispondiElimina
  17. come dire: i problemi che abbiamo avuto non sono dovuti a mancanza di acqua, che grazie a Dio in provincia di Teramo e in Abruzzo non manca, ma perchè negli ultimi anni non abbiamo rinnovato le strutture (adduttrici, serbatoi, ecc.). Se il nuovo consiglio di amministrazione avrà un po' di palle lo vedremo nei prossimi e mesi e anni.

    RispondiElimina
  18. 09/08/11
    ATTENZIONE - COMUNICAZIONE CARENZA IDRICA
    Ai Comuni di: Pineto-Roseto degli A.-Giulianova - Tortoreto - Alba Adriatica - Martinsicuro (ragguardevole aumento dei consumi di acqua)

    Si comunica che, a seguito delle alte temperature registrate in questi ultimi giorni, si è determinato un ragguardevole aumento dei consumi di acqua, che ha portato al limite della tollerabilità le capacità delle nostre riserve di accumulo dovuto a problemi di natura strutturale concernente l’insufficienza di portata della adduttrice della fascia costiera in periodi di forte consumo e non a problemi operativi/gestionali. Considerato che sono pervenute diverse segnalazioni di interruzione del flusso idrico, la Ruzzo Reti S.p.A., gestore del Servizio idrico integrato, ritiene opportuno indicare le linee di provvedimenti da adottare per una drastica riduzione di quei consumi impropri che non siano autenticamente di natura igienico potabile. Per quanto precede, si invitano le Spett.li Amministrazioni cui la presente è indirizzata, a prestare una fattiva collaborazione volta ad arginare la contingente situazione attraverso la diffusione di una efficace campagna di informazione e sensibilizzazione della popolazione nonché al controllo dei comportamenti dell’utenza. Si informa altresì, che è in fase di studio un progetto per la realizzazione di una nuova condotta adduttrice per il potenziamento di quella esistente. Si comunica inoltre, che la scrivente azienda è in grado di fornire acqua attraverso fonti alternative, laddove il caso ne richieda l’urgenza, come da piano di autocontrollo di gestione delle emergenze idriche prot. n° 23059 dell’ 11 luglio 2007. La Ruzzo Reti S.p.A., si scusa per il disagio arrecato alla popolazione. per la mancata erogazione di acqua che dovesse verificarsi.

    RispondiElimina
  19. Purtroppo Massimo Vagnoni dimostra per l'ennesima volta di non conoscere il territorio che si è impegnato ad amministrare. Dire che l'acqua è mancata per un giorno...."a quel che gli risulta"... è quanto di più falso si possa dichiarare. Vada a Villa Rosa a chiedere ad alberghi e campeggi quali e quante scuse hanno dovuto inventare con i propri clienti da sabato 6 agosto a martedi 10 agosto per giustificare una mancanza di acqua fuori da qualsiasi logica in una cittadina che non è in calabria o sicilia ma in abruzzo per capire quale stupidaggine ha espresso.
    Sarebbe interessante capire come mai per risolvere il problema della mancanza di acqua "l'amministrazione locale" non può fare nulla mentre per interferire nelle nomine dei dirigenti del consiglio d'amministrazione del Ruzzo gli esponenti politici di riferimento della stessa "amministrazione locale" si impegnano a dovere.
    Alla fine, caro Massimo, la realtà è una sola, se fate pesare i vostri appoggi politici solo per avere i vostri personali ritorni mentre non ritenete sia il caso di impuntarsi affinchè la cittadinanza che amministrate sia tutelata da certi disservizi è il caso che ve ne stiate a fare le vostre professioni senza pure pretendere di inalberarvi nel momento in cui vi si pone davanti alle vostre responsabilità.
    Voi fate la politica proprio nella speranza che un responsabile ai disservizi non venga mai trovato in modo che tutto sembri normale e che quindi alla fine ognuno sembri uguale all'altro. Voi amministrate un comune che pretendete viva di turismo. Dovreste fare le barricate per certi disservizi e non cercare di giustificare l'ingiustificabile.. ma a chi lo vado a dire...l'importante per te e i tuoi colleghi è solo che la facciata sia linda e pulita, che poi le mura marciscano ...il problema lo pagherà chi resta sotto le macerie del crollo..non vi si chiede molto..ma almeno di avere un minimo di coscienza...o gli specchi sono stati aboliti anche a casa vostra?

    RispondiElimina
  20. il commento riportato poco sopra -come dire: ecc. ecc. ... - era indirizzato ad un altro commento che però non è stato pubblicato (non so per quali motivi, presumo tecnici) ma in sostanza lo trovate al seguente indirizzo http://www.ruzzo.it/spit/ trattandosi di un comunicato stampa della ruzzo reti nel quale è spiagato il motivo delle interruzioni di acqua.

    Sinceramente ha ragione Vagnoni nel dire che non può fare nulla. Se oggi manca l'acqua perchè il tubo che la porta dalla montagna a Martinsicuro è troppo piccolo (e i consumi sono alti), perchè lo stesso tubo era aggiornato all'anno 1980 dove qui sulla costa c'era il 60% in meno di appartamenti e popolazione ... cosa volete che possa farci Vagnoni. Semmai l'errore è nei precedenti consigli di amministrazione della Ruzzo e di chi li ha votati.

    RispondiElimina
  21. Quest’amministrazione, pur avendo il parere favorevole dell’ARTA, non ha avuto la forza (le palle) di contrastare la Ruzzo nemmeno per gli effluvi che fuoriescono dal depuratore, anzi in quell’occasione ha dimostrato che i veri amministratori del paese, sono i dirigenti della Ruzzo S.p.A., com’è dimostrabile (da alcune raccomandate), figuriamoci se ha la voce in capitolo, riguarda l’acqua caro Vagnone.
    Devo ammettere però che i cipressini che furono piantati due anni fa intorno al depuratore per frenare i miasmi, si stanno alzando.
    Adesso un turista che passeggia per il porticciolo, non conoscendo il paese, ha l’impressione di trovarsi nei paraggi di un cimitero, con miasmi di depuratore, comunque sempre fetori vi sono, anche se sono coperti da un recinto di cipressi caro Vagnoni.

    RispondiElimina
  22. Quest’amministrazione, pur avendo il parere favorevole dell’ARTA, non ha avuto la forza (le palle) di contrastare la Ruzzo nemmeno per gli effluvi che fuoriescono dal depuratore, anzi in quell’occasione ha dimostrato che i veri amministratori del paese, sono i dirigenti della Ruzzo S.p.A., com’è dimostrabile (da alcune raccomandate), figuriamoci se ha la voce in capitolo, riguarda l’acqua caro Vagnone.
    Devo ammettere però che i cipressini che furono piantati due anni fa intorno al depuratore per frenare i miasmi, si stanno alzando.
    Adesso un turista che passeggia per il porticciolo, non conoscendo il paese, ha l’impressione di trovarsi nei paraggi di un cimitero, con miasmi di depuratore, comunque sempre fetori vi sono, anche se sono coperti da un recinto di cipressi caro Vagnoni.

    RispondiElimina
  23. Pare di evincere che si e' dovuto razionare l'acqua a valle perche'
    le "riserve idriche" (serbatoi ?) non sono sufficentemente
    alimentate dalla condotta adduttrice. (GranSasso - Teramo ? )
    allora e' in progetto una condotta addizzionale.
    Ma qualcosa non mi riporta.
    La nostra citta' e' formata da circa 18.000 abitanti,
    e diciamo che d'estate la popolazione raddoppia.
    a fronte di un aumento del +100% della popolazione,
    e quindi un raddoppio dei consumi,
    La portata d'acqua invece e' scesa quasi a zero !
    (invece di dimezzarsi)
    Sarebbe allora utile vedere i consumi idrici mensili
    della nostra citta'.
    Ma soprattutto se tali consumi al contatore,
    corrispondono a quanto erogato dal gestore.

    RispondiElimina
  24. In effetti è vero, turisti o no, in caso di temporale piovoso,
    la pressione torna normale.

    RispondiElimina
  25. Ma anche alle 4:00 di mattina l'acqua e' molto scarsa.
    quindi il problema non sembra causato dalle aumentate
    esigenze estive. (turisti)
    ---
    Le condotte sono monitorizzate elettronicamente,
    e le utenze finali hanno i contatori.
    Dovrebbe essere facile controllare chi spreca acqua inutilmente.
    E se c'e' qualche abusivo che utilizza l'acquedotto
    per irrigare i campi, o riempire piscine, che venga
    subito segnalato alle autorita' preposte !

    RispondiElimina
  26. per il commento del 11 agosto alle 17.22

    Il ruzzo può dire quello che vuole, d'altronde sempre di gente che ha l'unico interesse di pararsi il c...si tratta, ma il commento è, qualora fosse servito, l'ennesima dimostrazione ddi quanto l'unico interesse della nostra classe politica sia di scaricare ad altri le colpe. I precedenti consigli di amministrazione della ruzzo sono stati sia di centro destra che di centro sinistra quindi c'è poco da rimandare a loro ....per il resto, non so chi è l'anonimo che lo ha scritto ma di certo deve avere le idee molto confuse. Praticamente a suo dire è come se dal 1980 ad oggi gli appartamenti siano stati costruiti nell'ultimo anno e quindi quest'anno ci si è trovati con le mani legate. Vorrei segnalare che invece proprio negli ultimi due anni l'attività edificatoria è rallentata a causa di una crisi che probabilmente sfugge a persone come lui troppo impegnate a curarsi di se stessi e a tutelare i suoi compagni di cordata per rendersene conto. Tra l'altro, e vedremo i dati a fine stagione, per chi gira per Martinsicuro è anche evidente quest'anno rispetto agli anni precedenti un calo delle presenze , tolti infatti i fine settimana e complice un fine luglio decisamente piovoso è evidente quanto il problema dell'acqua non possa essere stato causato da un eccessivo accrescimento del nulero degli arrivi... e smettetela di dire che gli amministratori non possono fare tutto...quando vogliono riescono a far andare l'acqua in salita....naturalmente se alla fine della salita la stessa serve ad annaffiare i loro orticelli....

    RispondiElimina
  27. Mentre pensate al Ruzzo, leggetevi questa.

    http://sfoglia.corriereadriatico.it/Articolo?aId=1189745

    Cosa aspettano che la sig.ra in questione uccida qualcuno? Vediamo quanto tempo passa prima che accada. Poi voglio vedere cosa succede (ricordate Alba Adriatica?).

    RispondiElimina
  28. Ma vogliamo anche parlare dei soliti ignoti, che sfrecciano
    con moto di grossa cilindrata per le vie del paese,
    ad oltre 120 km/h con il motore al limitatore di giri ?
    con la targa quasi coperta, o inclinata a 45 gradi ?
    Sicuri che nessuno li puo' fermare ?

    RispondiElimina
  29. Ritornando all'acqua, il sito vanta di avere controlli
    elettronici lungo le condotte principali, e un sistema
    informatico molto avanzato.
    Visto che non e' un segreto di stato, pareva brutto
    pubblicare le statistiche del consumo mensile medio
    dei vari comuni, della portata media e delle pressioni ?

    RispondiElimina
  30. Cerco di rispondere in modo ragionato a chi pensa io abbia le idee un po’ confuse. Innanzitutto se volete aver un’idea di come funziona la rete di distribuzione potete visitare la pagina http://www.ruzzo.it/spit/animazione.html dove a grandi linee è spiegato step-by-step il percorso dell’acqua dalla sorgente alla vostra abitazione. Il percorso è: captazione, adduzione, stoccaggio in serbatoi, distribuzione e infine depurazione. Non ho molto tempo per approfondire e dettagliare ma non farò molti errori se dico che la linea che porta l’acqua a Martinsicuro è una linea costiera (adduttrice) che viaggia con direzione e verso da Roseto degli Abruzzi a Martinsicuro. L’acqua trasportata proviene dalle sorgenti del Gran Sasso ma all’altezza di Campo a Mare di Roseto degli Abruzzi, solo in estate a causa di alti consumi per via della stagione turistica, si aggiunge anche quella pescata nella pianura con appositi pozzi. In pressione, l’acqua arriva ai vari serbatoi prima di essere distribuita alle utenze. Capirete che se la tubazione di adduzione (acqua in arrivo al serbatoio x) porta che so 500 litri/secondo e i consumi (acqua in uscita dal serbatoio) sono di 510 litri/secondo, il serbatoio dopo poco tempo rimane a secco (dipende dalle dimensioni del serbatoio) e voi non avete acqua in pressione sulla rete di distribuzione. Questo avviene quando i consumi sono massimi ovvero ora, nelle due settimane di ferie italiane, e soprattutto di giorno. Perché ora e non due anni fa’? o negli ’90 o negli anni ’80? Perché i paesi da Roseto a Martinsicuro sono pieni di turisti e perchè il modo di consumare è cambiato (in peggio: vedi piscine in casa, bagno in vasca anziché doccia, doccia di 50 minuti, lavaggio di auto fai-da-te, acqua utilizzata per irrigare, ecc. ecc.). 1/2

    RispondiElimina
  31. Evidentemente da ormai tanti anni abbiamo raggiunto una soglia, mantenendoci di poco al di sotto. Quest’anno la soglia è stata superata. La soglia è il limite strutturale del sistema adduttrice-serbatoio, prima di distribuire a casa vostra insomma. Ora io non ho dato la colpa al centro destra o al centro sinistra che era rappresentata nei consigli di amministrazione del ruzzo. Io ho dato la colpa ai consigli di amministrazione del ruzzo e aggiungerei dell’ATO. Se sono di centro destra o di centro sinistra non importa. Ma cerchiamo di vedere avanti. Come risolvere il problema? O si ampliano i serbatoi (come qualcuno ha già intuito nei commenti sopra), o si moderano i consumi. Se però ampliamo i serbatoi non è detto che le adduttrici portino acqua a sufficienza per riempirli nei momenti di picco dei consumi. Ma questa non è mia competenza dirlo. Ci penseranno gli ingegneri idraulici del ruzzo. Quindi Vagnoni non c’entra nulla. Ma non lo dico perché voglio difendere i miei compagni di cordata (se mai ce ne fossero). Ho motivato, mi sembra.
    Poi. Gli appartamenti sono cresciuti dagli anni ’80 in poi in modo costante (circa) ma il consumo di acqua dei residenti e turisti è rimasto sempre al di sotto della soglia limite strutturale adduttrice-serbatoio. La crisi dell’edilizia degli ultimi due anni ha di fatto posticipato il superamento della soglia di cui sopra. Altrimenti ce ne saremmo accorti già due anni fa’ (con gli stessi problemi di distribuzione dell’acqua). Comunque nei posti più appetibili si costruisce ancora anche se il ritmo è decisamente calato. I numeri delle presenze turistiche non tengono conto di tutti gli affitti in nero che mi sembra invece siano tante. Dovrei aggiungere altri dettagli ma il commento diventerebbe troppo pesante. Spero di aver chiarito le idee. 2/2

    RispondiElimina
  32. Sono quasi 20 anni che a martinsicuto d'estate l'H2O scarseggia.
    poi tra' un potabilizzatore e l'altro hanno clorato anche
    la buonissima acqua di colonnella.
    Se quanto scritto sopra e' vero e la "dorsale"
    ci arriva pure da roseto, allora addio.
    l'acqua si finisce per strada.

    RispondiElimina
  33. Il problema è che da giugno il ruzzo vende acqua anche a Pineto e noi siamo rimasti senza.Io che mi ricordo mai rimasti senza acqua per 8 giorni. Se si fa 1+1=2

    RispondiElimina
  34. L'acqua che scarseggia nei mesi di luglio-agosto è un problema di vecchia data, abitando al secondo piano senza autoclave posso affermare che mai come oggi il servizio è stato tagliato per interi giorni consecutivi. Voglio anche comprendere che in questo periodo dei disservizi possono crearsi ma non si venga a parlare di problema creatosi di recente. Come tutte le questioni ordinarie di questa cittadina non vengono mai affrontate preventivamente, posso apprezzare Vagnoni che almeno prova ad abbozzare una difesa di ufficio scaricando le competenze sul Ruzzo ricordandoci, se mai ce ne fosse bisogno, la totale incapacità di un ente comunale come quello di Martinsicuro, capofila della Val Vibrata per popolazione ed estensione quindi teoricamente, molto teoricamente, di peso in ambito sovracomunale. Mi spiace ma questa città è tutta da rifare a partire dalle teste che la governano, in questi anni il degrado in termini di qualità è stato costante e la sensazione di abbandono prevale su tutto, complimenti per un cittadina a vocazione turistica, anche il Corriere Adriatico, organo di governo se ne è accorto:
    http://sfoglia.corriereadriatico.it/Articolo?aId=1190051

    RispondiElimina
  35. Questo è senza dubbio un grave errore del Ruzzo, perchè vendendo acqua anche a una popolazione come Pineto che d'estate ha anche il suo turismo, era ovvio che noi restavamo a secco. Calcoli sbagliati.

    RispondiElimina
  36. possiamo dire anche che il cloro e' un irritante molto forte ? (oltre ad altri effetti nocivi)
    e che talvolta l'acqua del rubinetto ha lo stesso odore della varechina ?

    RispondiElimina
  37. Invio alcuni aggiornamenti: purtroppo le criticità dovrebbero perdurare per tutta la settimana. Questa la comunicazione ufficiale mandata a tutti i comuni in data 12.08.11: "la presente per segnalare che la situazione dell'approviggionamento idrico nella nostra provincia va progressivamente aggravandosi. Le temperature elevate di questi giorni e la crescente domanda di acqua da parte della popolazione turistica, che raggiunge l'apice proprio nel periodo di ferragosto, a meno di repentini cambiamenti climatici, farà sicuramente appesantire tale situazione di disagio. Per il momento tale deficit viene in parte compensato con la distribuzione idrica a mezzo di autocisterne, privilegiando in modo particolare le utenze sensibili (case di cura e case di riposo per anziani) ed a seguire strutture ricettive quali alberghi, residence e camping. Si conferma comunque da parte di questo acquedotto, la disponibilità ed idonea struttura organizzativa per fronteggiare situazioni di urgenti necessità" .
    Questa mattina ho parlato con il responsabile tecnico che sta gestendo gli interventi in zona al quale ho chiesto i motivi per i quali quest'anno il fenomeno si è avvertito più degli altri anni; secondo questa persona, quest'anno ci sarebbe stato un consumo superiore di acqua dovuto a maggiori presenze; questo fattore unito alla vetustà delle condotte avrebbe causato le criticità che viviamo .
    Personalmente, dai dati che ho, ritengo che le presenze non siano tali da giustificare la mancanza di acqua .
    Viceversa la questione strutturale è grave. Se da più di trenta anni non si mette mano alle condotte del nostro comune, mentre in altri comuni lo si è fatto (mi risulta che ad alba siano stati fatti interventi una decina di anni fa, ma non ne sono certo) allora, politicamente, chi ha amministrato sino ad oggi (quindi anch'io)ha evidenti responsabilità .
    Per non perseverare nell'errore, oggi stesso ho chiesto al Sindaco di portare all'attenzione del prossimo consiglio di amministrazione del ruzzo una calendarizzazione certa degli interventi da effettuare .
    Non è più tollerabile che da un anno all'altro il nostro comune debba pagare inefficienze di altri (funzionamento depuratore anno 2010; mancanza di acqua 2011).
    Massimo Vagnoni

    RispondiElimina
  38. ....da più di 30 anni ???? Sigr. Vagnoni, ma chi è al governo nel Comune ???? basta davvero basta dimettetevi e andatevene, ma un minimo di vergogna non vi tocca neanche un pochino. E il collegamento del depuratore, tanto profumato, con quello di San Benedetto con annesso ponte che fino ha fatto ???
    Avete distrutto quello che era un paradiso, in una città turistica manca l'acqua vien da ridere SIETE UNA COMICA, ma perchè non fate un consiglio comunale all'aperto sul lungomare così vediamo la contentezza dei cittadini.
    Andate via !!!
    Ps ma il sindaco lo fa chiudere il bar skipper o no, riesce a fare il sindaco almeno una volta ????

    RispondiElimina
  39. Bisogna riconoscere l'onesta' intellettuale dimostrata
    dall' assessore.
    L'acqua scarseggia, vuoi per problemi di captazione a monte (siccita'),
    vuoi per problemi di aumento di esigenze idriche a valle (turismo)
    E se l'opposizione, invece di produrre le solite sterili polemiche,
    riuscisse a collabbborare per il bene collettivo,
    questo sarebbe vantaggioso per tutti.
    il proverbio del giorno dice "collettivizzare le perdite, privatizzare i giadagni"

    RispondiElimina
  40. Per il terzultimo anonimo. Sono impazzito anch'io a cercare il nuovo sito del comune, fino a quando, un giorno, mi è andato l'occhio sull'albo pretorio (quello reale) ed ho scoperto che il nuovo è www.martinsicuro.gov.it. Saluti...

    RispondiElimina
  41. All'ignorante e maleducato sopra, va ricordato che forse conosce poco Quanta responsabilità ha il comune. Forse non si conoscono le leggi e forse si è toccato qualche amico.
    Ma come si dice l'ignoranza è una brutta bestia.

    RispondiElimina
  42. Al saccente dell'ultimo commento, faccio presente che, se un motore di autoclave si brucia non può essere colpa del comune ma della volpe che, insieme al motore, avrebbe dovuto installare una galleggiante-sonda che stacca il motore stesso in caso di cisterna vuota...
    P.S. Prima di fare delle insinuazioni, sciacquati la bocca... a dimenticavo... non hai l'acqua!

    RispondiElimina
  43. Hai visto che bravo che sei, hai imparato a parlare in Italiano e in maniera educata, apprendi velocemente. Mi congratulo con te.
    Ps alla volpe, il motore attacca ogni qualvolta un filo d'acqua è presente per riempire la cisterna, surriscaldando lo stesso che sforza essendo la stessa pochissima e continua. Se ci fosse il motore funzionerebbe x 15 minuti continui riempiendo il serbatoio e non praticamente ogni 5 min raggranellando la poca presente. La sonda ovviamente presente non c'entra un bel niente. Cmq dai piano piano capirai, oggi l'italiano e l'educazione, domani ingegneria idraulica. Ti saluto buona giornata, dai in amicizia hai qualcuno al comune ?

    RispondiElimina
  44. Dimenticavo forse il titolare di questo blog, dovrebbe controllare i modi e l'educazione di chi scrive, visto che a volte lo stesso ha definito disturbatori alcuni utenti.
    Certamente il blog non è mio e non ho alcun titolo per dare consigli, ma da liberare e rispettose delle persone che sono, forse un'occhiatina in più non guasterebbe.
    Buona Giornata a Tutti e Buon Mare, sperando che l'acqua torni.
    Mi piacerebbe sapere quanto il comune ha speso in questa estate al secco per le varie sagre e manifestazione varie.

    RispondiElimina
  45. Abramo Di Salvatore e Franchino Giovannelli, «chiederemo urgenti interventi strutturali della Ruzzo Reti sulla costa vibratiana». I due amministratori, che sono consiglieri dell'assembla dei sindaci del Ruzzo. Consiglieri ???? Ma no dai non centrano nulla.......

    http://ilcentro.gelocal.it/teramo/cronaca/2011/08/17/news/acqua-a-singhiozzo-sulla-costa-4803266

    RispondiElimina
  46. Si vede che manca l'acqua pure a casa loro

    RispondiElimina
  47. Dio mio sempre più in basso

    http://www.rivieraoggi.it/2011/08/18/126539/data-alle-fiamme-l’auto-di-clementoni-sfiorata-la-tragedia/

    RispondiElimina
  48. ....e anche acqua venduta alla Puglia ???

    http://sfoglia.corriereadriatico.it/Articolo?aId=1191478

    RispondiElimina
  49. Oramai siamo quasi alla fine della stagione turistica,
    e con le prime piogge di settembre l'acqua dovrebbe
    tornare normale.
    Ma finita "l'onda dell' emozione" (e delle proteste) sarebbe opportuno,
    inizare a pensare di risolvere il problema seriamente,
    perche' ripresentarsi anche nel 2012 con le stesse
    carenze sarebbe oltremodo vergonoso.

    RispondiElimina
  50. A proposito di serbatoi per autotrazione a gas naturale,
    sarebbe utile ricordare che le nuove istallazioni devono
    essere omologate ECE-R110.
    Quindi in caso di surriscaldamento, e' estremamente
    improbabile la rottura di schianto dello stesso.
    (grazie alla presenza di valvole di sicurezza)

    RispondiElimina
  51. La brava gente della nostra cittadina, grazie a dio.

    http://www.ilsegnale.net/?p=11339

    RispondiElimina
  52. Pero' facendo alcune considerazioni :
    Non hanno istallato nessun antifurto nelle squole,
    e poi ci si lamenta della sicurezza.
    Hanno trasferito i viggili dal palazzo comunale
    (che era la sede piu' appropriata)
    alla caserma "imboscata" e poi si lamentano che
    i controlli nel centro citta' non sono presenti.
    Nessuno ha controllato flussi migratori molto sospetti,
    poi si invoca quasi lo stato di poolizia.
    Ma lo fanno apposta ?

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

Ma alla fine, chi vince?

Chi è il favorito di queste elezioni? Esistono indizi per determinare quale candidato ha migliori chance? Per rispondere a simili domande la cosa migliore da fare è sempre quella di partire dai dati delle precedenti elezioni comunali per trovare analogie utili al ragionamento. Un tuffo nel passato, in pratica.

Elezioni comunali Martinsicuro 1993
Biagio Prosperi: Voti 811
Corsi Giovanni: Voti 540
Vallese Gianfilippo: Voti 2.256
Ignazio Caputi: Voti 4.120
TOTALE Voti Validi: 7.727

Elezioni comunali Martinsicuro 1997
Ignazio Caputi: Voti 2.414
Abramo Micozzi: Voti 2.853
Enzo Pierantozzi: Voti 2.837
TOTALE Voti Validi: 8.104

Elezioni comunali Martinsicuro 2002
Leonilde Maloni: Voti 4.506
Abramo Micozzi: Voti 3.326
TOTALE Voti Validi: 7.832

Elezioni comunali Martinsicuro 2007
Abramo Di Salvatore: Voti 3.259
Paolo Camaioni: Voti 2.540
Mauro Paci: Voti 1.410
Ignazio Caputi: Voti 977
Angelo Moscardelli: Voti 160
Emiliano De Mattheis: Voti 113
Totale Voti Validi: 8.449

Prendendo come punto di riferim…

Il problema di chi vola

Il blog ha ricevuto questa mail.

INIZIO CITAZIONE Ciao, chi vi scrive è un ragazzo di 34 anni di Martinsicuro.
Non sono molto “attivo” nella vita del paese, spesso osservo un po' rassegnato gli eventi aspettando che qualcosa finalmente cambi.
Non sono molto attivo nella vita sociale di Martinsicuro ma mi dedico assiduamente ai miei sport: la moto ed il volo. Si, avete capito bene, sono uno di quelli che svolazza in lungo ed in largo sopra la spiaggia di Martinsicuro appeso a quella specie di lenzuolo con quel ventolone un po' rumoroso. Insieme a me ci sono altri amici, padri di famiglia, scapoli incalliti o più semplicemente appassionati di volo, persone che dedicano il loro poco tempo libero alla pratica di questo sport cosi bello e particolare.
Potrei raccontarvi per ore delle mille avventure nei cieli del centro Italia, potrei descrivervi alcune cose che solo dall'alto si riescono a vedere e forse potrebbe essere l'occasione per far passare un brutto quarto d'ora …

Tutte le preferenze delle comunali martinsicuresi 2012

Dato che ogni analisi, a quest'ora ed alla fine di una giornata come questa, sarebbe parziale e sommaria rimandiamo a domani osservazioni più lucide e fredde. Intanto annotiamo qui i dettagli delle preferenze.


CITTA’ ATTIVA – CAMAIONI 
Stefano Ciapanna 308 Andrea D’Ambrosio 276 Massimo Corsi 163 Marco Ceci 99 Paolo Cistola 68 Sandro De Angelis 111 Olivo De Cesaris 135 Orlando Di Paolo 172 Giulio Eleuteri 157 Boris Giorgetti 133 Silvano Lupacchini 84 Federico Nardi 94 Roberto Prosperi 86 Roberta Spinosi 43 Debora Vallese 102 Sandro Ventresca 73 Solo lista 579
CAMBIAMO INSIEME – BUONASPEME  Gianni Alessandrini 62 Giorgio Anedda 138 Simona Antonini 267 Concetto Benizi 114 Giuseppe Capriotti 183 Gianni Carbone 108 Dante Cicchi 132 Amalia Cocchini 92 Guido D’Ascanio 91 Daniela De Luca 70 Elisa Foglia 76 Marco Foglia 86 Marco Massetti 164 Mauro Paci 111 Massimo Pulcini 108 Paolo Verdecchia 124 Solo lista 390
PROGETTO COMUNE – VAGNONI  Giuseppina Camaioni 173 Marco Bruno Cappellacci 171 Go…