Passa ai contenuti principali

L'unica cosa nuova



Il PD di Martinsicuro fa una cosa nuova mai accaduta nella politica martinisicurese. Realizza e pubblica dei video a commento dell'approvazione del piano spiaggia. Andando oltre i contenuti (e la terribile musica) che ognuno può giudicare più o meno condivisibili siamo di fronte alla prima vera liberazione della politica locale dagli argini dei vecchi mezzi di comunicazione. Certo, poi il PD continua sempre ad imbrattare i muri della piazza con terribili manifesti, ma almeno hanno anche altro.

Commenti

  1. Caro PD, sono il titolare di una regolare concessione balneare e vorrei tanto avere un canale di scolo all'interno del mio stabilimento, come posso ottenerlo? A chi devo fare richiesta per spostare la mia concessione e includere un bel canale di scolo!? Se poi è possibile averne due sarebbe il massimo.

    RispondiElimina
  2. Se sei un titolare di regolare concessione balneare dovresti sapere che su un canale di scolo non è possibile posizionare uno stabilimento. Questo è il motivo per cui la maggioranza Di Salvatore ha occupato tutto l'occupabile per accontentare gli amici tuoi e dei tuoi amici stando ben attenta a riservare il piacere della vicinanza ai canali di scolo a coloro che non possono permettersi o non amano frequentare gli stabilimenti balneari. Detto questo ti inviterei a riflettere sul fatto che il tuo sarcasmo è decisamente fuori luogo. Prova a pensare come la prenderesti se un comune cittadino ti dicesse....caro titolare di regolare concessione balneare (suppongo comunque che considerando i commenti negativi sollevati anche da coloro che attualmente sono titolari di stabilimenti rispetto a quanto si vorrebbe approvare sul piano di spiaggia tu sia solo uno dei futuri beneficiari), sono un amante della spiaggia libera ma mi rendo conto che per far si che voi possiate guadagnare sfruttando anche il MIO demanio è il caso che mi goda il mio mare posizionando il mio ombrellone vicino ad un canale di scolo, ma mi sapresti dire a chi devo fare richiesta per evitare, allorquando posizionati gli stabilimenti su spiagge soggette in caso di mareggiate a erosione, di sentire i tuoi piagnistei per chiedere alla Regione, al Comune e allo stato di proteggere la TUA fonte di guadagno dal mare spendendo anche i MIEI soldi? Grazie

    RispondiElimina
  3. Ricordo a tutti che l'ombrellone puo essere posizionato anche nella fascia di rispetto tra il bagnasciuga e la prima fila di ombrelloni delle varie concessioni.
    Nessun titolare puo opporsi e quindi questa estate si potrebbe inscenare una protesta dei cittadini occupando per intero queste fasce che sono e rimangono SPIAGGIA LIBERA.

    RispondiElimina
  4. E certo, non solo i nostri amministratori si devono fare amici che gli paghino le future campagne elettorali adesso bisogna anche fargli fare due risate alle spalle dei cittadini creando risse in spiaggia tra cittadini e operatori balneari (tra l'altro con coloro che forse c'entrano meno considerando che per quest'anno non saranno certo costruiti i nuovi stabilimenti). Bisogna inventarsi qualcosa d'altro.

    RispondiElimina
  5. Avevo chiesto solo un canale di scolo, due sarebbe stata ingordigia, vi chiedo scusa. Non vi arrabbiate.

    RispondiElimina
  6. Ma nessuno si arrabbia...mica siamo come te che anche stamattina sul giornale stai a piangere per chiedere interventi con soldi di tutti per proteggere il tuo stabilimento?
    D'altronde, se questo piano spiaggia è di tuo gradimento, direi che proprio da parte di chi opera nel settore turismo non c'è la minima cognizione di quanto questo settore possa essere importante per la collettività....l'importante per voi è che a maggio si possano rimettere per tre mesi e mezzo gli ombrelloni poi per il resto....chissenefrega, giusto?

    RispondiElimina
  7. l'unico grande problema del PDM è quello dell'erosione costiera.

    Contare sugli interventi messi in opera dalla regione come i ripascimenti
    andati già persi non si può più. Occorre un po' di coraggio e unione da parte
    di tutte le forze politiche locali. Serve uno studio che duri almeno un paio di anni,
    condotto da università e professionisti diversi da quelli che hanno già tentato di
    risolvere il problema. Tale studio deve indicare
    i problemi storici, lo stato attuale e le soluzioni. Le soluzioni dovranno
    indicare quanti metri quadrati di spiaggia si possono recuperare,
    per quanto tempo si possono recuperare e quant'è il costo.
    Sulla base di questo studio saranno poi gli amministratori a fare delle scelte.
    Il coraggio richiamato sopra sta quindi nell'investire in due anni di
    studi del problema (questo è il tempo necessario per trovare soluzioni definitive).
    Il coraggio sta anche nel non affidarsi alle università e professionisti scelti
    dalla regione negli anni passati. I riusultati li abbbiamo sotto gli occhi.

    RispondiElimina
  8. Sono d'accordo su tutto, vi è un però, se vivessimo in un altro paese, dove ci fosse più rispetto per la cosa pubblica, ma non dimentichiamoci che stiamo a Martinsicuro, e abbiamo un’utenza sulle spiagge libere, a dir poco rispettose è un pregio.
    Immondizia dappertutto, ombrelloni legati con catene a vecchie sedie, con pacchi e pacchetti, notte e giorno.
    Occupano la spiaggia libera tutta l’estate, e non lasciano spazio nemmeno a chi arriva all’alba il giorno dopo, quindi la spiaggia non è più libera cioè di tutti, è sola per chi è riuscito a occupare il suo piccolo spazio in tempo, cioè a giugno massimo i primi di luglio, e chi arriva in agosto? Trova la spiaggia cosiddetta libera, riempita da un cumulo di baracche notte e giorno. Tutto ciò non è bel spettacolo per chi passeggia sul lungomare.
    Io mi auguro che privatizzando il più possibile, questo scempio si riduca, gli chalet hanno tutto l'interesse ha tenere in ordine e pulito la spiaggia, farsi concorrenza in modo che i prezzi possono calare, e dare un decoro maggiore a Martinsicuro che lo merita, malgrado questa classe politica.
    Dispiace tutto questo, ma dove manca lo stato, in questo caso il comune, si annidano sporcizia e delinquenza.
    in questo caso ben venga il piano spiaggia.

    RispondiElimina
  9. Mi spiace non poter essere d'accordo con il nostro abitante in Via Marconi che, probabilmente giustificato dal fatto di vivere la bruttissima situazione della trascuratezza con cui viene trattato da questa amministrazione il problema della delocalizzazione del depuratore, sta consolidando l'idea che questo Paese è peggiore di quelli vicini per volontà divina per cui è inutile provare a cambiarlo.
    Purtroppo privatizzando il più possibile non si risolve il problema della concorrenza, non in questo specifico settore almeno, in quanto le esigenze di guadagno legate al fatto di gestire attività che restano aperte solo pochi mesi non permette a nessuno di poter abbassare sotto una certa soglia i prezzi, a meno di (come purtroppo capita ed è capitato e basta vedere realtà inaugurate in pompa magna e ora simbolo di ulteriore fallimento da parte di chi pensava fosse la panacea di tutti i mali) decidere poi di non onorare i propri debiti con fornitori e dipendenti finita la stagione. Basta andare nei Comuni limitrofi per rendersi conto di quanto la forbice dei prezzi è molto stretta e che i costi dei servizi balneari sono decisamente allineati.
    E' vero il fatto che spesso l'utenza che utilizza le nostre spiagge libere dimostra di non essere molto ligia a regolamenti o propensa a comportamenti di semplice civiltà ma va detto che probabilmente, a torto naturalmente,che purtroppo in molti si sentono in diritto di fare "come gli pare" proprio in virtù del fatto che agli occhi del turista che arriva a Martinsicuro viene presentato un territorio spesso lasciato all'abbandono o quanto meno trascurato da amministratori che hanno dentro di loro il germe del "faccio come mi pare". A cominciare dal sottopasso di Via Roma, principale punto di accesso alla Città, allagato anche in pieno luglio per passare ai parchi giochi praticamente all'abbandono e per finire ai cumuli di immondizia che in estate stazionano un angolo si e uno no sul territorio.
    La cattiva abitudine di lasciare gli ombrelloni fissi sulla spiaggia libera è legata al pensiero appunto di poter fare quello che si vuole in sfregio ai regolamenti perchè nessuno si preoccupa di farli rispettare lasciando i cittadini a vedersela tra di loro,basterebbe fare i dovuti sequestri e sicuramente il problema si ridurrebbe e, con il tempo, si estinguerebbe. Altra alternativa sarebbe prevedere di attrezzare gli spazi di spiaggia libera così come succede in altre zone rivierasche senza eccessivi costi per l'ente e con gran piacere per i turisti

    RispondiElimina
  10. …..continua da sopra…..Naturalmente va ribadito che l'aver frettolosamente tolto i parcheggi a pagamento sul lungomare, a dimostrazione di quanto poco lontano arrivi lo sguardo di coloro che oggi sono deputati ad amministrare Martinsicuro, non aiuta certo quello che potrebbe essere l'organizzare un servizio di raccolta delle immondizie collegato magari a un'opera di sensibilizzazione dei bagnanti, ma tant'è. Purtroppo che Martinsicuro abbia amministratori che non tengono minimamente al decoro della propria Città è lampante, basta chiedersi come mai Alba e San Benedetto abbiano praticamente debellato il problema dei venditori ambulanti abusivi mentre Martinsicuro negli ultimi due anni, all'interno delle isole pedonali soprattutto ma all'interno dei mercati settimanali in ugual modo, ha rappresentato l'isola felice di tutti questi personaggi che bellamente vendono merce visibilmente contraffatta a danno dei nostri concittadini che vivono di commercio e alimentando mercati legati anche alle mafie. Chi compone l'attuale maggioranza, Sindaco in testa, ha il solo pensiero fisso di accusare tutti coloro che portano a galla i problemi gravi della Città di voler denigrare il territorio convinti come sono che problemi non è importante risolverli ma non farli sapere. Non avalliamo l'idea per cui tutto è perduto e quindi è giusto svendere il territorio in nome di una speranza a che tutto vada meglio, la cosa non è automatica. Cerchiamo di credere ancora che le cose possano cambiare, ci sarà da stringere i denti ancora per un po' di tempo, poi toccherà ai cittadini tornare a dire la loro...nella speranza che almeno questa volta la memoria non sia troppo corta e i soliti illusionisti della politica locale non riescano a far uscire dal cilindro quel coniglio che gli fa prendere l'applauso al momento delle elezioni premiandoli per la riuscita del gioco ma poi regala un biglietto salato da pagare a tutti in termini di mancato sviluppo e vivibilità

    RispondiElimina
  11. Giuseppe capriottigiovedì, febbraio 03, 2011

    Buonasera a tutti
    Rispondendo al primo anonimo: Questo piano di Spiaggia permette in pratica di raddoppiare la presenza di Chalet e mini-chalet sull'arenile, senza però:
    1- rapportarsi con ciò che i turisti si aspettano da Martinsicuro (Piano marketing ancora in fase di elaborazione)
    E se i turisti che vengono qui prediligono il nostro territorio per la sua spiaggia libera?
    2- senza strutture ricettive in grado di rispondere a questo tipo di sviluppo balneare
    (ricordiamoci lo smaila's, che quest'anno non ha aperto pur avendo il tanto desiderato ombreggio, ottenuto grazie ad una leggina regionale, in barba al nostro Pdmc vigente).
    Si rischia di andare a creare una concorrenza tra possessori di stabilimenti balneari che potrebbe creare problemi economici a tutti gli interessati del settore; chi amministra non deve impoverire il territorio che ha a disposizione, ma deve creare ricchezza valorizzandolo. Potevamo intraprendere diverse vie di sviluppo, magari in controtendenza con le scelte di questa maggioranza...si potevano sentire i cittadini (proprietari dell'arenile), la commissione urbanistica (visto che sono tecnici di loro nomina), i sindacati di categoria (competenti in materia) e l'intero consiglio comunale (creando magari una sorta di confronto democratico e lavorando su posizioni più condivisibili, rimandando la campagna elettorale a periodi più lontani).
    Termino dicendo che il dato più negativo è la riduzione della Spiaggia Libera, che passa ad una percentuale del 32,5 % , conteggio però espresso in metri quadrati...assurdo in un forte contesto di erosione della costa; a questa percentuale dobbiamo però eliminare i 32 fossi e canali di scolo delle acque bianche, le distanze di sicurezza dai fossi e i corridoi di accesso al mare tra i vari stabilimenti. Andrete a creare una Spiaggia libera di terza categoria...a beneficio di chi???e questo è un piano di spiaggia ecosostenibile???che tiene cura dell'ambiente???per VOI, non assoggettabile alla Valutazione Ambientale Strategica(VAS)???

    per G. : il tuo commento è pienamente condivisibile

    un saluto a tutti Giuseppe

    RispondiElimina
  12. Sono d'accordo con tutti, e su tutto, ma il però da me citato, da nessuno è stato ne dibattuto, ne preso in considerazione.
    Il fatto che la spiaggia di Martinsicuro, storicamente ha sempre avuto un'utenza poca acculturata e non rispettosa della cosa pubblica è una realtà, vivo in questo paese da parecchi anni, ed ho visto passare diversi amministratori, e per questo sono convinto che, tutta questa gente, viene al mare a Martinsicuro solo perché li lasciano fare quello che vogliono, e come vogliono, anche piazzare l’ombrellone per due mesi notte e giorno, senza che nessuno si permette di dirgli niente, neanche la Capitaneria di Porto.
    L’estate scorsa, qualcuno si è deciso solo di annunciare con delle locandine, che l’ombrellone non poteva sostare sulla spiaggia libera di notte, ma doveva essere portato via insieme ai loro rifiuti quando lasciavano la spiaggia. E' successo la rivolta dei bagnanti, adducendola al fatto che la spiaggia era sporca, e che loro chiedevano più pulizia e docce. Tutto legittimo, ma perché, questo che è vero, veniva chiesto solo al momento che gli amministratori avevano affisso le locandine? Mi fa pensare che: se gli amministratori non ponevano il problema, tutto filava liscio come gli altri anni? scordandosi sia della pulizia che delle docce.
    Conosco famiglie che vengono da fuori, quando i parcheggi erano a pagamento, non sono più venute a Martinsicuro, non tanto per l’euro in se, ma perché non potevano più fare a loro piacimento, questi sono abituati nell’anarchia, ed è impossibile farli rispettare le leggi, e per questo vengono a Martinsicuro.
    Se si riesce a educare tutte queste persone, a lasciare la spiaggia libera è pulita dopo che l'hanno usata, ben venga più spiaggia libera, anzi di più, ricordiamoci come hanno ridotto il biotopo!!!! e per questo che sono pessimista, in questo paese ne ho viste tante, ed anche peggio, vogliamo parlare poi del depuratore? e di come lasciano vivere i residenti di Via Marconi? sono anni che ne dibattono tutte le amministrazioni, (qualcuno dice che è la Ruzzo a governare Martinsicuro) senza risultato.
    Noi italiani abbiamo la memoria corta, al momento del voto ci scordiamo del passato ci rimane in memoria solo l'ultima battuta, ecco perché sono sempre gli stessi a governarci, è un rimprovero che viene anche la stampa estera in questo periodo.
    E per tutto ciò sono convinto che ben vengano gli chalet.

    RispondiElimina
  13. Se si va a Bolzano non si buttano le cartacce per terra perchè nessuno lo fa, se si viene qui ci si sente autorizzati a farlo perchè in tanti lo fanno. E' inutile scrivere le locandine raccomandando cosa si deve o non si deve fare se poi i primi a dare il cattivo esempio sono proprio coloro che ci amministrano. Vorrei ricordare, a titolo di esempio che, a Villa Rosa dentro l'isola pedonale, negli ultimi due anni la maggiore concentrazione di venditori abusivi di merce contraffatta si poteva rilevare proprio davanti al negozio gestito dall'Assessore al turismo Ciufegni. Il fatto di starsene seduta tranquilla sempre con il sorrisino di circostanza come a dire "e che ci posso fare io?" non depone certo a suo favore... certo è che se invece di borse e scarpe contraffatte questi avessero venduto articoli da mare facendo concorrenza sleale alla sua attività la reazione sarebbe stata diversa....
    Altra dimostrazione è l'affissione delle locandine che obbligano i proprietari di aree verdi a tenerle pulite, obbligo puntualmente disatteso considerando che nessuno mai controlla ...Purtroppo a Martinsicuro il ragionamento base è che tutto è permesso finchè nessuno denuncia, praticamente (come ad esempio è successo per la strada che si stava facendo abusivamente da Via Roma al campo sportivo a Villa Rosa sui terreni di Franchi)può anche essere che i componenti la giunta o gli organi preposti ai controlli passino davanti a delle situazioni che anche al più ingenuo dei cittadini potrebbero apparire non in regola ma ci si gira dall'altra parte e si aspetta sempre che qualcun'altro denunci...
    Io non so se la Ruzzo governa Martinsicuro ma una cosa è certa....bisogna proprio sperare che non la governino più le persone che, altrnativamente, l'anno amministrata o meglio, avrebbero dovuto amministrarla, negli ultimi 30 anni. Mi rifiuto di pensare che siccome un area incolta non viene curata bisogna sperare di farci un palazzo almeno si ripulisce....lo voglio sperare per chi verrà dopo di noi.

    RispondiElimina
  14. Giuseppe Capriottisabato, febbraio 05, 2011

    "Mi rifiuto di pensare che siccome un area incolta non viene curata bisogna sperare di farci un palazzo almeno si ripulisce....lo voglio sperare per chi verrà dopo di noi."

    Mi sento di farti i complimenti anonimo; hai sintetizzato tutto con questa stupenda affermazione

    RispondiElimina
  15. Una frase molto bella, e molta a effetto, mi congratulo anch’io insieme a Capriotti con l’anonimo, è una frase che mi riporta ai miei diciotto anni, quando eravamo pieno di ottimismo, la nostra generazione si era messa in testa di cambiare il mondo, è stato un fallimento, alla fine è stato il mondo ha cambiare noi.
    Le nostre lotte per i diritti, la difesa dei deboli, le conquiste delle donne, dove sono finite? Fatevi un giro nelle fabbriche, oppure nei quartieri poveri del sud, e vi accorgerete, che in questi ultimi venti anni, tutto è peggiorato. Il mio non è il pessimismo della senilità, è guardare la realtà con occhi più distaccati, senza l’euforia che si ha, com’è giusto avere, in giovane età.
    Questa che abbiamo costruita (mi assumo anch’io le mie responsabilità anche se non ho preso mai tessera di nessun partito, e ancora oggi, mi considero un cane sciolto) è una società che retrocede giorno dopo giorno, cosa vi aspettate da questa classe politica, cose che ancora non hanno combinato? Hanno fatto di tutto, dal ruba ruba, al bunga bunga, si può essere ottimista? Eppure c’è ancora una maggioranza del paese, che li vota, ecco perchè parlavo di memoria corta nel mio commento precedente.
    Mi auguro che voi riuscite dove noi abbiamo fallito.

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

Ma alla fine, chi vince?

Chi è il favorito di queste elezioni? Esistono indizi per determinare quale candidato ha migliori chance? Per rispondere a simili domande la cosa migliore da fare è sempre quella di partire dai dati delle precedenti elezioni comunali per trovare analogie utili al ragionamento. Un tuffo nel passato, in pratica.

Elezioni comunali Martinsicuro 1993
Biagio Prosperi: Voti 811
Corsi Giovanni: Voti 540
Vallese Gianfilippo: Voti 2.256
Ignazio Caputi: Voti 4.120
TOTALE Voti Validi: 7.727

Elezioni comunali Martinsicuro 1997
Ignazio Caputi: Voti 2.414
Abramo Micozzi: Voti 2.853
Enzo Pierantozzi: Voti 2.837
TOTALE Voti Validi: 8.104

Elezioni comunali Martinsicuro 2002
Leonilde Maloni: Voti 4.506
Abramo Micozzi: Voti 3.326
TOTALE Voti Validi: 7.832

Elezioni comunali Martinsicuro 2007
Abramo Di Salvatore: Voti 3.259
Paolo Camaioni: Voti 2.540
Mauro Paci: Voti 1.410
Ignazio Caputi: Voti 977
Angelo Moscardelli: Voti 160
Emiliano De Mattheis: Voti 113
Totale Voti Validi: 8.449

Prendendo come punto di riferim…

Vivere a Martinsicuro

Offriamo un punto di contatto a Susanna.
INIZIO CITAZIONE
Buonasera ho acquistato una casa a martinsicuro e mi piacerebbe conoscere un pò questa città parlando con chi ci vive e ci lavora già. Anche perchè mi sembra di capire che di "problemini" ce ne sono abbastanza. Il mare e il sole sono stupendi, il resto si può migliorare.
Grazie Susanna
FINE CITAZIONE

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…