Passa ai contenuti principali

Le reni spezzerem

E' un uccello! No, è un aereo! No, è un missile! No, è ....

Commenti

  1. Va bè...ma prima di diventare assessore dov'era stò fenomeno?.... E mica lo so se è il caso di essere tanto soddisfatti se un assessore alle politiche giovanili e allo sport finisce sul giornale solo per cose come queste o perchè ha un'attività in cui organizza sfilate che svariano da miss gambalunga a mister muscolo d'acciaio....ma magari esagero

    RispondiElimina
  2. Hahhhahhaaa me fate morì dalle risate..
    W il body biding, anche se la massa muscolare
    non è proprio indicata per la corsa ad inseguimento.

    PS si ricorda comunque, a scanso di equivoci, che anche il consumo di anabolizzanti è un illecito.

    RispondiElimina
  3. tutti bravi a parlare ma io penso che nessuno avrebbe fatto come lui....siete dei tapini

    RispondiElimina
  4. ma c'e' anche il proverbio che dice :"fatti i fatti tuoi che campi 100 anni"
    su 10 malfattori, uno potrebbe essere quello sbagliato.
    per acchiappare i criminali c'e' la Polizzia e i Carabbinieri, hanno gli armamenti e sono pagati per fare questo.

    RispondiElimina
  5. non farei molto umorismo su questo episodio considerando che nel fine settimana in via Silone c'è stato un alteriore furto e relativa violenza gratuita ad una commerciante.
    A

    RispondiElimina
  6. ....e se Tuccini e i suoi compari in amministrazione si fossero più preoccupati di fare qualcosa di meglio che non uscire sul giornale per farsi belli magari fatti come quelli successi in Via Silone non avverrebbero.... e poi vedete voi chi sono i tapini ...ma va va.....

    RispondiElimina
  7. Mi pare che l'ultimo anonimo abbia colto nel segno. A Martinsicuro c'è chi opera concretamente nel silenzio e chi venderebbe la madre per stare sui giornali.

    RispondiElimina
  8. se in via silone c'e' stato un tentativo di furto,
    con relativa violenza, si fa' regolare denuncia, ai carabbinieri !
    Se il cittadino deve farsi giustizia da solo, significa
    che siamo arrivati alla frutta !
    posso capire lo stato di necessita' se ti entra il ladruncolo in casa,
    ma al difuori di questo esistono e sono preposti a questa funzione, le forze dell' ordine.

    certo che se nell' Arma sono costretti ad assumere fighetti feshion
    e signorine...
    allora ci puo' salvare solo il forte e valoroso
    amministratore...

    RispondiElimina
  9. le forze dell'ordine ???? non scherziamo quest'estate chiamati i Carabinieri " stanno spacciando davanti a me " risposta "ci dispiace, che ci possiamo fare abbiamo cose più urgenti" che vergogna
    POSTO DI POLIZIA DI STATO FISSI, QUANDO CI SONO LORO FANNO PULIZIA E LO DIMOSTRANO I DATI DELLA QUESTURA DI TERAMO

    RispondiElimina
  10. Il 01-09-2009 Tuccini firmò un appello al Sottosegretario Davico, in silenzio e senza comunicarlo ai quattro venti (cosa invece abituale da altre parti). Il Ministero dell'Interno l'ha fatto muovere; di più non poteva fare. O meglio, qualcos'altro poteva farlo: le ronde. E' però stato verificato che tanti le vogliono, ma pochi le vogliono fare.
    Se mi entrasse qualcuno in casa simulando un furto e pensando solo a distruggere tutto ciò che mi riguarda personalmente, anch'io gli correrei dietro se lo incontrassi per strada, previa indubbia identificazione. Penso che lo farebbe chiunque abbia un minimo di amor proprio.
    Prendo atto che citare le mamme altrui a Martinsicuro è consuetudine diffusa.

    RispondiElimina
  11. Pur normalmente non essendo proprio in linea con l'Assessore (tantomeno con il suo portavoce di Sant'Egidio) se i fatti sono andati come descritti questa volta direi che Tuccini merita un elogio.
    Certe volte non basta stare alla finestra a guardare e, andando oltre i suoi doveri di cittadino, Tuccini ha attivamente collaborato con le autorità per far applicare la legge.

    RispondiElimina
  12. ..concordo con Paolo e Alain....Bravi

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…

Elisa Foglia e gli hobbisti della politica

Elisa Foglia, il candidato sindaco del PD, appare incerta, fragile ed incapace di tenere testa a due locomotive lanciate a gran velocità come Camaioni e Vagnoni.
Tuttavia, potrebbe essere la vera sorpresa di questa tornata elettorale, qualora Città Attiva fosse troppo affossata dalla presenza dei 5 Stelle e la destra non riuscisse a trovare i voti per passare al primo turno. Anche se remota l'eventualità di un ballottaggio tra Vagnoni e Foglia si può ancora tenere tra gli scenari possibili.
Le due liste del PD sono corte e poco assortite e con ancora una presenza di vecchi mestieranti della politica locale che a questo punto della loro vita hanno preso la campagna elettorale come un hobby da portare avanti tanto per tenersi attivi.
La loro presenza ha indebolito da subito la figura del candidato Sindaco e certamente ha tenuto fuori parecchi nomi nuovi che senza di loro non avrebbero esitato a schierarsi sotto il simbolo del Partito Democratico, però ha garantito l'esperienza …