Passa ai contenuti principali

Lo vogliono

Pare proprio che ci beccheremo la pista ciclabile sul punte della statale.

Commenti

  1. Già, "lo vogliono"...
    Come al solito, ciò che vogliamo noi non fa testo...

    RispondiElimina
  2. Sono la Sig.ra Scuteri, scrivo per esporre tutta la mia delusione e quella degli abitanti di Via Marconi, per la classe politica che governa questo comune, che ha fallito.

    Eravamo consapevoli delle difficoltà, ma, avevamo creduto nella costruzione del ponte ciclopedonale, che serviva anche a nascondere i tubi per trasportare i liquami nel depuratore di Porto d’Ascoli, e finalmente dismettere quel maleodorante depuratore circondato dalle nostre abitazioni.

    “In una vecchia raccomandata di due anni fa, la Ruzzo S.p.A., già ci avvertiva che non era nel loro programma né per l’immediato né per il futuro delocalizzare il depuratore” anticipando il Sindaco perché attentissima ai propri interessi perciò informata.

    Non ci resta che aspettare tempi migliori con la prospettiva di vendere questi appartamenti. Eravamo convinti di abitare in un paese civile, dove il rispetto per la salute e l’ambiente fossero al primo posto nelle agende di ogni politico, ma non è cosi per Martinsicuro. Vi sono interessi che non si capiscono, eppure, liberare tutta quella zona dal depuratore, adesso che questo comune ha fatto si, che non facesse parte della riserva della Sentina cioè Z.P.S. dovrebbe far gola a molti.

    Comprare in questo quartiere significa affittare le abitazioni agli extracomunitari, sono gli unici che vivono in questa zona, perché qui i prezzi sono più bassi per il degrado. Così si consegna tutto l’area nelle loro mani, mettendo in fuga gli abitanti onesti, creando maggior pregiudizio alla zona già screditata, e così non c’è futuro per il quartiere Tronto; sempre più degradato e buio, e questo non importa a nessuno, né a chi amministra, e nemmeno a quelli dell’opposizione. Io continuo a non capire perché si fa morire un paese come Martinsicuro che ha tutti i requisiti per aver un buon sviluppo.

    RispondiElimina
  3. Non sembra che i cittadini di Martinsicuro siano contenti di questa variante, né tantomento quelli di Via Marconi. Loro speravano che, con il ponte di legno ciclabile alla foce del tronto, avvenisse finalmente la delocalizzazione del depuratore. Di tutto questo nel vostro incontro caro Sindaco Di Salvatore, ne avete parlato ? A me pare che a voi, il parere dei cittadini, conta poco o niente, sembra che per voi essi siano solo dei sudditi.

    RispondiElimina
  4. Sono la Sig.ra Scuteri, scrivo per esporre tutta la mia delusione e quella degli abitanti di Via Marconi, per la classe politica che governa questo comune, che ha fallito.

    Eravamo consapevoli delle difficoltà, ma, avevamo creduto nella costruzione del ponte ciclopedonale, che serviva anche a nascondere i tubi per trasportare i liquami nel depuratore di Porto d’Ascoli, e finalmente dismettere quel maleodorante depuratore circondato dalle nostre abitazioni.

    “In una vecchia raccomandata di due anni fa, la Ruzzo S.p.A., già ci avvertiva che non era nel loro programma né per l’immediato né per il futuro delocalizzare il depuratore” anticipando il Sindaco perché attentissima ai propri interessi perciò informata.

    Non ci resta che aspettare tempi migliori con la prospettiva di vendere questi appartamenti. Eravamo convinti di abitare in un paese civile, dove il rispetto per la salute e l’ambiente fossero al primo posto nelle agende di ogni politico, ma non è cosi per Martinsicuro. Vi sono interessi che non si capiscono, eppure, liberare tutta quella zona dal depuratore, adesso che questo comune ha fatto si, che non facesse parte della riserva della Sentina cioè Z.P.S. dovrebbe far gola a molti.

    Comprare in questo quartiere significa affittare le abitazioni agli extracomunitari, sono gli unici che vivono in questa zona, perché qui i prezzi sono più bassi per il degrado. Così si consegna tutto l’area nelle loro mani, mettendo in fuga gli abitanti onesti, creando maggior pregiudizio alla zona già screditata, e così non c’è futuro per il quartiere Tronto; sempre più degradato e buio, e questo non importa a nessuno, né a chi amministra, e nemmeno a quelli dell’opposizione. Io continuo a non capire perché si fa morire un paese come Martinsicuro che ha tutti i requisiti per aver un buon sviluppo.

    RispondiElimina
  5. Perchè il Prof. Viola non interviene sui probleni attinente al depuratore? nella passata amministrazione era lui che gestiva la delocalizzazione, quindi potrebbe spiegarci meglio i retroscena, e quali sono gli interessi che non si riescono a capire.

    RispondiElimina
  6. Non sembra che i cittadini di Martinsicuro siano contenti di questa variante, né tantomento quelli di Via Marconi. Loro speravano che, con il ponte di legno ciclabile alla foce del tronto, avvenisse finalmente la delocalizzazione del depuratore. Di tutto questo nel vostro incontro caro Sindaco Di Salvatore, ne avete parlato ? A me pare che a voi, il parere dei cittadini, conta poco o niente, sembra che per voi essi siano solo dei sudditi

    RispondiElimina
  7. "Il sindaco comunica alla stampa come il progetto del lungo percorso piaccia a Celani e alla provincia di Teramo

    SAN BENEDETTO DEL TRONTO - Una pista ciclabile ininterrotta da Pedaso a Martinsicuro, completando il tratto dove manca, cioè da Porto d'Ascoli alla cittadina abruzzese. Questo l'auspicio di Giovanni Gaspari che, nella mattinata di sabato, ha comunicato alla stampa come l'idea del progetto (attraversamento ciclabile sul nuovo ponte stradale in via di realizzazione) piaccia contemporaneamente anche al presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Piero Celani e all'assessore ai lavori pubblici della Provincia di Teramo Elicio Romandini."
    Lo capiamo o no che l'articolo riguarda il Sindaco di S. Benedetto???
    Vogliamo incominciare a protestare anche davanti al Comune di S. Benedetto o no???
    Vogliamo incominciare a protestare davanti alla Provincia di Ascoli o no???

    RispondiElimina
  8. Il ponte di legno era un ottima idea.
    Invece utilizzare il ponte della ss16 è un idiozia.
    Si perde tutto il gusto del percorso naturalistico,
    andando a respirare i gas di scarico di auto e camion.

    RispondiElimina
  9. Perdonatemi, con tutto il carico di problemi che non si vogliono risolvere, ma perchè si continua a parlare di pista ciclabile ininterrotta. Il lungomare di Tortoreto e quello di Giulianova quando sono stati uniti? Mi sono perso qualcosa...

    RispondiElimina
  10. Comune di Martinsicuro VERGOGNOSO, la variante degli interessi personali.

    RispondiElimina
  11. Ma noi la nostra bellissima pista ciclabile già la conosciamo eccola:

    Sorpreso a spacciare, si scaglia sui Carabinieri con calci e pugni

    A Martinsicuro un senegalese alla vista dei militari dell’Arma ha ingerito un ovulo di eroina e poi ha cercato di difendersi con la forza dall’arresto. Nella colluttazione è rimasto ferito un maresciallo.

    MARTINSICURO - Bloccato mentre spaccia eroina, prende a calci e pugni i Carabinieri. E' stato arrestato con l'accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale un extracomunitario senegalese di 34 anni, Gueye Cheickh Souhibou, senza regolare permesso di soggiorno, sorpreso a spacciare a Martinsicuro.

    L'uomo, notato dai Carabinieri del Nucleo Operativo di Alba Adriatica mentre era in atteggiamento sospetto, alla vista dei militari ha ingerito un ovulo di eroina da 5 grammi, e poi ha tentato di resistere all'arresto scagliandosi contro i Carabinieri con calci e pugni. Nella colluttazione è rimasto ferito un maresciallo, a cui è stata effettuata una prognosi di 5 giorni.

    Il senegalese è stato arrestato e condotto nel carcere di Castrogno, mentre l'ovulo ingerito è stato successivamente recuperato. Dalla perquisizione nell'abitazione dell'extracomunitario, son stati trovati anche un bilancino di precisione e materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi di stupefacente.

    sindaco ma il posto di Polizia le Telecamere i controlli sugli appartamenti ecc ecc ecc, io consiglio una variante, legalizzare lo spaccio così il problema è risolto. SEMPRE PIU' SCHIFATO !!!!!

    RispondiElimina
  12. Non ho capito il Sindaco Di Salvatore, con tutte queste contestazioni per la mancata costruzione del ponte di legno ciclopedonale alla foce del Tronto, e la mancata delocalizzazione del depuratore, Lui, insieme all'assessore ai lavori pubblici della Provincia di Teramo Elicio Romandini, si accordano con il Sindaco di San Benedetto, in casa del Presidente della Provincia di Ascoli Piceno Ing. Celani, per una variante che, sacrifica il territorio di Martinsicuro, a vantaggio del territorio San Benedetto del Tronto?
    Loro avranno un bel percorso ciclabile dentro la Sentina, come da sempre sognavano, e noi? allargano il marciapiede sul ponte in costruzione, ci mettono un po di vernice verde e ci fanno la nostra pista ciclabile? vi sembra una cosa normale? e i tubi che dovevano passare sotto il ponte di legno per la delocalizzazione del depuratore, dove li fanno passare? vuol dire che la delocalizzazione del depuratore non avverrà mai, non interessa più a nessuno (oppure è vero che la Ruzzo non vuole), questo era lo sviluppo turistico, che gli abitanti di Martinsicuro speravano, quando hanno votato per questa maggioranza? dicono gli Ascolani, roba da chiodi.

    RispondiElimina
  13. Grillo parlante....si ti sei perso qualcosa...se vai sul lungomare di Tortoreto in bicicletta e continui costeggiando il campig Salinello scoprirai che un ponte di legno sul Salinello collega questo lungomare con quello di Giulianova....e se poi hai il piacere di continuare fino alla fine scoprirai che un altro ponte di legno costruito a tua insaputa sul Tordino collega il lungomare di Giulianova a quello di Colonia....quindi...

    RispondiElimina
  14. BISOGNA FARE UNA BELLA MANIFESTAZIONE E MANDARAE A CASA QUESTA AMMINISTRAZIONE RIDICOLA

    RispondiElimina
  15. Chi si mette a scrivere commenti per rispondersi da solo dovrebbe fare qualcosa per la propria vita sociale.

    RispondiElimina
  16. ....visto che le cose mi venivano in mente man mano e quindi ho scritto + commenti tolgo il disturbo, non mi intrometterò più tenetevi l'amministrazione attuale, i tossici, le prostitute, i delinquenti, gli irregolari ecc ecc ecc.
    LE VERITA' RENDONO SEMPRE LA VITA SOCIALE MIGLIORE

    RispondiElimina
  17. Sono Marisa Scuteri, non mi nascondo, ci metto la faccia, non ho capito la nota di MartinsicuroCity. A che cosa alluda. Non va bene che i cittadini scrivino quello che pensano, facendo anche più commenti nello stesso momento. Il vostro pensiero è scritto in politichese, non comprensibile, vi prego di usare un linguaggio piu adatto per noi comuni cittadini.
    Ma vi da proprio fastidio i nostri scritti, ha fatto bene l'anonimo che si è risentito.

    RispondiElimina
  18. Vengo dalla terra di Saviano so che la parola fa paura è questo che da fastidio?

    RispondiElimina
  19. Abbiamo perso l'ennesima occasione per far crescere questa cittadina.
    Dopo il porticciolo insabbiato,l'ecomostro messo li' come una struttura inutilizzata,la mancata realizzazione del ponte ciclopedonale e nel conseguente dislocamento del depuratore ,la zona nord e' destinata a essere ,per il futuro, il ghetto di Martinsicuro.
    Beh!Non mi rimane che provare a vendere la mia abitazione in via Marconi e cercare casa altrove.

    RispondiElimina
  20. anch'io farò la stessa cosa, non subito, aspettiamo momenti migliori.

    RispondiElimina
  21. Sicuramente non ci saranno momenti migliori fino a quando questa amministrazione persistera'a rimanere incollata alle poltrone comunali.
    Vogliamo cambiare si o no una volta per tutte!!!Questo che sta accadendo e' quello che ci meritiamo.

    RispondiElimina
  22. cambiamo,si, sono d'accordo, ma con chi?
    stiamo in mezzo a un mare di guai, e non vedo persone competente, capaci di risolvere i nostri problemi.
    Più anni passano e più i problemi si stanno acutizzando.

    RispondiElimina
  23. Cominciamo intanto alla prossima occasione di mandare a casa la vecchia classe politica,poi ben vengano volti nuovi e propositivi.

    RispondiElimina
  24. Molti anonimi fa, un anonimo sottolinea il fatto che l'articolo riguardi il Sindaco di San Benedetto e che si doveva protestare contro di loro... (invito tutti a non farlo per non farci prendere per il culo), ebbene nello stesso articolo (non menzionato) si parla anche di 600 mila euro ESISTENTI per la realizzazione di una pista ciclabile lungo la Sentina (Parco) che collegherà la costa con l'interno fino ad Ascoli 8fino ad ora la pista ciclabile esiste da Ascoli a Monteprandone.
    Quindi mi sembra naturale che gli amministratori Marchigiani siano favorevoli a questa opzione.
    D'altro canto invece, noi non abbiamo ne i soldi per fare la ciclabile dal ponte Tronto fino al lungomare ne l'esigenza di una pista ciclabile da collegare ad altre, abbiamo, invece, una zona Tronto degradata, un depuratore di troppo e nessun interesse a collegarci con la sponda opposta (gia è difficile reggere con il paragone immediato con Alba Adriatica).
    I problemi li abbiamo noi, il Sindaco di San Benedetto altri ma sicuramente nessuno che coincida con i nostri e tanto meno la voglia di spendere soldi per un ponte di legno tanto per farci un piacere.
    Quindi i nostri amministratori si diano da fare con parenti e amici tanto decantati in campagna elettorale per far si che i disagi dei cittadini di Martinsicuro, zona Tronto in particolare, vengano risolti e che invece di buttare i soldi per allargare il ponte in costruzione li trovino per fare il ponte di legno tra Abruzzo e Marche e rimuovere il depuratore.

    RispondiElimina
  25. I politici marchigiani fanno il loro mestiere e lo fanno anche bene, approfitando di questo momento per collegare San benedetto anche a Monteprandone. I nostri politici di Martinsicuro sono degli incapaci, dei cialtroni, pur di non toccare il loro depuratore "monumento" paragonato alla PIETA' da qualcuno, hanno trovato soddisfacente la soluzione pista ciclabile sulla statale. A noi cittadini ci rimangono: il depuratore, l'ecomostro e il canneto nel porto al posto delle barche, tutto concentrato in pochi metri quadrati. Bella scelta non c'è che dire, se l'avessero progettata non sarebbe riuscita così bene, il fatto che non hanno progettato niente. Bisogna non demordere nella nostre proteste nonostante tutto.

    RispondiElimina
  26. Ma riusciranno mai a fare una,ripeto UNA ,cosa positiva in questo paese!!!!!!!

    RispondiElimina
  27. Scusate l'ignoranza, ma la pista ciclabile sul vecchio ponte carrabile esclude per forza la realizzazione del ponticello di legno alla foce del Tronto? Secondo me si può realizzare lo stesso in futuro

    RispondiElimina
  28. Certo il problema è QUALE FUTURO?
    Per qualcuno il futuro è qualcosa di definibile, per altri è sinonimo di MAI.

    RispondiElimina
  29. Rispondo a Sogni d'oro:
    Se ci fosse la volontà di delocalizzare il depuratore di Martinsicuro, sul nuovo ponte che si stà costruendo sulla statale, sotto di esso si potrebbero far passare i tubi dei liquami e collegarli a quelli di San Benedetto, senza aspettare la costruzione del ponte di legno, sarebbe fattibile in pochi mesi e più economico. Solo così il Sig. Sindaco sarebbe credibile. In un secondo momento, avendo liberato tutta l'aria che occupava il depuratore, la pista ciclabile con il ponte di legno sarebbe di facile realizzazione, perchè è proprio il depuratore l'ostacolo per realizzare il ponte sulla foce del fiume Tronto.
    Propongo di formare un comitato a favore del ponte di legno e per la dismissione del depuratore. Che ne pensate? Rispondete.

    RispondiElimina
  30. Voglio aggiungere al mio commento di prima che la proposta per il comitato è rivolta anche al consiglio di quartiere Tronto, nella persona del Sig. Francavilla.

    RispondiElimina
  31. Sono con te Sig.ra Marisa.

    RispondiElimina
  32. La chiameremo CICLOPEDONALE DEI FORI IMPERIALI.
    Scusate ma ci siamo persi delle puntate o Sambenedetto Oggi ha avuto un abbaglio?
    Articolo apparso oggi riporta le seguenti parole:"L’intento è quello di costituire un percorso turistico accessibile anche dalla pista ciclopedonale in via di realizzazione sul lungofiume e che collegherà il lungomare al ponte sulla Statale".
    Pista ciclopedonale in via di realizzazione?!? Questo la dice lunga su come i giornali (stampa o web) siano superficiali, o addirittura falsi, nel comunicare certe notizie che danno per quasi realizzata un'opera che è ancora allo stato di fantasia... (cinema ambra, pista ciclabile, ecc.)

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

Ma alla fine, chi vince?

Chi è il favorito di queste elezioni? Esistono indizi per determinare quale candidato ha migliori chance? Per rispondere a simili domande la cosa migliore da fare è sempre quella di partire dai dati delle precedenti elezioni comunali per trovare analogie utili al ragionamento. Un tuffo nel passato, in pratica.

Elezioni comunali Martinsicuro 1993
Biagio Prosperi: Voti 811
Corsi Giovanni: Voti 540
Vallese Gianfilippo: Voti 2.256
Ignazio Caputi: Voti 4.120
TOTALE Voti Validi: 7.727

Elezioni comunali Martinsicuro 1997
Ignazio Caputi: Voti 2.414
Abramo Micozzi: Voti 2.853
Enzo Pierantozzi: Voti 2.837
TOTALE Voti Validi: 8.104

Elezioni comunali Martinsicuro 2002
Leonilde Maloni: Voti 4.506
Abramo Micozzi: Voti 3.326
TOTALE Voti Validi: 7.832

Elezioni comunali Martinsicuro 2007
Abramo Di Salvatore: Voti 3.259
Paolo Camaioni: Voti 2.540
Mauro Paci: Voti 1.410
Ignazio Caputi: Voti 977
Angelo Moscardelli: Voti 160
Emiliano De Mattheis: Voti 113
Totale Voti Validi: 8.449

Prendendo come punto di riferim…

Il problema di chi vola

Il blog ha ricevuto questa mail.

INIZIO CITAZIONE Ciao, chi vi scrive è un ragazzo di 34 anni di Martinsicuro.
Non sono molto “attivo” nella vita del paese, spesso osservo un po' rassegnato gli eventi aspettando che qualcosa finalmente cambi.
Non sono molto attivo nella vita sociale di Martinsicuro ma mi dedico assiduamente ai miei sport: la moto ed il volo. Si, avete capito bene, sono uno di quelli che svolazza in lungo ed in largo sopra la spiaggia di Martinsicuro appeso a quella specie di lenzuolo con quel ventolone un po' rumoroso. Insieme a me ci sono altri amici, padri di famiglia, scapoli incalliti o più semplicemente appassionati di volo, persone che dedicano il loro poco tempo libero alla pratica di questo sport cosi bello e particolare.
Potrei raccontarvi per ore delle mille avventure nei cieli del centro Italia, potrei descrivervi alcune cose che solo dall'alto si riescono a vedere e forse potrebbe essere l'occasione per far passare un brutto quarto d'ora …

Tutte le preferenze delle comunali martinsicuresi 2012

Dato che ogni analisi, a quest'ora ed alla fine di una giornata come questa, sarebbe parziale e sommaria rimandiamo a domani osservazioni più lucide e fredde. Intanto annotiamo qui i dettagli delle preferenze.


CITTA’ ATTIVA – CAMAIONI 
Stefano Ciapanna 308 Andrea D’Ambrosio 276 Massimo Corsi 163 Marco Ceci 99 Paolo Cistola 68 Sandro De Angelis 111 Olivo De Cesaris 135 Orlando Di Paolo 172 Giulio Eleuteri 157 Boris Giorgetti 133 Silvano Lupacchini 84 Federico Nardi 94 Roberto Prosperi 86 Roberta Spinosi 43 Debora Vallese 102 Sandro Ventresca 73 Solo lista 579
CAMBIAMO INSIEME – BUONASPEME  Gianni Alessandrini 62 Giorgio Anedda 138 Simona Antonini 267 Concetto Benizi 114 Giuseppe Capriotti 183 Gianni Carbone 108 Dante Cicchi 132 Amalia Cocchini 92 Guido D’Ascanio 91 Daniela De Luca 70 Elisa Foglia 76 Marco Foglia 86 Marco Massetti 164 Mauro Paci 111 Massimo Pulcini 108 Paolo Verdecchia 124 Solo lista 390
PROGETTO COMUNE – VAGNONI  Giuseppina Camaioni 173 Marco Bruno Cappellacci 171 Go…