Passa ai contenuti principali

Marzo 2010

Commenti

  1. Ho cliccato su play esclamando le seguenti parole: "ascoltiamo questa cazzata".
    AVEVO RAGIONE!
    A guardare poi certe facce di giornalisti presenti la mia considerazione è anche condivisa... purtroppo fino a quando la sinistra farà parlare queste persone in questa maniera, noi tutti cittadini italiani non potremo avere una vera e credibile alternativa ad un governo imperfetto.
    Mentre continuiamo a credere che il male di questo paese è BERLUSCONI, gli altri (quelli che ridono in piena notte) continuano ad approfittare di un sistema paese che fa acqua da tutte le parti e nooi che facciamo?!? Ascoltiamo questo idiota che ci parla di amplessi di cui conosce ogni minimo dettaglio: complimenti!

    RispondiElimina
  2. Per fortuna che questo spazio vuole essere il diario di una città. Il fall out intellettivo del penoso clown cui avete concesso 10 minuti del vostro preziosissimo spazio è veramente incommensurabile. Una prece...

    RispondiElimina
  3. Beh, questa è CULtura, con la "CUL" maiuscola.
    Come storiella è esilarante per i clienti + smaliziati di trattorie e osterie. Non so se sia andata in onda in prima serata su qualche rete televisiva, spero di no, non per motivi politici, ma perchè immagino un bimbo che ascolta certe cose. Forse è per questo che ci ritroviamo Berlusconi al governo.

    RispondiElimina
  4. Trovare spunti ogni giorno è difficile anche per gli autori di questo blog. Non si sa cosa hanno bene in mente... forse una città attiva di sinistra o una sinistra come città attiva, magari in salsa peppe grillo... a proposito di "grillo", che silenzio assordante in questo blog!

    RispondiElimina
  5. Quarda che ho ascoltato gli interventi di Floris e Lerner e mi sembravano sicuramente + interessanti... forse siamo in pieno "appiattimento" culturale (senti l'intervento di Floris).

    RispondiElimina
  6. Per non parlare di quello di Monicelli che, purtroppo, mi trova abbastanza d'accordo.

    RispondiElimina
  7. la sapete la differenza tra satira e giornalismo...?

    RispondiElimina
  8. Luttazzi è uno dei pochi comici che faccia davvero ridere senza tormentoni e filmoni di Natale. Nel grottesco e nell'assurdo del suo monologo si ritrova tutta la carnalità ed anche la bassezza dell'animo umano che inevitabilmente emerge anche dalla classe politica. Il bello dell'arte e che ognuno poi la interpreta come vuole. Può fare anche schifo. Per il resto, siate sereni, è primavera.

    RispondiElimina
  9. bastian contrariolunedì, marzo 29, 2010

    Non è che in nome di qualche rondine che svolazza sopra le nostre teste, possiamo concedere la patente di bravo comico ad uno che è arrivato a mangiare un piatto di sè stesso. Come al solito, non sono d'accordo.

    RispondiElimina
  10. http://it.wikipedia.org/wiki/Daniele_Luttazzi
    ha studato medicina, e forse è x questo che non ha
    delle inibizioni da comune cittadino...
    Cmq. gli amplessi che si vedono in biutifull,
    mandato in onda alle 14.30, sono anche peggio,
    ma nessuno se ne lamenta..
    ok, magari poteva evitare di scendere nei particolari..

    Grande soprattutto Travaglio,
    quando riporta l'intervista del delegato PdL
    a proposito della presentazione delle liste..

    "ma lei dov'era ? a magiare un panino.. " LOL !!!
    http://www.youtube.com/watch?v=JpwXbzI65HY

    RispondiElimina
  11. bastian contrariolunedì, marzo 29, 2010

    E allora tutti quelli che hanno studiato medicina e si sono dovuti improvvisare comici per sbarcare il lunario (perdonatemi, ma mi sfugge la coerenza) sono legittimati a descriverci delle straordinarie inc.....? Come al solito mischiamo la zuppa con il pane bagnato.

    RispondiElimina
  12. Se però un qualunque utente del blog avesse scritto quello che ha detto Luttazzi..... qui sul blog.. lo avreste rimosso il post?!? Sinceramente, .... lo avreste rimosso? Io credo di sì. E ci risiamo, siccome è Luttazzi, è un artista, anticonformista, di sinistra, allora può dire e fare ciò che vuole, anche parlare di buco del c.lo e dirigbili di carne che lo sfondano e di sb.rr..ate sula schiena. E' arte. Bene. Siccome è Berlusconi può dire e fare ciò che vuole, fare leggi ad personam, chiudere i talk show arbitrariamente ecc. Non trovate che ci sia una sottile analogia.... nell'accettare e sdoganare certi comportamenti riprovevoli di queste persone da parte nostra?!?

    RispondiElimina
  13. oh bastian contrario, io l'ho detto che luttazzi ha ecceduto, ho cerato solo di giustificare in parte.
    ma pure Santoro, dovrebbe leggerseli i testi..
    In ogni caso "l'inculata" che ci prendiamo noi italiani e' pure peggio, e non stiamo a spiegare xche'.
    Eppoi scandalizziamoci pure per le millemila
    copulate in biutifull, mi sono rotto gli zebedei
    di mangiare alle 14.30 mentre Ridge si fa' Torn !!!
    esticazzi !!!

    RispondiElimina
  14. un paio di sani calci in culo a questo Luttazzi & compari. Da mandare in onda, solo via internet, sky, e nelle sedi di partito accreditate.

    RispondiElimina
  15. "...Se però un qualunque utente del blog avesse scritto quello che ha detto Luttazzi..... qui sul blog.. lo avreste rimosso il post?!? ..."

    Mi sono tolto la curiosità...

    RispondiElimina
  16. Come vedete chi scrive per primo ha sempre ragione. Parole sante quelle di M. C.
    La sinistra si è affidata a questi fenomeni da baraccone e con buona pace di chi insiste nelle arrampicate sugli specchi ha ripreso schiaffi a gogo'. Non li ha presi dal pdl? Li ha presi comunque dalla lega e pure dentro casa. Cambia qualcosa?

    RispondiElimina
  17. alcuni gli ampessi li raccontano,
    altri li fanno con i soldi dei contribuenti...

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…

Elisa Foglia e gli hobbisti della politica

Elisa Foglia, il candidato sindaco del PD, appare incerta, fragile ed incapace di tenere testa a due locomotive lanciate a gran velocità come Camaioni e Vagnoni.
Tuttavia, potrebbe essere la vera sorpresa di questa tornata elettorale, qualora Città Attiva fosse troppo affossata dalla presenza dei 5 Stelle e la destra non riuscisse a trovare i voti per passare al primo turno. Anche se remota l'eventualità di un ballottaggio tra Vagnoni e Foglia si può ancora tenere tra gli scenari possibili.
Le due liste del PD sono corte e poco assortite e con ancora una presenza di vecchi mestieranti della politica locale che a questo punto della loro vita hanno preso la campagna elettorale come un hobby da portare avanti tanto per tenersi attivi.
La loro presenza ha indebolito da subito la figura del candidato Sindaco e certamente ha tenuto fuori parecchi nomi nuovi che senza di loro non avrebbero esitato a schierarsi sotto il simbolo del Partito Democratico, però ha garantito l'esperienza …