Passa ai contenuti principali

La cura

Paolo Gatti parla del nuovo progetto regionale rivolto a fronteggiare il disagio giovanile nelle scuole.

[…]
“Nel settore dell'istruzione sta per essere attivato un servizio di psicologia scolastica. In cosa consiste?
Il servizio intende dare attuazione ad una legge regionale del 2004. Attraverso l'attivazione di un master biennale di secondo livello nelle università di Chieti-Pescara, L'Aquila, e Teramo verranno formate figure altamente specializzate che andranno ad operare nei vari istituti scolastici della regione per far fronte alle diverse situazioni di disagio giovanile. Come affermato anche dall'Ordine Regionale degli Psicologi, l'iniziativa è la prima ad essere avviata in Italia, pertanto nel prossimo incontro con il Ministro dell'Istruzione Gelmini ho intenzione di chiedere dei fondi ministeriali per poter sviluppare al meglio questo progetto pionieristico»”

[…]

Poi se il soffitto gocciola basta mettere qualche catino sotto ed il gioco è fatto.

Commenti

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. In questo commento c'è qualche parola di troppo. Ognuno pensa e dice quello che vuole ma a volte essere troppo espliciti può essere offensivo.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. Carissimo MartinsicuroCity,
    aspetto con ansia che togliate il commento del sig. nessuno. Ne avete tolti per molto meno.
    Grazie.

    RispondiElimina
  5. Decisamente un pò troppo, probabilmente spinti spinti dalla paura e dalla rabbia del terremoto,non darei troppa importanza a questo commento.La televisione,i giornali, non sono sempre di grande aiuto.... Quindi di chi è la vera colpa?

    RispondiElimina
  6. Dobbiamo tutti darci da fare a pensare per un futuro migliore,cittadini cmpresi.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  8. Ultimo anonimo
    Anzi bisognerebbe dire: "Dobbiamo tutti darci da fare a pensare per un futuro migliore. - Noi cittadini per primi- "
    Dignità ed orgoglio devono farci alzare la testa. Abbiamo bisogno di aiutarci vicendevolmente per avere una società migliore.

    RispondiElimina
  9. Grazie a MCity per aver ricondotto tutti al dialogo aperto e tollerante.

    RispondiElimina
  10. Il post può essere interpretato in diversi modi, credo. E' chiaro che (spero) non vuole essere una critica indiscriminata all'assessore Paolo Gatti, egli infatti è assessore alla pubblica istruzione e non sono certo di sua competenza stabilità ed agibilità dei fabbricati. Per queste vicende ci sono altri assessorati. Certo che potrebbe sensibilizzare i suoi colleghi in questo senso, anche se visti i luttuosi eventi non credo servirà.
    Se poi invece (e mi auguro di no) il post è stato fatto solo per criticare Gatti, allora non ci siamo proprio! E' chiaro che ognuno può esprimere il proprio punto di vista, però mi spiegate che senso ha tirare in ballo le strutture quando si sta parlando di progetti scolastici? Oltre agli edifici che devono essere fatti in grazia di Dio e messi a norma (a proposito a Martinsicuro siamo messi parecchio male), occorrono insegnanti e progetti di insegnamento, altrimenti facciamo le scuole e poi dentro ci giochiamo a carte....
    Insomma occorrono strutture sicure e d efficienti e progetti scolastici validi e premianti. Quindi ad ognuno il suo!
    P.s. Per favore, cerchiamo di levarci dalla testa i soliti pregiudizi, ovvero io sono di sinistra quindi quello che dice uno di centro-destra è sbagliato, e viceversa. Può accadere che il 90% del discorso e delle idee sia ottimo e il 10% un pò scarsino; Lo sport preferito è sempre quello di andare contro, di gufare, tutto questo oltre ad essere deprimente è soprattutto nocivo.

    RispondiElimina
  11. La domanda, vox cordis è giusta farla a MartinsicuroCity.

    RispondiElimina
  12. Per chi scrive, come ripetuto da anni ormai, la destra e la sinistra sono concetti ampiamenti superati. Esisto solo le buone idee e le buone persone. Quando qualcuno dice e fa qualcosa di nuovo e posivo si cerca di incoraggiarlo e di sostenerlo. Al contrario i comportamenti viziati, interessati, doppiogiochisti e superficiali vengono evidenziati e sottoposti all'attenzione dei lettori.
    Gatti -o chi per lui- sta inserendo delle nuove figure professionali nelle scuole utili a curare eventuali situazioni di disagio giovanile.
    Questa potrebbe presto rivelarsi una falsa soluzione. E' come se per avere meno vittime in guerra si aumentasse il numero dei medici ed infermieri per curare i feriti. I problema non sono le ferite ma il conflitto.
    E'una cosa di cui si farebbe bene a discutere. Accettare, supinamente e senza diritto di critica, tutto ciò che i quadri dirigenti propongono è una roba da unione sovietica.

    RispondiElimina
  13. Salve, a parte il primo commento, giustamente eliminato, nessun'altro ha detto che non sia giusto criticare l'intervento di Gatti. Si è voluto puntualizzare il metodo usato, gli specifici incarichi e quindi a chi fare i giusti richiami di responsabilità.
    Premesso che sono del parere che prevenire è meglio che curare, dico che da molti anni si sente parlare di "emergenza educativa" e a forza di ripeterlo è diventata una bella frase da dire quando non ti viene in mente altro.
    PREVENZIONE è una frase che infastidisce, PROGRAMMARE irretisce al solo sentirla pronunciare, ETICA E RESPONSABILITA' altre parole innominabili. Non è per fare propaganda o politica da bar come i nostri avveduti amministratori, ma non sarebbe bello poter sapere perchè a Martinsicuro le scuole sono ancora chiuse e nessuno ha pensato di avvertire bambini e genitori?

    RispondiElimina
  14. Appunto, Mcity, benvengano le critiche al progetto di Gatti, ma tirare in ballo il suo progetto per far rilevare la disastrosa situazione degli edifici scolastici per me era fuori luogo. Ovvero, questa è un'altra questione. Nella tua risposta invece, più mirata e condivisibile almeno nell'idea la critica alle affermazioni di Gatti ci sta. Però....però, come ho già detto so che rimane più facile andare contro che andare con, ma sforziamoci un attimino a costruire invece che a distruggere e basta. La metafora dei medici e delle guerre di fatto ti spiega che non esistono solo il bianco e il nero ma anche sfumature di grigio. Per quanto tu possa prevenire le guerre ci saranno sempre, i malati lo stesso. Allora i medici serviranno sempre così come gli infermieri. Magari impegnandoci, con la ricerca e il buon senso, con più Obama e meno Bush potremo diminuire guerre e malati. Come vedi l'una soluzione non elimina l'altra. Invece di voler affermare unicamente le nostre idee, cerchiamo (come ho già spiegato) di integrare un progetto la cui ossatura non è poi così fatta male.

    RispondiElimina
  15. Leggendo Sanbenedetto Oggi,l'occhio mi è andato su un particolare.Parla l'assessore Paolo Gatti riferendosi a Cittattiva:"avevo notato che venivamo da una formazione piuttosto simile:loro con un gruppo civico,io con un'associazione che guardava al PDL".
    Mi permetta assessore che le spieghi un particolare,visto che sono un cittadino di Martinsicuro e ho votato Cittattiva: loro sono nati come gruppo civico e hanno avuto una spiccata partecipazione collettiva dei cittadini,cittadini di destra e di sinistra e non l' hanno mai detto che guardavano al PDL come invece, ha fatto lei fin dall'inizio. Quindi , mi consenta se la correggo, la formazione non è affatto simile. A questo punto ,però,dopo quello che ho letto,vorrei sapere le reali intenzioni di Cittattiva.Grazie dell'attenzione.

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

Ma alla fine, chi vince?

Chi è il favorito di queste elezioni? Esistono indizi per determinare quale candidato ha migliori chance? Per rispondere a simili domande la cosa migliore da fare è sempre quella di partire dai dati delle precedenti elezioni comunali per trovare analogie utili al ragionamento. Un tuffo nel passato, in pratica.

Elezioni comunali Martinsicuro 1993
Biagio Prosperi: Voti 811
Corsi Giovanni: Voti 540
Vallese Gianfilippo: Voti 2.256
Ignazio Caputi: Voti 4.120
TOTALE Voti Validi: 7.727

Elezioni comunali Martinsicuro 1997
Ignazio Caputi: Voti 2.414
Abramo Micozzi: Voti 2.853
Enzo Pierantozzi: Voti 2.837
TOTALE Voti Validi: 8.104

Elezioni comunali Martinsicuro 2002
Leonilde Maloni: Voti 4.506
Abramo Micozzi: Voti 3.326
TOTALE Voti Validi: 7.832

Elezioni comunali Martinsicuro 2007
Abramo Di Salvatore: Voti 3.259
Paolo Camaioni: Voti 2.540
Mauro Paci: Voti 1.410
Ignazio Caputi: Voti 977
Angelo Moscardelli: Voti 160
Emiliano De Mattheis: Voti 113
Totale Voti Validi: 8.449

Prendendo come punto di riferim…

Vivere a Martinsicuro

Offriamo un punto di contatto a Susanna.
INIZIO CITAZIONE
Buonasera ho acquistato una casa a martinsicuro e mi piacerebbe conoscere un pò questa città parlando con chi ci vive e ci lavora già. Anche perchè mi sembra di capire che di "problemini" ce ne sono abbastanza. Il mare e il sole sono stupendi, il resto si può migliorare.
Grazie Susanna
FINE CITAZIONE

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…