Passa ai contenuti principali

Siamo solo noi

Qui AN attribuisce alla maggioranza la responsabilità della pesante situazione debitoria delle casse comunali.
Qui il sindaco attribuisce ad AN la responsabilità della pesante situazione debitoria delle casse comunali.
Se gli autori di questo chaicchiericcio si fossero ritirati dalla politica un decennio fa ora potebbero permettersi il lusso non dover giudicare da soli il loro operato.

Commenti

  1. Marco,
    se state facendo ancora considerazioni sulla serietà di certi personaggi, tanti possono essere i motivi:
    A - siete appena tornati dalla luna,
    B - non siete mai stati in consiglio comunale,
    C - non avete le basi per poter discernere tra un buffone e una persona seria. (per serio non sono contemplate le persone che ridono poco).
    Sono convinto, da almeno 15 anni, che da 20 a Martinsicuro non esista la politica e tantomeno i politici, alle scorse elezioni ho votato CITTATTIVA solo perché era la vera e unica novità meritevole di consederazione, gli altri hanno iniziato da subito a prendere in giro i propri elettori.
    Non saranno perfetti, ma almeno sono gli unici che in consiglio comunale arrivano preparati e capaci di formulare un pensiero positivo e propositivo (anche un pensiero e basta).
    Venerdì scorso ho assistito all'ennesimo spettacolo vergognoso di persone che DOVREBBERO FARE UNA COSA SOLA: ANDARE A CASA DOPO AVER CHIESTO SCUSA A TUTTI NOI, CITTADINI DI VILLA ROSA E MARTINSICURO.
    Se poi in comune continuano a sedere le stesse persone non chiediamoci il perché, ma per quale motivo siamo tanto deficienti.
    Inoltre vorrei farvi notare che oggi sul Centro è riportato un fatto di cronaca a Martinsicuro, e come potete vedere i Carabinieri hanno risposto picche (meditate gente sul nostro grado di sicurezza). I nostri pseudopolitici, invece di farci perdere tempo dovrebbero pagarci i danni e poi andare a....

    RispondiElimina

Posta un commento

Tutti gli utenti autori di un commento sono invitati a nominarsi con un nik name o un nome di fantasia selezionando l'opzione "Nome/URL" compilando anche solo il campo "NOME:".

Post popolari in questo blog

La questione delle deleghe all'opposizione

La consegna delle deleghe, poi rifiutate, ad Antonini e Vagnoni hanno generato una interessante discussione a seguito del post precedendete.

Mi spiace che una scelta personale come la mia, venga vista ancora come frutto di logiche di partito o di ragionamenti della vecchia politica, da parte di persone che sicuramente non mi conoscono.
In verità le deleghe offerte ritengo abbiano altre logiche ben meno nobili rispetto a quello che vogliono far sembrare . Non entrerò in merito a ciò che penso io sulla iniziativa, ma chiarisco il perchè della mia rinuncia (se può interessare). Dopo che in campagna elettorale hanno buttato su di me solo fango, dopo che per cinque anni mi hanno dipinto come amministratore incapace criticando costantemente il mio operato nei diversi settori di cui mi occupavo (ivi compresa la cultura), dopo che hanno ripetuto fino all'infinito di essere i più bravi in tutto, non mi pare coerente oggi la richiesta della maggioranza, nè lo sarebbe stata una…

Elisa Foglia e gli hobbisti della politica

Elisa Foglia, il candidato sindaco del PD, appare incerta, fragile ed incapace di tenere testa a due locomotive lanciate a gran velocità come Camaioni e Vagnoni.
Tuttavia, potrebbe essere la vera sorpresa di questa tornata elettorale, qualora Città Attiva fosse troppo affossata dalla presenza dei 5 Stelle e la destra non riuscisse a trovare i voti per passare al primo turno. Anche se remota l'eventualità di un ballottaggio tra Vagnoni e Foglia si può ancora tenere tra gli scenari possibili.
Le due liste del PD sono corte e poco assortite e con ancora una presenza di vecchi mestieranti della politica locale che a questo punto della loro vita hanno preso la campagna elettorale come un hobby da portare avanti tanto per tenersi attivi.
La loro presenza ha indebolito da subito la figura del candidato Sindaco e certamente ha tenuto fuori parecchi nomi nuovi che senza di loro non avrebbero esitato a schierarsi sotto il simbolo del Partito Democratico, però ha garantito l'esperienza …